Campovolo, un affare troppo d’oro
Il Pd querela Bellentani e Rubertelli per le critiche al bando vinto dal partito con un solo euro di rilancio

26/5/2016 – Altro che dibattito politico: ormai volano le carte bollate. Il Partito democratico non vuole minimamente saperne di critiche e richieste di chiarimenti sull’operazione Campovolo, e passa alla querela nei confronti dei consiglieri di Alleanza Civica in Sala del Tricolore, Cinzia Rubertelli (Grande Reggio-Progetto Reggio) e Cesare Bellentani della lista Magenta . Lo ha annunciato il segretario provincia Andrea Costa a margine di una conferenza stampa per la presentazione del programma spettacoli di FestaReggio.

Concerto di Ligabue al Campovolo

Concerto di Ligabue al Campovolo

Il partito ritiene diffamatorie alcune dichiarazioni degli esponenti dell’opposizione sul bando emesso dalla società Aeroporto, controllata dal Comune di Reggio, per assegnare in subconcessione l’area non operativa del Campovolo. Il bando è stato vinto dall’unico soggetto che ha presentato un’offerta: l’associazione di imprese capitanata da Aliante Servizi, societa’ controllata al 100% del Pd, concessionaria uscente e storica organizzatrice di Festareggio, che si è aggiudicata in cordata con Coopservice la gestione dell’area per una durata di nove anni rinnovabili. Il vincitore era talmente sicuro di aver nessun concorrente tra i piedi, da aver presentato un’offerta in aumento di un solo euro: e con quella ha vinto.

Andrea Costa accanto a Renzi

Andrea Costa accanto a Renzi

Va ricordato che 24 ore dopo la chiusura dei termini, quando non poteva entrare in gara più nessuno, il sindaco Luca Vecchi ha annunciato che il Mirabello non sarà più concesso per concerti e spettacoli. Inoltre un mese dopol’assegnazione Coopservice (che insieme ad aliante si è aggiudicata la gara del Campovolo) ha presentato un’offerta per la famosa arena spettacoli.

A insospettire Bellentani e Rubertelli  è stato proprio il dettaglio che la base d’asta prevedeva un canone annuo pari a 80.000 euro per un’area di circa 150.000 metri quadri, mentre l’offerta vincitrice è stata maggiorata di appena un euro. Da qui l’esposto in Procura dei civici, che hanno adombrato il sospetto di un bando stato architettato per favorire il Pd, peraltro insediato da decenni in una porzione dell’area ora ottenuta in sub concessione. La risposta del partito ora arriva con la querela.

Tuttavia sull’area concessa pende anche una seconda spada di Damocle: la maxiarena per concerti. Secondo il bando, se la struttura verrà realizzata, l’area assegnata in subconcessione ritornerebbe nella disponibilità della società Aeroporto e la location storica di Festareggio potrebbe essere in forse. Su questo argomento Costa commenta: “Il fatto che il nostro partito si sia impegnato in modo importante su quell’area ha avuto, insieme agli eventi di alcuni artisti singoli, la ”colpa” di lanciare la suggestione del progetto della maxiarena”.

Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli, consiglieri di Alleanza Civica

Cesare Bellentani e Cinzia Rubertelli, consiglieri di Alleanza Civica

Ciò premesso il segretario del Pd aggiunge: “Noi stiamo alla finestra per vedere che cosa succede, sapendo che da anni occupiamo quella porzione di Campovolo e potremmo restarci”. Infatti, osserva  Costa, “un progetto (l’arena) non confligge con l’altro (la festa del Pd)”.

Del resto, a presentare il progetto è il colosso coop socio del Pd nella sub concessione. Quale problema c’è?

(fonte: Dire)

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Ivaldo Casali Rispondi

    26/05/2016 alle 19:57

    I cattocomunisti, “veri o finti”, sono illibati e pertanto intoccabili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *