Il Pd vince la gestione del Campovolo
Unico concorrente, 1 euro di rilancio

3/5/2016 – Il Partito Democratico di Reggio Emilia si è aggiudicato la concessione di 150 mila metri quadrati di area non operativa del Campovolo. Come nelle previsioni , è stato l’unico concorrente alla gara indetta dalla società Aeroporto Spa, conclusa il 25 marzo con la proclamazione, verrebbe da dire pro-forma, del vincitore: il raggruppamento temporaneo di imprese formato da Aliante Servizi (braccio operativo del Pd, rappresentato dal direttore della Festa de l’Unità Paolo Cervi) e il colosso Coopservice. La commissione di gara era formata dall’ingegner  Marco Boschini (Presidente),  da Matteo Cervi e da Monica Prandini in qualità di membri esperti.

fFesta de l'Unità al Campovolo

Festa de l’Unità al Campovolo

Tutto come previsto, considerato che la gara secondo alcuni sembrava fatta apposta per scoraggiare concorrenti che non avessero come il Pd  un’esperienza maturata in decenni di gestione dell’area Campovolo, con le Feste de l’Unità. Il particolare sorprendente, a conferma che nella vicenda pesa anche una buona dose di sfrontatezza, è che la cordata Aliante-Coopservice si è aggiudicata la gara offrendo un canone annuo di 80.001 euro, con un aumento memorabile di 1 euro rispetto alla base d’asta di 80 mila euro.

Non è uno scherzo, ma la conferma plateale che il Pd era più che sicuro di non trovare concorrenti e quindi di vincere facile, di fatto senza rilanci, con un canone addirittura più vantaggioso rispetto al precedente: 0,53 euro l’anno al metro quadrato, contro i 16.073 per 7mila mq di prima, pari a 2,30 euro. In sostanza, con la nuova gara il Pd pagherà quasi 5 volte di meno.

La notizia di questa ennesima dimostrazione di potenza del sistema Pd è stata diffusa dai consiglieri comunali di Alleanza Civica Cinzia Rubertelli e Cesare Bellentani.

“Come volevasi dimostrare – scrivono – l’Amministrazione pubblica governata dal Pd ha ottenuto il risultato che era prevedibile; viene assicurata al PD la concessione dell’area aeroportuale , ed è evidente che ciò comporta un incasso non irrilevante per il partito.

Concerto di Ligabue al Campovolo

Concerto di Ligabue al Campovolo

L’esito del bando per la sub-concessione dell’area non operativa dell’Aeroporto è politicamente un affare che ha riflessi economici che vanno analizzati, come abbiamo avuto modo di leggere sulla stampa senza che vi sia stata smentita alcuna; il dato peggiore – aggiungono Bellentani e Rubertelli – è che l’architettura stessa dello stesso  bando era tale da scoraggiare in modo drastico la partecipazione ad esso. Tale bando altamente selettivo era esattamente quanto avevamo temuto e per altro denunciato per tempo”.

“E si badi alla particolarità: la società di servizi del PD ha presentato un’offerta (in Ati con Coopservice), per un canone annuo maggiorato rispetto la base d’asta di 1 euro!

Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli, consiglieri di Alleanza Civica

Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli, consiglieri di Alleanza Civica

Era infatti difficile ipotizzare che altri soggetti presentassero offerte più rilevanti, ed è appunto quanto si è puntualmente verificato: una base d’asta fissata in 80.000 euro per 150.000 mq che apparivano già decisamente sproporzionati rispetto, ad esempio, all’affitto di 16.073 euro che Aliante pagava in precedenza per 7.000 mq di area concessionata.

Non bastasse ciò, anche l’offerta per la riduzione dei tempi di realizzazione dei diversi interventi richiesti si è limitata all’ 1%.

Questo conflitto d’interesse – concludono Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli –  è abbastanza evidente ed il Sindaco deve spiegazioni alla città”.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *