Giornalisti: “Il processo Aemilia ha reso giustizia a Sabrina Pignedoli e Gabriele Franzini”

di Mario Guidetti*

25/4/2016 – “Io ho un concetto etico del giornalismo. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza e la criminalità, impone ai politici il buon governo. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, si porta sulla coscienza tutti i dolori umani che avrebbe potuto evitare e le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni e le violenze che non è stato mai capace di combattere”  Sono parole di Giuseppe Fava.

Mario Paolo Guidetti

Mario Paolo Guidetti

Giuseppe Fava, come Carlo Casalegno, Ilaria Alpi, Giancarlo Siani, Walter Tobagi e tanti, tantissimi altri giornalisti, sono stati assassinati per avere svolto la professione con onore, rispettando cioè il dovere della verità.

Subdoli e innumerevoli sono i tentativi per tentare di condizionare la libertà di stampa, il dovere dell’informazione. Ma i giornalisti hanno la schiena diritta. Lo hanno dimostrato i giornalisti reggiani Sabrina Pignedoli e Gabriele Franzini che non hanno esitato a denunciare le pressioni subite.      Le sentenze del “Processo Aemilia” con la condanna dei rei, ha reso loro giustizia. A loro il solidale abbraccio dei giornalisti.

“Ma l’aspetto che riteniamo più importante – ha scritto (e noi lo condividiamo) Antonio Farnè, presidente Ordine dei Giornalisti Emilia Romagna  – è che da questa sentenza emerge chiaramente un riconoscimento del ruolo svolto dalla libera stampa, al servizio esclusivo della pubblica opinione e dei cittadini. Raccontare l’inquietante fenomeno della criminalità organizzata rispettando con coraggio il principio della verità, significa contribuire in maniera tangibile a contrastare tale fenomeno e a favorire la diffusione della cultura del diritto e della legalità”. 

Cordialità e…Adelante, hasta la victoria, del bene e della verità, siempre

*Consigliere naz.le Ordine dei Giornalisti 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Bene Rispondi

    25/04/2016 alle 14:58

    Quando la Giustizia funziona.

Rispondi a Bene Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *