Non leggono neppure le loro delibere
Delrio alla Dda: “Non sapevo che Maria Sergio fosse nata a Cutro”

11/4/2016 – Detta così appare francamente ridicola, una battuta da lercio.it. Però è vera. Nel maggio 2012 il ministro Graziano Delrio, all’epoca sindaco di Reggio Emilia, dichiarò ai pm della Dda di Bologna di non sapere che Maria Sergio, dirigente dell’urbanistica assunta da lui al Comune di Reggio Emilia, fosse nativa di Cutro. E’ scritto papale papale dei verbali dell’interrogatorio dell’ex sindaco a Bologna:

Il pm Roberto Pennisi: Si riferisce alla signora Sergio, mi pare di cognome…

Delrio: “Sergio Maria…”

Il pm: Nata a Cutro!

Delrio: “E’ nata a Cutro, allora sì, questo non lo sapevo. Comunque lei è una dirigente di lungo corso, diciamocosì,è stata dieci anni in Provincia e adesso è da noi. Perchè sì… poi chi è che c’è? Perchè sto pensando…”.

Senta…

“No l’avvocatura è napoletano”. (Il riferimento è al responsabile dell’ufficio legale del comune ndr.)

Le risulta se questa dirigente… cos’è urbanistica?

“Urbanistica”.

Abbia parentele più o meno strette con persone, ovviamente sempre originarie di Cutro ,svolgente attività imprenditoriale nel settore delle opere, costruzioni, o quant’altro insigni…

“No, non mi risulta”.

Maria Sergio

Maria Sergio

Queste le risposte di Delrio alla Procura antimafia. Passi che il sindaco non sapesse delle parentele di Maria Sergio con imprenditori del settore edile come i Turrà, beneficiari fra l’altro del piano edilizio Tu-2 di Mancasale da 17 mila metri quadrati di superficie edificabile, approvato in consiglio comunale dal Pd nel luglio 2012 (quando Maria Sergio era dirigente del settore urbanitico e suo marito Luca Vecchi, l’attuale sindaco di Reggio Emilia, era capogruppo del Pd). Di quella parentela parlò, due anni dopo,  la famosa lettera del corvo circolata a Reggio e finita sul tavolo della Dda alla vigilia delle elezioni del 2014 che decretarono la vittoria del sindaco Luca Vecchi, marito della Sergio.

Ma viene da sorridere che Graziano Delrio non sapesse che la Sergio era originaria di Cutro, cosa arcinota in tutta la città: evidentemente non aveva letto con attenzione la delibera con cui la sua Giunta comunale il 29 novembre 2004 assumeva Maria Sergio in forza al Comune di Reggio con decorrenza 1° dicembre 2016. Delibera in cui è scritto con chiarezza che la dirigente è nata a Cutro (Kr) il 14.7.1970.

Il ministro Graziano Delrio col sindaco Luca Vecchi

Il ministro Graziano Delrio col sindaco Luca Vecchi

Strano che non glielo avessero detto il marito Luca Vecchi, entrato in Sala del Tricolore insieme a Delrio, e oggi sindaco, o l’allora assessore Ugo Ferrari, che aveva portato la Sergio dalla Provincia.

Del resto Delrio non sapeva molte altre cose. Non sapeva neppure che il boss Nicolino grande Aracri fosse di Cutro: “So che esiste Grande Aracri. Nicola non… non lo avevo realizzatodisse sempre nel 2012 ai magistrati della Dda Non sapevo che era originario di Cutro. Sapevo che era calabrese, ma non sapevo che fosse originario di Cutro. Perché abita lì nel centro di Cutro? No, io non lo sapevo”.

 

La delibera con cui il 29 novembre 2004 la Giunta Delrio ha assunto l'ingegner Maria Sergio: vi sono scritti luogo e data di nascita

La delibera con cui il 29 novembre 2004 la Giunta Delrio ha assunto l’ingegner Maria Sergio: vi sono scritti luogo e data di nascita

Non si era accorto, ad esempio ,che i costruttori cutresi dell’Aier avevano chiesto con tracotanza le dimissioni del presidente della Camera di Commercio Enrico Bini: continuava a dialogare con loro senza chiedere spiegazioni.

E neppure aveva  l’idea di tentativi di infiltrazione da parte delle mafie. In proposito, Delrio dichiarò alla Dda: “Io personalmente non ho mai avuto  l’idea che la ndrangheta tentasse di infiltrarsi in una zona, in un appalto, o che tentasse di influenzare che ne so, un piano di riqualificazione urbana o robe del genere. Da questo punto di vista, le risultanze per esempio che sono venute fuori con l’ultima interdittiva del Prefetto sulla ditta Bacchi di Novellara che avrebbe avuto rapporti di subappalto con personaggi… Eccetera, e quindi quello che sospeso l’appalto della tangenziale di Novellara… E’ un elemento che, come dire, ha sorpreso, cioè perlomeno per quanto mi riguarda”.

Va detto e ripetuto, una volta per tutte, che non è accettabile l’assioma Calabria-ndrangheta e cutresi-ndranghetisti. Ma certe ingenuità, o supposte tali, fanno sorridere. Però funzionano: sono il carburante della nuvoletta rosa che ha fatto volare Graziano Delrio sino a Roma.

 

 

 

Be Sociable, Share!

12 risposte a Non leggono neppure le loro delibere
Delrio alla Dda: “Non sapevo che Maria Sergio fosse nata a Cutro”

  1. io non so che tu sai che non so Rispondi

    12/04/2016 alle 09:25

    Il crocifisso spesso fa danni irreparabili alla memoria.
    Autosomministrare con cura.

  2. Rosa Ruffini Rispondi

    12/04/2016 alle 10:18

    E’ ora di finirla.
    Io ho lavorato per anni assieme a Maria Sergio all’urbanistica e non sapevo fosse di Cutro, anche se mille volte ho inserito i suoi dati nei contratti e non so dove sia nata la mia attuale dirigente all’urbanista; credo in Veneto per il cognome particolare, ma non il paese o la città: e inserisco i dati nei contratti allegati alle delibere anche di quest’ultima.
    Non sono cretina, nè scema, nè smemorata, nè mafiosa.
    Il tempo sarà galantuomo e la carta stampata finirà il suo corso.
    Cordialmente

    • Pierluigi Rispondi

      12/04/2016 alle 10:24

      Mi auguro anch’io che il tempo sia galantuomo, con tutti. Ghiggini

      • Rosa Luxemburg Rispondi

        12/04/2016 alle 10:27

        Anche io me lo auguro.
        Se non altro per i veri galantuomini.

        🙂

  3. E' ora di ..? Rispondi

    12/04/2016 alle 10:28

    Ma finitela voi cortesemente !!

  4. I lekkaculo e le ruffiane Rispondi

    12/04/2016 alle 11:30

    Votate antonio la trippa!!!

  5. un consiglio Rispondi

    12/04/2016 alle 13:27

    caro ghiggini, anche lei dice balle!

    dire che “maria sergio è di cutro” non è la stessa cosa che dire “maria sergio è nata a cutro” se l’italiano no è un optional..

    corregga il titolo se vuole essere onesto!

    • Pierluigi Rispondi

      12/04/2016 alle 13:54

      Fatto. Ho precisato “nata a Cutro” perché quelli come lei, che fanno finta (solo finta) di essere duri di comprendonio, non abbiano ancora da equivocare. Va da sè che la sostanza non cambia, e resta il fatto che il balbettio di Delrio davanti alla Dda lascia stupefatti ed è offensivo soprattutto verso chi ripone fiducia in lui. Se lo desidera, possiamo dialogare pacatamente fuori dallo schermo dei nickname. Ghiggini

  6. Ivaldo Casali Rispondi

    12/04/2016 alle 14:26

    Direttore, la Delibera di assunzione in servizio della Maria Sergio, nella quale risulta il luogo e la data di nascita, è stata sottoscritta dallo smemorato?

    • Pierluigi Rispondi

      12/04/2016 alle 14:30

      La delibera è della Giunta presieduta da Graziano Delrio.

  7. La finta Rispondi

    13/04/2016 alle 08:37

    Reggio è venuta su per finta.
    G.

    Ciao Pigi

  8. Gio Rispondi

    13/04/2016 alle 09:10

    Se chi di dovere non legge i dati nelle delibere non fa bene il suo lavoro e si deve vergognare, chi non sa che un dirigente di così alto livello è imparentato con personaggi, diciamo a dir poco degni di una domandina anche piccola, idem non fa bene il suo lavoro, chi fa finta di non capire non solo non fa bene il suo lavoro ma ci vuole pure prendere tutti per il culo.

    E chiaramente non ci riesce.

    E’ noto il feeling dell’”apparato” per il santabarbetta e consociati, magari sapere perché gli sono tanto simpatici e perché perdona loro sempre tutto, persino balle stratosferiche degne del primo posto nel guinness dei primati alla categoria “oltre la fantasia”, ci renderebbe tutti più sereni.
    Forse.
    Dovremmo forse cercare la spiegazione di tanto ardore difensivo nell’etica della conservazione del posticino caldo e sicuro, a tutti i costi.
    Persino al costo di rendersi ridicola?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *