Accordo alla Foster di Brescello dopo dieci giorni di lotta dura
Premio di risultato a 1.200 euro

1/6/2016 – Dopo quasi dieci giorni di sciopero continuativo, precisamente 76 ore, si è conclusa ieri sera la vertenza aperta per il rinnovo del contratto aziendale alla Foster spa di Brescello.

 L’accordo è arrivato dopo che  lavoratrici e lavoratori sono rimasti in  presidio per quasi due settimane davanti ai cancelli della fabbrica, e dopo che lo scorso lunedì il Direttivo provinciale della Fiom aveva portato i suoi 135 membri , insieme ad altri delegati, a dargli man forte.

 La Direzione aziendale della Foster ha convocato le Rappresentanze sindacali unitarie, insieme al funzionario Fiom che ha seguito la vertenza, e dopo aver avuto il mandato dei lavoratori in assemblea è stata siglata l’ipotesi di accordo.

L’intesaprevede una durata contrattuale di quattro anni con un premio di risultato di 1.200 euro per ogni anno con quote a titolo di anticipo di 800 euro per il 2016, 850 euro per il  2017 e 900 euro per gli anni 2018-2019. Le parti hanno anche concordato una quota di 800 euro come base di partenza da usare per il premio di risultato nel prossimo accordo.

 “Siamo soddisfatti di quanto abbiamo ottenuto – ha spiegato Emiliano Borciani della Fiom – C’era una forte contrapposizione tra le nostre richieste e le posizioni aziendali che aveva portato alla rottura del tavolo ed a una situazione di pesante stallo. Ci sono state forti tensioni durante le giornate di presidio e ora si potrà ritornare alla normale attività lavorativa”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *