La mano rossa di Giuliano Tomaino nella sede Cir Food

21/4/2016 – Da oggi una grande mano rossa in ferro dipinto, di grande forza espressiva, una mano che sembra trasformarsi  in albero, dà il benvenuto ai collaboratori e ai visitatori della sede centrale di CIR food, in via Nobel a Reggio Emilia. Svelata questa mattina, l’opera porta la firma inconfondibile dello scultore-pittore Giuliano Tomaino, autore fra l’altro delle installazioni per l’Expo 2015.

Il popolo Cir Food intorno alla mano rossa di Giuliano Tomaino, all'ingresso della sede di via Nobel

Il popolo Cir Food intorno alla mano rossa di Giuliano Tomaino, all’ingresso della sede di via Nobel

La scultura oltre a simboleggiare proprio la stgraordinaria esperienza di Cir Food all’Expo, sottolinea anche  il valore che la cooperativa di ristorazione assegna alll’arte e alla cultura, come “nutrimento per la mente e per la creazione di nuove idee che diano spinta all’innovazione”, ha commentato Chiara Nasi. ”Tra le tante opere che ci hanno accompagnato all’Esposizione Universale – ha aggiunto – abbiamo scelto la mano come simbolo di accoglienza, solidarietà e saper fare. Tutti valori importanti per un’ impresa cooperativa come la nostra, valori in cui crediamo e che cerchiamo di vivere ogni giorno”.

Giuliano Tomaino con Chiara Nasi, presidente di Cir Food

Giuliano Tomaino con Chiara Nasi, presidente di Cir Food

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *