Un altro concorso speedy al Comune di Reggio: giornalista Co.Co.Co. no limits a mille euro al mese
Bandito il 6 maggio, il termine scade oggi

23/5/2016 – Quella delle selezioni Speedy Gonzales è diventata una moda, motivata con ragioni d’ugenza che francamente non si riescono a individuare bene, che caratterizza il Comune di Reggio e l’arcipelago delle controllate.

L’ultimo caso in ordine di tempo l’assunzione di un collaboratore Co.Co.Co dal giugno 2016 sino al dicembre 2018 per l’ufficio stampa del Comune stesso: la selezione pubblica  bandita il 6 maggio corrente, e pubblicata sul sito istituzionale dell’ente, si conclude oggi lunedì 23 maggio alle ore 13, trermine ultime per presentare le candidature complete di documenti, curricula e referenze.

Notevoli, al di là dei termini ristretti che non fanno ben pensare, le condizioni imposte al collaboratore: praticamente un mulo da soma.

Il bando firmato dalla dirigente Nicoletta Levi prevede: “Cura delle relazioni con il sistema dell’informazione locale e nazionale, organizzazione di conferenze stampa, redazione di comunicati stampa, organizzazione di cartelle e/o materiale stampa”. Inoltre “attività di informazione anche attraverso i canali social network “ per una trentina di progetti speciali del Comune di Reggio Emilia (vedere di seguito il dettaglio). A ciò si aggiunge “l’elaborazione di note e rendicontazione delle sedute del Consiglio Comunale di Reggio Emilia”. Il tutto senza specificare l’orario contrattuale (salvo un generico riferimento al tempo pieno), senza diritto agli straordinari né alla tredicesima,  e per l’astronomica somma di 1.613 euro mensili lordi, comprensivi di oneri fiscali e contributivi a carico del collaboratore. Il quale riceverà in busta, in sostanza, circa mille euro al mese, se non meno.

Naturalmente al candidato vengono richieste titoli e competenze rilevanti: laurea almeno triennale, obbligo di iscrizione all’Ordine dei Giornalisti, buona conoscenza della lingua inglese, patente B, competenze complete in materia di informazione digitale e un intero scibile di leggi, testi unici e regolamenti, che vanno dal testo unico sull’ordinamento degli enti locali sino alla delibera consiliare sul bilancio del Comune di Reggio emilia, compreso il bilancio poliennale e i relativi allegati (vedere sotto i dettagli).

I candidati ammessi alla selezione dovranno affrontare un colloquio e una prova scritta intorno al 30 maggio. E’ possibile prepararsi adeguatamente in così pochi giorni, specialmente se si arriva dal settore privato?

L’Ordine dei Giornalisti -visto che di lavoro giornalistico si tratta – e l’Aser non hanno proprio niente da dire?

L’AVVISO DI SELEZIONE

AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ DI ADDETTO UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI REGGIO EMILIA

LA DIRIGENTE DEL SERVIZIO COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON LA CITTA’

 Visti

  • l’art. 7 comma 6 del Decreto legislativo n. 165/2001 e s.m.i.
  • la Deliberazione G.C. n. 237 del 17.12.2015 con la quale è stato adeguato il Regolamento
  • sull’Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi – in particolare è stato approvato il nuovo
  • Regolamento incarichi di consulenza, collaborazione ed incarichi professionali (art. 2222 c.c. ed art. 7 D.Lgs. 165/2001), Allegato 4;
  • art. 40 – Procedure Comparative – Sezione B “L’accesso” del Regolamento sull’Ordinamento Generale
  • degli Uffici e dei Servizi approvato con Deliberazione G.C. 01/12/2010, P.G. n. 22519/267 e s.m.i.;
  • in esecuzione del Provvedimento Dirigenziale n. ___________ del ______;

RENDE NOTO

che intende conferire un incarico di collaborazione coordinata e continuativa ex art. 7 comma 6 del D.Lgs. n.

165/2001, avente per oggetto:

ATTIVITA’ DI UFFICIO STAMPA NELL’AMBITO DEI PROGETTI PRIORITARI DI MANDATO

come di seguito specificato.

 

A tal fine  avvia la procedura selettiva precisando che il presente Bando  è rivolto indifferentemente ai soggetti  dell’uno e dell’altro sesso e solo per ragioni di semplicità si utilizza il neutro maschile nel testo dell’avviso.

 

CONTENUTO DELL’INCARICO

Descrizione delle attività richieste al collaboratore che verrà individuato:

Cura delle relazioni con il sistema dell’informazione locale e nazionale, organizzazione di conferenze stampa, redazione di comunicati stampa, organizzazione di cartelle e/o materiale stampa e attività di informazione anche attraverso i canali social network per quanto riguarda i seguenti progetti prioritari dell’attuale mandato amministrativo del Comune di Reggio Emilia:

– Piano strategico del Centro storico – Progetto Reggio Respira – Iniziative di promozione del Centro storico e del cartellone del Restate  – Progetto di ampliamento del Museo del Tricolore – Progetto di valorizzazione del Palazzo dei Musei – Progetto di riqualificazione e rifunzionalizzazione dei Chiostri di San Pietro – Progetto di restauro e recupero dei Chiostri di San Domenico – Progetto di riqualificazione e manutenzione dei Parchi urbani – Progetto di ampliamento e riqualificazione del Palazzetto dello sport – Piano di riqualificazione strade – Piano di manutenzione straordinaria e antisismica delle scuole – Progetto Qua, Il quartiere bene comune – Completamento della Tangenziale nord

– Sviluppo dei lavori di completamento del Campus universitario San Lazzaro

Progetto Area nord: realizzazione del Parco Innovazione nell’area Reggiane

Progetto Area nord: realizzazione del Parco Industriale di Mancasale

– Celebrazione del Primo Tricolore – 7 Gennaio

– Progetto di agricoltura sociale

– Progetto del patto della città educante

– Progetto Reggio Emilia città senza barriere

– Progetto agenda digitale

– Progetto Piano Urbano della Mobilità sostenibile

Inoltre:

elaborazione di note e rendicontazione delle sedute del Consiglio Comunale di Reggio Emilia.

Le prestazioni del collaboratore dovranno essere rese in funzione delle esigenze organizzative, di tempo, di luogo e di risultato del Comune di Reggio Emilia – Servizio Comunicazione e relazioni con la città – su coordinamento e secondo le indicazioni della Dirigente e del Capo ufficio stampa, alle quali il collaboratore dovrà attenersi, pur conservando la piena autonomia relativamente all’aspetto tecnico ed organizzativo di esecuzione dell’incarico. Informazioni, dati, elaborati e/o eventuali prodotti finali e sue singole parti saranno di proprietà del Comune di Reggio Emilia, con espresso divieto da parte del collaboratore di qualunque utilizzo e diffusione.

Tale incarico non assume in nessun modo carattere di lavoro subordinato e trattandosi di incarico di natura temporanea e altamente qualificata ex art. 7 comma 6 del D.Lgs. n. 165/2001, non rappresenta in alcun modo costituzione di rapporto di pubblico impiego.

 

DURATA, SEDE E COMPENSO:

 

La collaborazione avrà durata da: giugno 2016 (presunta decorrenza dell’incarico) a dicembre 2018  e avrà la sede operativa prevalentemente presso la sede dell’Ufficio Stampa comunale –  in Piazza Prampolini, 1, Reggio Emilia, dietro corresponsione di un compenso mensile lordo indicativo  di € 1.613,00 (oneri fiscali e contributivi INPGI per la quota a carico del collaboratore inclusi),  corrispondenti ad un impegno orario commisurato a tempo pieno.

Potrà essere riconosciuto un rimborso spese esclusivamente nel caso di missioni specificatamente richieste ed autorizzate dalla Dirigente del Servizio.

La liquidazione del compenso avverrà unicamente a mezzo accredito su c/c bancario.

RECESSO E RISOLUZIONE

Il contratto di collaborazione si risolve alla scadenza prefissata. Le parti, in ogni caso, possono recedere anticipatamente anche prima della scadenza per giusta causa, oppure, al di fuori delle ipotesi di giusta causa, osservando un preavviso minimo pari a 60 giorni per il committente e 30 giorni per il collaboratore. Resta salvo il diritto del collaboratore alla corresponsione dei compensi maturati fino alla data della risoluzione del contratto.

Oltre che per la cause sopraindicate e per la scadenza del termine concordato, il contratto cesserà la sua efficacia anche nei casi di sopravvenuta impossibilità o inutilità della prestazione oggetto del contratto di natura indipendente dalla volontà delle parti.

 

REQUISITI RICHIESTI PER LA PARTECIPAZIONE

Possono partecipare alla presente procedura, a pena di esclusione:

  • i cittadini italiani o i cittadini di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica;

  • i cittadini di paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

 Per essere ammessi alla presente procedura, i suddetti candidati, indifferentemente dell’uno e dell’altro sesso, devono essere anche in possesso, a pena di esclusione, dei seguenti ulteriori requisiti obbligatori:

  • età non inferiore ad anni 18 e non superiore all’età di collocamento a riposo di ufficio del dipendente comunale;

  • non essere escluso dall’elettorato politico attivo, né essere stato licenziato, destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento né essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale ai sensi dell’art. 127, 1° comma, lett. D) del testo unico delle disposizioni concernenti lo Statuto degli Impiegati Civili dello Stato, approvato con D.P.R. 10.01.1957, n. 3;

  • non avere condanne penali che impediscano ai sensi delle vigenti disposizioni in materia la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;

  • idoneità fisica all’impiego. Si precisa che la condizione di privo della vista (cieco totale, cieco parziale o ipovedente grave) è causa di non ammissione ai sensi di quanto previsto dall’art. 5 lett. i) della Sezione B del Regolamento sull’Ordinamento Generale degli Uffici e dei Servizi del Comune di Reggio Emilia;

  • i cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva devono essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;

  • i cittadini non italiani partecipanti alla presente procedura, devono inoltre godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza o provenienza e possedere una buona conoscenza della lingua Italiana;

  • TITOLO DI STUDIO: I candidati dovranno obbligatoriamente possedere almeno: Laurea Triennale di nuovo ordinamento di cui al Decreto Ministeriale 270/04 o di cui al D.M. 509/99, oppure Diplomi delle Scuole Dirette ai fini speciali istituite ai sensi del DPR n. 162/1982 di durata triennale o Diplomi Universitari istituiti ai sensi della L. n. 341/1990 della medesima durata ad esse equiparate unicamente così come previsto dalle Tabelle allegate al Decreto Interministeriale 11.11.11;

  • o titolo di studio superiore: Laurea Specialistica o Magistrale di nuovo ordinamento o Diploma di Laurea vecchio ordinamento.

  • ISCRIZIONE OBBLIGATORIA all’ORDINE DEI GIORNALISTI;

  • PATENTE DI GUIDA DI CATEGORIA B.

 

Per i titoli conseguiti all’estero l’ammissione alla procedura selettiva è subordinata al riconoscimento degli stessi ad uno dei titoli di studio previsti per l’accesso, ai sensi della normativa vigente.

Tutti i requisiti sopraindicati per ottenere l’ammissione devono essere posseduti, a pena di esclusione, alla data di scadenza del termine stabilito nel presente Avviso di selezione, per la presentazione delle domande di partecipazione.

 I candidati devono inoltre essere in possesso delle seguenti conoscenze sulle materie / attività inerenti  lo specifico incarico da conferire, che si provvederà a verificare in fase di valutazione dei curricula e/o durante la prova selettiva: 

La funzione di comunicazione istituzionale nelle pubbliche amministrazioni: finalità e compiti, attività e canali principali, professionalità e competenze utili negli enti pubblici;

  • Funzioni, organizzazione, attività e strumenti di un ufficio stampa di un ente locale;
  • L’informazione digitale: principi, caratteristiche e modalità di gestione delle informazioni attraverso i canali digitali, con particolare riferimento alle strategie e attività di informazione e relazioni con i media anche attraverso i social network
  • Buona conoscenza della lingua inglese;
  • Buona conoscenza degli strumenti informatici più diffusi (videoscrittura, posta elettronica, navigazione su internet sia tramite PC che dispositivi mobili, ecc.).
  • Buona conoscenza degli strumenti / canali informativi social più diffusi (facebook, twitter, instagram….)
  • Decreto Legislativo 18/08/2000 n. 267 e s.m.i. “Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”

  • Legge n. 56/2014 “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province e sulle unioni e fusioni di comuni”;

  • Leggi di riforma della pubblica amministrazione (L. 241/1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” – D.P.R. 445/2000 e s.m.i. “Disposizioni legislative in materia di documentazione amministrativa” con particolare riferimento alle attività e strumenti della comunicazione istituzionale);

  • Legge 150/2000 e s.m.i. “Disciplina delle attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni”;

  • Decreto legislativo n. 33/2013 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” ;

  • Decreto legislativo n. 196/2003 e s.m.i. “Codice in materia di protezione dei dati personali”;

  • Codice comportamento dipendenti pubblici ex DPR n. 62 del 16/04/2013;

  • Legge n. 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”;

  • Decreto legislativo n. 82/2005 “Codice dell’Amministrazione Digitale” e s.m.i.

  • Legge 28/2000 e s.m.i. sulla disciplina della par condicio

  • Documento CNOG del 26/02/2002 “Carta dei doveri del giornalista degli uffici stampa”

  • Comune di Reggio Emilia: delibera Consiglio Comunale n. 69 del 26/04/2016 “Approvazione Bilancio previsione 2016 e pluriennale 2016-18 e relativi documenti di programmazione allegati”;

MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

 

La domanda di partecipazione alla procedura selettiva è da considerarsi istanza di avvio del procedimento, e

pertanto, l’Amministrazione non darà nessuna ulteriore comunicazione relativamente a quanto disposto dall’art. 8 della Legge n. 241/1990 e successive modificazioni ed integrazioni.

La domanda di partecipazione alla procedura selettiva in carta libera, dovrà essere redatta unicamente, a pena di esclusione, sul “Modello di domanda” che viene allegato al Bando, riportando tutte le indicazioni che i candidati sono tenuti a fornire.

La domanda dovrà essere debitamente sottoscritta, a pena d’esclusione.

Non verranno tenute in considerazione e pertanto verranno escluse dalla procedura selettiva, le domande che perverranno in altra forma.

 

Alla domanda di partecipazione devono essere allegati, a pena di esclusione:

 

  • fotocopia in carta semplice di documento di identità in corso di validità;

  • fotocopia autenticata o dichiarata conforme all’originale, dell’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti;

  • Curriculum professionale redatto secondo il modello europeo (modello allegato al presente avviso) debitamente datato e sottoscritto in cui siano riportati chiaramente i titoli e le esperienze che comprovino i requisiti richiesti, e ogni altra informazione che l’interessato ritenga utile fornire nel proprio interesse, per consentire una valutazione completa della professionalità posseduta. Qualora i candidati non forniscano sul Curriculum indicazioni chiare e complete di tutti gli elementi che consentono una corretta valutazione, la Commissione potrà non procedere all’attribuzione di alcun punteggio alle voci corrispondenti.

Il candidato NON dovrà allegare alla domanda i titoli valutabili, unicamente qualora gli stessi siano posseduti o rilasciabili da questa o altra Pubblica Amministrazione, ma potrà richiederne l’acquisizione d’ufficio e/o rendere dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000, indicando tutti gli elementi necessari al fine di una corretta valutazione dei titoli stessi. Il candidato dovrà comunque fornire tutti gli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni e dei dati indicati, utili ai fini dell’accertamento d’ufficio, della richiesta di conferma  e/o dell’esercizio del controllo da parte del Comune di Reggio Emilia, ai sensi degli artt.  43, 71 e 72 del D.P.R. 445/2000 e della Legge n. 241/1990.

Al fine della certezza del dato e della valutazione, i titoli rilasciabili unicamente da soggetti privati,  verranno valutati unicamente se allegati alla domanda di partecipazione alla Selezione in originale o fotocopia autenticata o dichiarata conforme all’originale.

I titoli di servizio privati, verranno valutati unicamente se certificati o comprovati dal datore di lavoro / soggetto privato che attesti l’avvenuto svolgimento dell’attività e non solo l’inizio della stessa, da cui si rilevino chiaramente tutte le informazioni necessarie alla valutazione del servizio (termine iniziale e finale, rapporto orario, profilo professionale / mansioni svolte, ecc.).

 Non costituisce causa di esclusione la mancata sottoscrizione della domanda o la mancanza di documento di identità allegato alla domanda, qualora la stessa sia  inoltrata tramite PEC personale del candidato.

 La domanda, redatta e sottoscritta unicamente secondo la modalità più sopra indicata, dovrà pervenire entro e non oltre le ore 13,00 del giorno 23 maggio 2016 a pena d’esclusione dalla procedura selettiva stessa, con una delle seguenti modalità:

  • spedita a mezzo del servizio postale, mediante raccomandata A/R, all’Ufficio Archivio del Comune di Reggio Emilia – Via Mazzacurati, 11 – 42122 REGGIO EMILIA;

  • consegnata direttamente presso Comune di Reggio Emilia – Archivio generale – Sez. Protocollo Via Mazzacurati,11 – 42122 Reggio Emilia – (aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00)

  • inoltrata tramite PEC al seguente indirizzo: [email protected]

 

Le buste contenenti le domande di ammissione debbono riportare sulla facciata in cui è scritto l’indirizzo, l’indicazione “Contiene domanda per SELEZIONE PUBBLICA PER CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA AFFERENTE AL SERVIZIO COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON LA CITTA’”

 

Per la validità di arrivo della domanda farà fede:

  • la data di arrivo risultante dal Timbro apposto dall’Ufficio Archivio del Comune di Reggio Emilia sul plico contenente la domanda, se inviata con Raccomandata A/R o consegnata a mano
  • la data di arrivo della PEC presso il Servizio Comunicazione dell’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia in quanto contestuale alla spedizione;

 

Le domande possono essere inviate tramite PEC unicamente dal candidato titolare di indirizzo di PEC.

La domanda inviata tramite PEC all’indirizzo più sopra indicato, deve riportare nell’oggetto della mail, l’indicazione “Contiene domanda di partecipazione SELEZIONE PUBBLICA PER CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA AFFERENTE AL SERVIZIO COMUNICAZIONE E RELAZIONI CON LA CITTA’” e deve essere allegata alla mail in formato .pdf, così pure come il Curriculum professionale e gli eventuali ulteriori allegati.

 

Non saranno prese in considerazione le domande pervenute oltre il termine sopra stabilito, anche se spedite

entro lo stesso.

Il Comune di Reggio Emilia non assume responsabilità per eventuali ritardi/disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente.

Nella domanda i candidati dovranno dichiarare, a pena d’esclusione, le proprie generalità (nome, cognome,

luogo e data di nascita), il recapito, residenza o domicilio, cui dovranno essere inviate tutte le eventuali comunicazioni relative alla procedura selettiva non pubblicabili unicamente con modalità internet – qualora non desumibili da altra documentazione eventualmente allegata alla domanda – nonché la volontà di partecipare alla presente procedura selettiva.

Dovrà inoltre essere dichiarato:

  • il possesso di tutti i requisiti prescritti per l’ammissione alla procedura selettiva (che dovranno essere già posseduti alla data di scadenza dell’avviso);

  • l’indirizzo Email

  • il codice fiscale.

Le dichiarazione rese dai candidati sulla domanda di partecipazione e su curriculum costituiscono dichiarazioni sostitutive ai sensi del D.P.R. 28.12.2000 n. 445.

Si richiama l’attenzione del candidato alle responsabilità penali cui può andare incontro in caso di dichiarazioni non veritiere, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.

Il Comune di Reggio Emilia si riserva di procedere a controlli sulla veridicità delle suddette dichiarazioni sostitutive, ai sensi di quanto previsto dagli artt. 71 e 72 del D.P.R. 445/2000.

Il Comune di Reggio Emilia, qualora risulti necessario per l’esercizio del controllo di cui agli artt. 71 e 72 del D.P.R. 445/2000, provvederà all’acquisizione d’ufficio, o alla richiesta di conferma, delle informazioni oggetto delle dichiarazioni sostitutive, nonché di tutti i dati e documenti che siano in possesso di Pubbliche Amministrazioni, previa indicazione, da parte dei candidati, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti, così come previsto dall’art. 43 del D.P.R. 445/2000.

 

MOTIVI DI ESCLUSIONE

 

Costituiscono motivo di esclusione:

il mancato possesso dei requisiti obbligatori previsti per la partecipazione alla presente procedura selettiva;

l’arrivo della domanda di partecipazione oltre il termine di scadenza stabilito dal presente avviso;

l’inoltro della domanda con modalità diverse rispetto a quelle indicate;

la mancanza, in allegato alla domanda, della fotocopia in carta semplice di documento di identità in corso di validità e/o del curriculum in formato europeo e/o della fotocopia autenticata o dichiarata conforme all’originale) dell’iscrizione all’ordine dei giornalisti;

la mancata sottoscrizione della domanda e/o del curriculum (si precisa che: si intendono sottoscritti la domanda ed il curriculum inoltrati in forma cartacea che rechino la firma autografa in originale; si intendono altresì validamente sottoscritte le domande inoltrate tramite PEC unicamente se trasmesse dall’indirizzo PEC del candidato);

la presentazione della domanda in forma diversa rispetto al “Modello di domanda” appositamente predisposto ed allegato al presente Avviso;

la mancanza dell’indicazione sulla domanda di partecipazione delle generalità del candidato (nome, cognome, luogo e data di nascita), del recapito, residenza o domicilio cui dovranno essere inviate tutte le eventuali comunicazioni relative alla procedura selettiva, unicamente qualora non pubblicabili con modalità internet – qualora non desumibili da altra documentazione eventualmente allegata alla domanda – nonché della volontà di partecipare alla presente procedura pubblica.

L’accertamento della mancanza anche di uno solo dei requisiti prescritti dal presente Avviso per la partecipazione alla suddetta procedura selettiva, nonché degli elementi fondamentali indicati nel curriculum, comporta in qualunque momento l’esclusione dalla procedura selettiva o la decadenza dall’incarico.

 

 

AMMISSIBILITA’ – NOMINA COMMISSIONE GIUDICATRICE

 

Successivamente alla data di scadenza del presente Avviso, la Dirigente responsabile del procedimento,  provvederà al riscontro delle domande pervenute al fine di determinarne l’ammissibilità alla procedura selettiva, sulla base di tutti i requisiti obbligatori richiesti, delle autodichiarazioni rese dai candidati sulla domanda di partecipazione, nonché sulla scorta di eventuali controlli effettuati d’ufficio.

Si provvederà conseguentemente a pubblicare sulla home-page del sito internet del Comune nonché all’Albo Pretorio On-line, l’elenco dei candidati ammessi, ammessi con riserva e non ammessi alla presente procedura selettiva, indicativamente nella giornata del 25 MAGGIO 2016. Il Dirigente responsabile del procedimento, provvederà inoltre a comunicare individualmente ai non ammessi alla presente procedura selettiva la loro non ammissione, con le relative motivazioni, mediante invio all’indirizzo E-mail o PEC fornito dal candidato.

Nessuna comunicazione verrà inviata individualmente ai candidati ammessi alle procedura selettiva.

Pertanto sarà cura dei candidati prendere visione dell’ammissione alla procedura selettiva sull’home-page del sito internet del Comune nonché all’Albo Pretorio On-line.

Una volta verificata la regolarità delle domande pervenute il Dirigente Responsabile del procedimento procederà a nominare una apposita Commissione, tenuto conto di quanto previsto dalla Deliberazione G.C. 19.03.2015, n. 44 “Piano per la Prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità 2015-2017 del Comune di Reggio Emilia”, nonché dalla normativa in materia di Commissioni Giudicatrici di Concorso pubblico che, in via analogica, si ritiene opportuno considerare per la Commissione in argomento (art. 35 c. 3

lett.e) e 35 bis, c.1 lett.a), art. 57, c.1 lett.a) D.Lgs. n. 165/2001, gli artt. 20 “Commissioni Giudicatrici e 21 Incompatibilità” sezione B – L’Accesso – del vigente regolamento sull’Ordinamento Generale degli uffici e dei Servizi del Comune). La Commissione sarà presieduta dal medesimo Dirigente che ha la responsabilità complessiva della procedura selettiva e quale interessato al conferimento dell’incarico, sarà composta anche

da altri 2 soggetti dotati di specifiche competenze tecniche (interni o esterni all’Ente), oltre a un dipendente dell’Amministrazione con funzioni di Segretario verbalizzante, estraneo alle decisioni di valutazione.

 

 

MODALITA’ E CRITERI DI SELEZIONE

 

La Commissione, per la selezione del candidato, seguirà le seguenti modalità e iter selettivo:

Preventiva valutazione Curriculare e successivamente Prova Selettiva, per un ristretto numero di candidati.

 

La Commissione   avrà a disposizione complessivi  Max 100 punti così ripartiti:

max 50 PUNTI destinati alla valutazione del CURRICULUM

max 50 PUNTI destinati alla valutazione di PROVA SELETTIVA

 

VALUTAZIONE CURRICULUM

La Commissione  procederà, per i soli candidati ammessi, alla valutazione dei curricula sulla base dei sottocitati criteri:

 

I Max 50 punti destinati alla valutazione complessiva dei curricula, verranno attribuiti sulla base dei seguenti requisiti:

 

TITOLI CULTURALI / PROFESSIONALI : max 20 punti così ripartiti

 

punti

Possesso di Laurea triennale di cui al D.M. 270/04 appartenente alla classe L-20

o:

Lauree Triennali di cui al D.M. 509/99 ad essa equiparate unicamente così come previsto dalla Tabella allegata al Decreto Interministeriale 09-07-2009 (09A11794);

Diplomi delle Scuole Dirette ai fini speciali istituite ai sensi del DPR n. 162/1982 di durata triennale o Diplomi Universitari istituiti ai sensi della L. n. 341/1990 della medesima durata ad essa equiparate unicamente così come previsto dalle Tabelle allegate al Decreto Interministeriale 11.11.11;

5

Possesso di Laurea magistrale di cui al D.M. 270/04 appartenente alle classi LM19 – LM-59 – LM 92

 

o:

Lauree Specialistiche (LS) di cui al D.M. 509/99 e i Diplomi di Laurea vecchio ordinamento (DL) ad esse equiparate unicamente così come previsto dalla Tabella allegata al Decreto Interministeriale 09-07-2009 (09A11795).

Qualora un Diploma di Laurea conseguito secondo il vecchio ordinamento, trovi corrispondenza con più classi di Laurea Specialistiche o Magistrali ai sensi del citato D. Interministeriale 09.07.2009 (09A11795), il candidato  dovrà dichiarare sulla domanda di partecipazione al concorso a quale singola classe è equiparato il titolo di studio conseguito; tale dichiarazione dovrà essere resa conformemente e sulla scorta di specifica certificazione rilasciabile unicamente a cura dell’Ateneo che ha conferito il Diploma di Laurea (così come previsto dal citato Decreto), a seguito di richiesta effettuata dal candidato interessato all’equiparazione.

10

Possesso di master giornalistici,  diplomi specialistici o rilasciati da scuole di specializzazione coerenti con il profilo professionale fino a:

7

Possesso dell’iscrizione all’ordine dei giornalisti PROFESSIONISTI

3

 

 

Non può essere attribuito alcun punteggio al titolo di studio inferiore se questo risulta parte integrante del corso di studi per conseguire quello superiore. Pertanto in caso di possesso di Laurea Triennale unitamente al possesso di coerente Laurea Specialistica o Magistrale, verrà valutato solo il titolo di studio superiore (LS o LM) in quanto maggiormente favorevole al candidato.

 

 

ESPERIENZE LAVORATIVE PRESSO PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Max 15 punti così ripartiti:

Esperienza professionale acquisita in un ufficio stampa di una Pubblica Amministrazione: max 15 punti in rapporto alla durata dell’esperienza e precisamente

 

Durata dell’esperienza

Punti

Esperienza di durata fino a 5 anni

6

Esperienza di durata fino a 10 anni

12

Esperienza di durata superiore ai 10 anni

15

 

I periodi di servizio /esperienze  coerenti, anche se  prestati presso più Amministrazioni o in periodi differenti, anche non consecutivi, verranno sommati tra di loro al fine di determinare il periodo complessivamente prestato attribuibile di punteggio.

 

 

ALTRE ESPERIENZE LAVORATIVE VALUTABILI: Max 10 punti così ripartiti:

Esperienze professionali acquisite in contesti professionali diversi da quelli sopra indicati  (ad esempio capo ufficio stampa o addetto stampa presso organizzazioni no profit, enti o imprese, organizzazioni di rappresentanza degli interessi, eventi e manifestazioni, candidati ad elezioni o portavoce di uomini o organi/organizzazioni politiche, giornalisti presso testate stampa, web, tv, radio, ecc) : max 10 punti in rapporto alla durata dell’esperienza e precisamente

 

Durata dell’esperienza

Punti

Esperienza di durata fino a 5 anni

4

Esperienza di durata fino a 10 anni

8

Esperienza di durata superiore ai 10 anni

10

 

I periodi di servizio /esperienze  coerenti, anche se  prestati presso più soggetti o in periodi differenti, anche non consecutivi, verranno sommati tra di loro al fine di determinare il periodo complessivamente prestato attribuibile di punteggio.

 

ALTRI TITOLI VALUTABILI : Max 5 Punti

Possono inoltre essere valutati, a discrezione della Commissione, altri titoli formali documentati o verificabili d’ufficio, solo se strettamente inerenti il ruolo ricercato e le funzioni da presidiare come descritte dal presente avviso pubblico,  quali altri Corsi di Formazione professionale (diversi rispetto a quelli indicati nella Categoria titoli culturali /professionali),  pubblicazioni, docenze, partecipazione a convegni, ecc fino ad un maxdi 5 punti , da attribuire in rapporto alla durata e/o alla qualità degli stessi.

 

La Commissione, a proprio insindacabile giudizio, prima dell’inizio della valutazione dei curricula, potrà stabilire ulteriori criteri di dettaglio per la ripartizione dei punteggi sopraindicati alle diverse voci.

La Commissione si riserva la facoltà di non procedere ad attribuzione di punteggio alle diverse voci curriculari per le quali non siano state rese dal candidato, in modo chiaro, completo ed esaustivo, tutte le informazioni necessarie ad una corretta valutazione, anche mediante produzione in allegato alla domanda, di

documentazione aggiuntiva, con particolare riferimento ai certificati rilasciabili unicamente da soggetti privati.

 

 

PROVA SELETTIVA

 

La Commissione, successivamente alla valutazione dei curricula, inviterà i primi 15 candidati che avranno ottenuto nella valutazione dei curricula il punteggio finale più alto (avuto riguardo alla eventuale parità di punteggio),  per lo svolgimento di una prova selettiva  finalizzata alla verifica dei requisiti professionali.

 

PROVA SELETTIVA

La Commissione avrà a disposizione un massimo di 50 punti così suddivisi:

30 punti all’elaborato scritto e 20 punti al colloquio.

 

La prova scritta consisterà nella redazione di un comunicato stampa da eseguire secondo le indicazioni che verranno impartite dalla commissione.

A tale parte di prova verrà attribuito il punteggio massimo di 30 punti.

Tale parte di prova si intenderà superata con l’ottenimento di un punteggio non inferiore a 15 punti.

Il colloquio, finalizzato alla verifica delle conoscenze e competenze del candidato avrà per oggetto i temi elencati al capoverso requisiti richiesti.

A tale parte di prova  verrà attribuito il punteggio massimo di 20 punti.

Tale parte di prova si intenderà superata con l’ottenimento di un punteggio non inferiore a 10 punti.

Pertanto la prova selettiva si intenderà superata con l’ottenimento di un punteggio complessivo non inferiore a 25 / 50.

Il punteggio complessivo riportato nella prova selettiva verrà sommato al punteggio riportato nella valutazione curriculare ai fini della graduatoria finale espressa in 100.

La Commissione al termine della valutazione curriculare, provvederà a pubblicare sul sito del Comune di Reggio Emilia all’indirizzo www.comune.re.it/comune nonché all’Albo Pretorio Online, indicativamente alla data del 27 MAGGIO 2016, il punteggio totale riportato da ogni singolo candidato, nonché l’elenco dei primi 15 candidati (o anche di un numero maggiore, avuto riguardo alla eventuale parità di punteggio) che, avendo ottenuto il punteggio più alto, verranno convocati alla successiva prova selettiva.

 Poiché, per celerità nell’espletamento della procedura e per ragioni di urgenza nel conferimento dell’incarico,  la prova selettiva si svolgerà in termini temporali ravvicinati rispetto alla scadenza dell’avviso, si comunica già fin da ora, che la prove selettive stesse, unicamente per i candidati ammessi alle medesime, avranno  luogo 

 

a decorrere dal 30 Maggio 2016, su una o più giornate d’esame

presso una sede municipale e con orari che saranno precisati nella comunicazione di ammissione 

 

La mancata presentazione alla prova selettiva costituisce motivo di esclusione. I candidati ammessi dovranno presentarsi con valido documento di riconoscimento con fotografia, a pena di esclusione.

In ogni caso, per ragioni di celerità, trasparenza ed economicità del procedimento, tutte le comunicazioni ai candidati saranno fornite mediante pubblicazione sul sito del Comune di Reggio Emilia all’indirizzo www.comune.re.it/comune

Tali pubblicazioni hanno valore di notifica a tutti gli effetti.

I candidati sono pertanto tenuti, per tutta la durata della presente procedura, a consultare il sito di riferimento.

In caso di comunicazioni da inviarsi individualmente ai candidati, il Comune di Reggio Emilia non assume responsabilità per eventuali ritardi/disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente, ivi compreso l’indirizzo di posta elettronica, o per la mancata o tardiva comunicazione dei cambiamenti di indirizzo indicati sulla domanda.

Be Sociable, Share!

GRADUATORIA E CONFERIMENTO DELL’INCARICO