Festa della Repubblica: medaglie agli ex-partigiani
A Reggio cerimonia politicamente blindata: parla solo il Pd
Dov’è l’unità nazionale?

1/6/2016 – La Festa della Repubblica è caratterizzata quest’anno dalla consegna delle Medaglie della Liberazione conferite in base a un decreto governativo dello scorso anno a tutti gli ex partigiani ancora viventi. Queste onoreficenze in provincia di Reggio Emilia sono in tutto 380.

Domani, giovedì 2 giugno, nella cerimonia promossa dalla Prefettura di Reggio Emilia al teatro Ariosto, insieme alle istituzioni del territorio, saranno conferite 129 medaglie della Liberazione ad altrettanti ex partigiani reggiani, oltre a 11 medaglie d’onore conferite a cittadini deportati nei campi di concentramento tedeschi.

L’intervento conclusivo è affidato al presidente dell’Anpi reggiano Ermete Fiaccadori, preceduto dal sindaco Luca Vecchi e dal presidente della Provincia Giammaria Manghi: tre interventi tutti di esponenti del Pd. Non c’è male, in quanto a rappresentazione dell’unità nazionale intorno alle istituzione repubblicane. Il Prefetto se ne sarà accorto?

Ecco il programma della mattinata del 2 giugno  a Reggio Emilia

 ore 9.15  Piazza Prampolini  – Sonata a distesa della Campana della Torre Civica

ore 9.30 Piazza Prampolini  – Alla presenza delle autorità cittadine cerimonia dell’Alzabandiera  e schieramento dei Reparti.

ore 11.00  Teatro Ariosto – Cerimonia di consegna delle Medaglie della Liberazione conferite a 129 cittadini reggiani che hanno partecipato alla Guerra di Liberazione  e di consegna delle Medaglie d’Onore a 11  cittadini di questo territorio deportati nei lager nazisti durante la seconda guerra mondiale.                                     

Lettura del messaggio del Presidente della Repubblica da parte del Prefetto di Reggio Emili; interventi del Sindaco di Reggio Emili e del presidente della Provincia; intervento del Presidente del Comitato Provinciale ANPI di Reggio Emilia.

Alla cerimonia parteciperanno i Sindaci, le autorità civili, militari e religiose del territorio, i rappresentanti e gli esponenti delle forze sociali.

 A REGGIO SI INCONTRANO I CONSIGLI DEI RAGAZZI

Centottanta giovanissimi, di età compresa tra i 9 e i 14 anni, appartenenti a 16 Consigli comunali dei ragazzi (Ccr) dell’Emilia-Romagna, si incontreranno nel giorno della Festa della Repubblica, il 2 Giugno, a Reggio Emilia. Anche in questa occasione parlano solo esponenti del Pd.

 L’appuntamento è fissato per le ore 10 alla scuola secondaria di primo grado Sandro Pertini 1 (via Medaglie d’Oro della Resistenza, con l’assessore Raffaella Curioni e la consigliera regionale Silvia Prodi che incontreranno i partecipanti e porteranno loro il saluto delle istituzioni. A seguire i workshop/laboratori tematici, il pranzo al sacco e alle 15,30 la partenza per una passeggiata verso piazza Prampolini dove, dopo un momento di festa, si recheranno in Sala del Tricolore per incontrare alle 17,30 il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi.

Partecipano all’evento i ragazzi, accompagnati da educatori e genitori, dei Consigli comunali regionali (Ccr) provenienti da otto province diverse: Bettola e Farini (Piacenza); Collecchio e Noceto (Parma); Baiso, Castelnovo di Sotto, Reggio Emilia, Rio Saliceto e Viano (Reggio Emilia); Medolla (Modena); Castel San Pietro Terme e Casalecchio di Reno (Bologna); Cento e Portomaggiore (Ferrara); Forlimpopoli (Forlì- Cesena); Riolo Terme (Ravenna).

SAN MARTINO IN RIO, SEI MEDAGLIE DELLA LIBERAZIONE

Il Governo ha decretato già lo scorso anno l’attribuzione di una Medaglia del 70° della Liberazione a tutti gli ex partigiani viventi. Le medaglie, inviate alla Prefettura di Reggio per la consegna ai partigiani, sono state per tutta la provincia ben 380, arricchite dai relativi diplomi. Al sindaco di San Martino in Rio ne sono arrivate 6. L’Amministrazione comunale assieme all’Anpi locale premieranno questi sei protagonisti della Resistenza e della Liberazione attraverso la consegna di questa Medaglia commemorativa che è stata denominata “Medaglia della Liberazione”, quale particolare riconoscimento che ha l’obiettivo di ricordare l’impegno, spesso a rischio della propria vita, di uomini e donne, per affermare i principi di libertà e indipendenza sui quali si fonda la Repubblica italiana.

La medaglia riproduce un dettaglio della monumentale cancellata in bronzo del Mausoleo delle Fosse Ardeatine realizzata dallo scultore Mirko Basaldella. i partigiani sammartinesi a cui verranno consegnate sono Achille Marani, Franca Messori, Adelchi Moscardini, Giuseppe Paglia, Oliana Pergreffi e Odoardo Storchi.

La cerimonia di consegna avverrà giovedì 2 giugno, alle ore 10.30, nella Sala D’Aragona della Rocca estense  alla presenza dei partigiani insigniti, dei familiari e deicittadini

ATTUALITA’ DELLA COSTITUZIONE A RUBIERA

 “L’attualità della Costituzione” è Il tema del convegno con cui il Comune di Rubiera celebra i 70 anni della Repubblica Italiana, giovedì 2 giugno, alle 10 nel cortile del Municipio (palazzo Sacrati, via Emilia Est 5): relatore sarà l’avvocato Mauro Bortolani, dell’Associazione reggiana per la Costituzione, preceduto dai saluti del Sindaco Emanuele Cavallaro.

Seguirà lo spettacolo “E venne l’alba della Repubblica“, con gli attori Antonietta Centoducati e Gianni Binelli, accompagnati dal pianista Ovidio Bigi. La cittadinanza è invitata.

La manifestazione è resa possibile da Coop Alleanza 3.0, Polisportiva Rubiera ASD Rubierese, LILT sezione provinciale di Reggio Emilia, con il patrocinio del Comune di Rubiera e la collaborazione di AUSER, SPI di Rubiera, ANPI, Associazione Ponte Luna e Croce Rossa Italiana.

 A SCANDIANO PROTAGONISTA I VIDEO DELLA CONSULTA DEI RAGAZZI

Il Comune di Scandiano celebra i 70 anni della Repubblica Italiana e del voto alle donne, con una cerimonia in programma giovedì, 2 giugno, alle ore 10 nella Sala del Consiglio Comunale (corso Vallisneri 6, piano terra): dopo il saluto del Sindaco Alessio Mammi, saranno presentati elaborati e video realizzati dalla Consulta dei ragazzi sul voto alle donne italiane, che avvenne la prima volta nel marzo 1946 in occasione delle elezioni amministrative.

La cerimonia sarà l’occasione per consegnare ad alcuni patrioti e partigiani scandianesi la “Medaglia della Liberazione” conferita dal Ministero della Difesa per riconoscere e ricordare l’impegno, spesso a rischio della propria vita, di uomini e donne per affermare i principi di libertà e indipendenza sui quali si fondano la Repubblica e la Costituzione.

A REGGIOLO IL 121° REGGIMENTO CONTRAEREI DI RAVENNA, L’11° GIOCA REGGIOLO E POMPIEROPOLI

Reggiolo festeggia la Festa della Repubblica tra appuntamenti istituzionali, sport e divertimento per grandi e piccini. Giovedì 2 giugno, dalle ore 8, si raccoglieranno le iscrizioni alla Camminata del Tricolore che partirà alle 9.15 (prima partenza) e alle 9.30 (seconda partenza) da piazza Martiri. Alla camminata a tappe non competitiva per le vie del centro potranno partecipare bambini e ragazzi di tutte le età, anche accompagnati da genitori e nonni. Alle ore 10.30 cominceranno le celebrazioni ufficiali del 2 giugno con l’onore alla bandiera alla presenza del 121esimo reggimento contraerei di Ravenna e le autorità locali. Durante la mattinata sarà conferita la medaglia della Liberazione al signor Alfonso Merzi e il sindaco Roberto Angeli consegnerà una copia della Costituzione agli studenti delle classi terze della scuola secondaria. A seguire la sfilata del Tricolore a cura del Lion’s club “Rocca Falcona”.

Il 2 giugno sarà anche occasione di festa con l’11esima edizione di “Gioca Reggiolo”, la manifestazione ideata dal Comitato genitori di Reggiolo, con il patrocinio del Comune di Reggiolo, che porterà nel centro del paese giochi, giocattoli e tante altre iniziative. Da mattina a sera spazio allo spettacolo e al divertimento con animazioni per bambini, giochi in piazza, laboratori creativi.

Dalle ore 15 appuntamento con Pompieropoli, come diventare pompiere per un giorno grazie alla collaborazione dell’Associazione nazionale vigili del fuoco del corpo di Reggio Emilia. Seguiranno le esibizioni delle associazioni sportive di judo, basket, ciclismo, arcieri del Po, pionieri della Croce Rossa, i ragazzi dell’oratorio “San Giuseppe”, il Museo del Truciolo, aeromodellismo Muttley, lezioni di yoga a cura dell’associazione “L’abbraccio”, laboratori e ricerche creative. Non mancheranno neppure le bancarelle degli hobbisti. E ancora, spazio ai giochi d’altri tempi con Gian Gian, i giochi di legno di Ludobus. Alle ore 16 “Bum bum ciak”, il laboratorio musicale dell’associazione culturale KB. Alle ore 17 “Otto bassotto” tra clowneria, magia comica e tanta fantasia con palloni di ogni forma e misura. Si continua alle ore 18 con lo spettacolo di Eros Goni “Gambe in spalla”, teatro e bolle di sapone in quantità. Alle ore 20 performance delle band emergenti. Tre mostre accompagneranno la giornata del 2 giugno: Abitare Reggiolo, Progetto Crea-Re con i murales e la mostra degli elaborati realizzati, Facciamo centro con le cartoline del percorso partecipativo avviato per ripensare Reggiolo.

Per lo spuntino del mattino e il pranzo in piazza sarà attivo un punto ristoro che proporrà crespelle, cannelloni, gnocco fritto e prosciutto crudo, salsiccia alla piastra e patatine.

Durante tutte le iniziative di “Gioca Reggiolo” i bambini saranno sotto la sorveglianza diretta dei genitori. In caso di maltempo la festa sarà rinviata a domenica 5 giugno.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *