Boom Mediopadana, Sala del Tricolore delibera l’aumento dei taxi a Reggio Emilia
All’asta 24 nuove licenze: arriveremo agli standard di Parma e di Modena

12/4/2016 – Il Consiglio comunale ha approvato ieri – 20 voti favorevoli (Pd, Bertucci del Movimento 5 Stelle, Sel), e 9 astenuti (Forza Italia, Movimento 5 Stelle, Grande Reggio Progetto Reggio-Alleanza Civica, Lista civica Magenta-Alleanza Civica) – la delibera sugli ‘Indirizzi per l’incremento del numero dei taxi operativi nel comune di Reggio Emilia”.

Dopo vent’anni in cui, a Reggio Emilia, il numero delle licenze e quindi dei taxi in servizio è rimasto invariato, con la delibera di oggi si introduce un incremento di 24 nuove licenze, a fronte delle attuali 36. L’amministrazione si è decisa al grande passo, dopo tante resistenze della gilda dei tassisti e per converso tanti inascoltati appelli dei cittadini, dopo il boom della domanda di passaggi taxi legata alla stazione dell’alta velocità.

Attualmente a Reggio Emilia è disponibile un taxi ogni 4.700 abitanti circa: il dato regionale più basso tra le città di analoghe dimensioni e con servizi similari. Basti pensare a Modena (un mezzo su 2.750 abitanti), Parma (un mezzo su 3.100 abitanti), Piacenza (uno su 3.300 abitanti), Ferrara (uno su 2.700 abitanti). Con l’incremento si raggiungerebbe subito uno standard di un taxi ogni 3.300 abitanti, in analogia con Parma e Piacenza, per poi arrivare a uno ogni 2.800 abitanti, in linea con Modena e Ferrara.

Saranno favoriti, nell’assegnazione delle licenze, alcune categorie quali donne, giovani, disoccupati e sono previste delle agevolazioni riguardo ad altri criteri quali ‘emissioni zero’: l’impegno a svolgere il servizio con un mezzo elettrico o a ridotto impatto ambientale.

Sarà valutata anche l”accessibilità ai disabili’, ovvero l’acquisto e l’utilizzo di mezzi pienamente accessibili, nei limiti di legge.

Le licenze sono emesse a titolo oneroso ma, a seconda dei criteri ‘premianti’ citati, saranno previsti sconti che potrebbero ridurre molto il contributo previsto, riducendo al minimo le ‘barriere’ in ingresso. Saranno previsti l’obbligo di installazione del Pos per il pagamento elettronico e il controllo satellitare dei mezzi.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Quanto guadagnano? Rispondi

    12/04/2016 alle 11:35

    Così per curiosità..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *