Terra di nessuno
Blitz dei Carabinieri alle ex Reggiane, trovata costosa bici elettrica: di chi è?

19/4/2016 – Blitz dei Carabinieri nell’area ex-Reggiane, che ormai è diventata la corte dei miracoli della città: rifugio di sbandati e senzatetto, e soprattutto centrale dello spaccio di droga. Da lì gli spacciatori si spostano in biciletta raggiungendo il centro, dove piazzano la merce al giro dei clienti. Ma la zona è anche il luogo ideale per la ricettazione e per far sparire la merce rubata.

Nel mirino dei militari Comando Provinciale, dunque,  il vasto arcipelago del degrado che caratterizza le ex-Reggiane: dai pusher agli sbandati, dagli ubriachi ai cosiddetti pendolari della droga che, provenienti anche da altre province, “presidiano” l’area, sino alle squadre di ladri.

In azione diverse pattuglie nei colori d’istituto, supportate da personale in borghese e da auto civetta dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Reggio Emilia.

Nel fuggi fuggi generale i Carabinieri sono riusciti a fermare alcune persone,  tutte con precedenti di polizia. Alcune dosi di eroina sono state rinvenute nascoste tra i cumuli di spazzatura all’interno di locali bivacco di sbandati, in pessime condizioni igienico sanitarie. E in uno dei capannoni i carabinieri hanno rinvenuto una costosa bicicletta elettrica interamente cromata marca Scoiattolo con pedalata assistita.

La bici elettrica Scoiattolo a pedalata assistita, rinvenuta dai Carabinieri nell'area ex-Reggiane. Qualcuno la reclama?

La bici elettrica Scoiattolo a pedalata assistita, rinvenuta dai Carabinieri nell’area ex-Reggiane. Qualcuno la reclama?

Si tratta di un costoso prototipo di bicicletta elettrica la cui provenienza (evidentemente un furto) è ancora al vaglio degli inquirenti. Non avendo segni di  riconoscimento, è difficile risalire al proprietario: per questo i carabinieri rivolgono un appello a chi avesse subito il furto della bicicletta, del valore di circa 3.000 euro, a presentarsi, denuncia alla mano, presso gli uffici della caserma di Corso Cairoli per le procedure di riconoscimento e restituzione.

I controlli nell’area Reggiane  proseguiranno – assicurano i Carabinieri – per dare le dovute risposte alle incessanti richieste di sicurezza.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *