Operazione Paradise: presi i trafficanti del centro di Reggio
Sei arrestati, oltre 2.000 vendite di droga
Cocaina e eroina arrivavano da Milano
Segnalati commercianti e professionisti insospettabili

31/5/2016 – Con l’operazione “PARADISE” (così denominata perché la base operativa era in Via Paradisi) i Carabinieri dell’aliquota operativa della compagnia di Reggio Emilia hanno disarticolato un’organizzazione transazionale di spacciatori, documentando  diverse migliaia di cessioni di cocaina ed eroina per un business milionario.

Le partite di droga affluivano dall’hinterland milanese  in Via Paradisi, nella zona della stazione di Reggio Emilia, e venivano poi spacciate nelle piazze e ai parchi del centro storico: zona teatro Valli, isolato San Rocco, Piazza Fontanesi, zona stazione etc..).

Zor Essafi

Zor Essafi

Tra i numerosi consumatori segnalati dai Carabinieri anche esercenti e dipendenti di attività commerciali sempre del centro storico.

Ma ecco i numeri dell’operazione Paradise, coordinata dal pm di Reggio Emilia Valentina Salvi:  sei persone tratte in arresto (5 in carcere e una ai domiciliari),  sei sottoposte al divieto di dimora nella provincia di Reggio Emilia, una sottoposta con obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria, oltre 2.000 cessioni di droga documentate dai Carabinieri nel corso delle indagini, mezzo chilo di cocaina sequestrata e decine di assuntori segnalati dai Carabinieri. Il sodalizio criminale era formato prevalentemente da tunisini,  ma anche da marocchini e un libanese.

Tarek Rhimi

Tarek Rhimi

L’inchiesta, avviata nel settembre 2015 e sviluppata avvalendosi anche di attività tecniche (servizi di osservazione e pedinamento, intercettazioni telefoniche ed ambientali, riprese video e dichiarazioni rese da taluni assuntori), ha permesso di:

  • documentare oltre 2.000 episodi di spaccio;

  •  

  • segnalare alla Prefettura più di 20 consumatori,  tra cui professionisti,

    Youssef Saghraoui

    Youssef Saghraoui

  • commercianti e dipendenti di attività commerciali della città del Tricolore;

  • arrestare in flagranza di reato 5 trafficanti e di sequestrare oltre 500 grammi di stupefacenti, tra cocaina ed eroina, nonché 1.300 euro  in contanti, provento della peculiare attività criminale;

  • individuare e neutralizzare un importante canale di approvvigionamento della droga , acquistata prevalentemente nella piazza milanese.

    Ahmed Ennaji

    Ahmed Ennaji

PARADISE 5Da qui 13 provvedimenti cautelari emessi dal Gip di Reggio Emilia, tutti eseguiti dai Carabinieri reggiani che hanno operato nelle province di Reggio Emilia, Milano, Novara e Varese.

In carcere sono finiti i fratelli tunisini Tarek RHIMI 37enne residente a Reggio Emilia, Maher RHIMI di 33 anni e Hicham RHIMI di 35, entrambi clandestini,

Maher Rhimi

Maher Rhimi

i cittadini marocchini clandestini Youssef SAGHRAOUI di 36 anni  e Ahmed ENNAJI di 27 anni, mentre la 23enne Zhor ESSAFI, marocchina residente a Lonate Pozzolo (Varese) è finita ai domiciliari: insieme a Rhimi Tarek è rivenuta a capo dell’organizzazione.

Provvedimento cautelare del divieto di dimora nella Provincia di Reggio Emilia, invece, nei confronti di altri  4 tunisini, un marocchino e un libanese, tutti senza fissa dimora. Obbligo di presentazione alla P.G. per un 34enne cittadino tunisino domiciliato a Reggio Emilia.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *