Marlene Kuntz al Fuori Orario: ritorno al futuro

5/4/2016 – Un ritorno al rock degli inizi, ma con la maturità di oggi e 12 canzoni nuovissime da aggiungere a quelle storiche. È la «Lunga attesa» dei Marlene Kuntz, decimo album di inediti nei loro 25 anni di carriera, che ora proietta la band piemontese in un tour con tappa «obbligata» venerdì 8 aprile 2016 al circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia).

Il disco è stato pubblicato il 29 gennaio e accompagnato dal singolo «Fecondità», mentre negli Space Cinema il 17 febbraio è uscito il film «Marlene Kuntz. Complimenti per la festa», girato in molti club, e la tournée è partita addirittura da Parigi il 25 febbraio. Sul palco,  va da sè, il leader Cristiano Godano voce e chitarra, Luca Bergia alla batteria e percussioni, Riccardo Tesio alle chitarre e il «Marlene aggiunto» Luca Saporiti aka Lagash.

Marlene Kuntz

Marlene Kuntz

Il concerto comincia alle ore 23, preceduto alle 22 dal performer Lory Muratti con lo spettacolo «Scintilla» (album edito da Mescal ed eBook pubblicato da Feltrinelli), che in versione ridotta si configura come monologo-concerto-incursione dove l’artista trasporta il pubblico dei Marlene fra le note e le parole di una storia emozionante. Ingresso con tessera Arci e biglietti a 15 euro, prenotabili su www.arcifuori.it o in prevendita al Fuori Orario, nei punti abituali e su TicketOne. Per chi non è interessato al concerto, ingresso a 12 euro con una consumazione inclusa e accesso alle altre aree. Dalle 0.30 dj set di Tano. Il Fuori Orario apre alle 20, insieme al punto ristoro (per la cena prenotare allo 0522-671970). Dalle ore 20.30 alle 22, Apericena offerto con la selezione musicale di Puccione. Infowww.arcifuori.it.

I Marlene Kuntz non hanno mai staccato la spina nell’ultimo anno – tanto che il tour celebrativo di «Catartica» si è concluso a Londra l’8 dicembre – e sono quindi ripartiti con una nuova scaletta, riappropriandosi di quello che è a tutti gli effetti il loro tratto distintivo, la loro matrice: il palco. In 25 anni sono quasi 2000 i concerti ufficiali che li hanno visti protagonisti, perché amano condividere il live col loro pubblico.

L’album «Lunga attesa» è stato anticipato dal singolo radiofonico «Fecondità»: «Il suo tiro, la sua cantabilità, le sue chitarre groovy e noise al contempo – raccontano i Marlene – danno un’idea del tipo di attitudine del disco. Un’attitudine marcatamente rock, nel senso più ampio possibile, con un suono bello, scuro, sporco. Il testo invita alla morigeratezza nell’uso delle parole, dette e scritte: viviamo in un’epoca chiassosa dove tutti, sempre più, dicono tutto. E il silenzio, così proverbialmente ricco di preziosità, latita agonizzante».

In occasione dell’uscita del cd, il gruppo ha lanciato l’esperimento di far musicare il testo della title-track «Lunga attesa» da chiunque (solista o band) lo desiderasse, creandone così una versione propria. Tra i brani ricevuti ne sono stati scelti tre e i rispettivi autori hanno avuto la possibilità di aprire la prima data italiana del tour. Ma diverse altre versioni (delle oltre 300 arrivate) continuano poi a essere diffuse quotidianamente dai Marlene Kuntz sulla loro pagina Facebook ufficiale. «Riteniamo che la cosa più affascinante di questa idea – spiegano i Marlene – sia stata l’invito alle persone a far musica e a condividerla, dando loro un’occasione di visibilità».

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *