Brescello: pirata della strada pakistano ferisce barista e scappa
Individuato e denunciato grazie a un cittadino

17/4/2016 – Grazie a un cittadino che lo ha inseguito e ha rilevato il nemero di targa, i carabinieri hanno potuto individuare e denunciare un pirata della strada che dopo aver investito un uomo in quadriciclo, provocandogli serie ferite, è fuggito senza prestare soccorso. Ora, in base alla nuova legge sull’omicidio stradale e le lesioni gravi, rischia grosso.

Il fatto è avvenuto sulla statale 62 a Brescello. Il pirata un cittadino pakistano di 28 anni che alla guida di un Fiat Ducato bianco, all’incrocio tra via Cisa Ligure e via Imperiale  ha tamponato con violenza  un quadriciclo condotto da un brescellese di 38 anni, di professione barista che nell’impatto e nella caduta che ne è seguita ha riportato traumi al torace giudicati guaribili in 21 giorni salvo complicazioni.

Il pakistano anziché fermarsi e prestare soccorso com’è obbligo tassativo in queste circostanze, è fuggito alla guida del Ducato. Ma è incappato in un cittadino che non ha lasciato correre e si è lanciato al suo inseguimento, riuscendo ad annotare la targa del furgone.

Mentre il ferito veniva soccorso dai sanitari del 18, sul posto sopraggiungevano i carabinieri di Boretto i quali, grazie alla targa fornita dal cittadino, sono risaliti rapidamente al pakistano e lo hanno denunciato alla procura di Reggio Emilia per lesioni personali colpose e fuga dopo incidente con danno alle persone.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *