Ragazzino cinese di 14 anni investito da bus della linea 2 in viale Isonzo: gravissimo

5/4/2016 – Questo pomeriggio intorno alle 14  un mezzo Seta in servizio sulla linea urbana n° 2 di Reggio Emilia (direzione Sant’Ilario) ha investito ragazzino cinese di 14 anni che stava attraversando Viale Isonzo, diretto presumibilmente verso viale Regina Elena. Secondo quanto riportato dal conducente del bus e da alcuni testimoni presenti, lo studente  stava attraversando la strada in prossimità delle strisce pedonali, nonostante su entrambi i lati della carreggiata i veicoli stessero transitando con luce semaforica verde. Il ragazzo, peraltro, non si è potuto accorgere del sopraggiungere del bus in questione poiché ha attraversato la strada subito dopo il passaggio di un altro autobus in senso contrario (direzione Porta Santa Croce), avendo quindi la visuale completamente ostruita rispetto ai veicoli che sopraggiungevano da Porta Santa Croce in direzione caserma Zucchi.

Il bus della linea 2 col parabrezza danneggiato

Il bus della linea 2 col parabrezza danneggiato

 

Una volta oltrepassata la linea di mezzeria, infatti, è stato investito dal bus  il bus della linea 2,  il cui conducente non ha potuto far nulla per evitare la collisione. Un impatto tremendo: il giovanissimo ha battuto la testa contro il parabrezza del bus ed è stato scaraventato a terra.

 

Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato il ferito all’ospedale Santa Maria Nuova.  I rilievi di legge sono stati effettuati da parte della Polizia Municipale che, al momento, non ha posto sotto sequestro il mezzo di Seta. La dinamica dell’accaduto potrà essere ulteriormente chiarita esaminando le immagini registrate dalla telecamera digitale posta sul parabrezza del bus, che Seta ha subito messo a disposizione della Polizia Municipale. Nell’incidente non risultano coinvolti altri mezzi, né altre persone.

Non appena appreso dell’incidente, Vanni Bulgarelli e Roberto Badalotti, presidente e direttore generale di Seta,  si sono recati all’ospedale Santa Maria Nuova per esprimere a nome dell’azienda vicinanza alla famiglia del giovane, attualmente ricoverato in rianimazione. Bulgarelli e Badalotti hanno inoltre manifestato la propria solidarietà all’autista coinvolto nell’incidente, la cui condotta risulta al momento esente da responsabilità.

E’ una specie di maledizione quella che colpisce la linea 2: poco più di due anni fa alla vecchia fermata di porta Santa Croce (oggi soppressa e sostituita con l’ampia fermata di piazza Giovanni Paolo II) un bus della stessa linea e che procedeva nella stessa direzione travolse e uccise lo studente ghanese Sylvester Agyemang di 14 anni.

L’azienda – che ha dato notizia dell’incidente – in un comunicarto “garantisce, come sempre, massima disponibilità a collaborare con le forze dell’ordine per chiarire l’esatta dinamica dell’accaduto. Il mezzo coinvolto nell’incidente è rientrato presso il deposito di via del Chionso, dove resta a disposizione per eventuali ulteriori accertamenti”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *