Il museo Sarzi si apre all’Europa
Gianni Pittella in visita alla Casa dei burattini

28/4/2016 – Gianni Pittella, presidente dei Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo , ha fatto visita al Museo – Casa dei Burattini di Otello Sarzi, in via del Guazzatoio a Reggio Emilia.  La visita è avvenuta in ocasione del suo intervento alla seconda edizione  della School of Democracy del Pd.

 

L'europarlamentare Gianni Pittella al Museo Sarzi

L’europarlamentare Gianni Pittella al Museo Sarzi

Nella visita al Museo, accompagnato da Rossella Cantoni, nuova Presidente della Fondazione Sarzi e da Isabelle Roth direttrice del Museo, è stato presentato a Pittella il programma di attività per il 2016 e 2017. E così anche ricordato quanto sia risultata rilevante  per l’esperienza reggiana, leader mondiale nell’educazione della prima infanzia, la collaborazione fra  Loris Malaguzzi, Gianni Rodari e Otello Sarzi.

Da sinistra Rossella Cantoni, Gianni Pittella e Isabelle Roth tra le creazioni di Otello Sarzi

Da sinistra Isabelle Roth, Gianni Pittella e Rossella Cantoni tra le creazioni di Otello Sarzi

” I tre negli anni ’70- scrive Rolando Gualerzi, vicepresidente della fondazione Famiglia Sarzi –  favorirono la presa di coscienza dei pubblici amministratori e genitori del perché fosse importante per la sensibilizzazione e formazione delle pedagogiste, educatrici e atelieriste delle scuole dell’infanzia di  Reggio Emilia, proporre e sostenere tutti i linguaggi, compresi quelli non-verbali.   Rodari li riassunse anche nel suo libro Grammatica della fantasia: “Non affinché qualcuno diventi artista, ma affinché nessuno sia schiavo“.

Il Museo, nella sede di via del Guazzatoio, a Reggio Emilia, è visitabile gratuitamente nelle ore d’apertura o su prenotazione.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. carlo Rispondi

    28/04/2016 alle 16:58

    Bravissime. Speriamo in aiuti concreti, anche se un rondine non fa primavera. Fin ad ora molte chiacchiere e contributi poco o zero, quando invece tale fondazione dà prestigio alla città ed al nostro Paese.
    Carlo Baldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *