Con Pietro Grasso o con Rolando Rivi?
Le due facce del 25 aprile a Reggio Emilia

24/4/2016Pietro Grasso a Reggio Emilia e a Casa Cervi, i giovani della Lega Nord a San Valentino per ricordare l’assassinio del beato Rolando Rivi, il seminarista di 14 anni, seviziato e ucciso dai partigiani comunisti “in odium fidei” pochi giorni prima della Liberazione.

Sono i due volti di questo 25 aprile a Reggio Emilia, dove ancora una volta le istituzioni tacciono sulle stragi perpetrate dai partigiani comunisti non solo per vendetta o per delinquenza comune, ma perchè non volevano la democrazia, si preparavano all’ “ora X” e quindi dovevano fare piazza pulita di chiunque potesse ostacolare la “rivoluzione”. Però non sta più zitto il popolo.

IN MEMORIA DEL MARTIRE BAMBINO

I giovani della Lega Nord, provenienti da varie province dell’Emilia, danno appuntamento lunedì 25 Aprile alle ore 11,30 nel piazzale antistante la chiesa di Pieve di San Valentino di Castellarano, dove sono costudite le reliquie del Martire bambino, beatificato dalla Chiesa cattolica nell’ottobre 2013.

Il Beato Rolando Rivi, martire bambino

Il Beato Rolando Rivi, martire bambino

Gianluca Vinci, segretario della Lega Nord Emilia, precisa che sarà deposta una corona di fiori recante la scritta: “Per non dimenticare”.

“A oltre settant’anni da quella barbaria è giunto il momento che nel giorno della Liberazione avvenuta grazie alle Forze Alleate – afferma Vinci –  i cittadini reggiani prendano coscienza dei crimini efferati commessi da alcuni partigiani rossi nel cosiddetto Triangolo della Morte”.

A CADELBOSCO 120 PERSONE PER “IL SEGRETO DI ITALIA “. MINACCE  A PAOLO “ORACOLO” BRUNAZZI

Successo oltre le previsioni a Cadelbosco Sopra, con 120 persone nel vecchio cinema dell’hotel ristorante bar Gemmi, per la proiezione del film “Il segreto di Italia” di Antonello Bellucco, con Romina Power e Gloria Rizzato.

Dedicato alla ricostruzione della strage partigiana di Codevigo, il film è diventato un caso nazionale perchè, rifiutato dai circuiti ufficiali, viene richiesto dovunque con proiezioni in tutto il Paese. L’iniziativa è stata della Lista Sei di Cadelbosco guidata dal consigliere Paolo “Oracle King” Brunazzi, dall’associazione culturale Dea Minerva e dal Centro Studi Italia di Luca Tadolini. In sala era presente anche il presidente dell’Anpi di Cadelbosco. Dopo la proiezione festosa gnoccata finale.

Uno scorcio della sala durante la proiezione del Segreto d'Italia a Cadelbosco

Uno scorcio della sala durante la proiezione del Segreto d’Italia a Cadelbosco

 

Da segnalare gli avvertimenti arrivati sino a poche ore prima della proiezione. Brunazzi ha ricevuto una simpatica telefonata anonima: “Se continui così te la faremo pagare”.

 

Una scena del Segreto di Italia

Una scena del Segreto di Italia

 

UNA CORONA PER I MARINAI DELLA CORAZZATA ROMA

Un’altra manifestazione che si discosta dalle celebrazioni consuete è avvenuta venerdì 22 aprile alle Bocche di Bonifacio dove durante un viaggio promosso da Uisp-Turismo dal 22 e al 25 aprile, su iniziativa dell’Associazione nazionale Marinai d’Italia (Anmi) di Reggio Emilia, è stata  lanciata in mare una Corona d’alloro con Tricolore nella zona tra le Bocche di Bonifacio e il Golfo dell’Asinara l’8 settembre perirono migliaia di marinai nell’affondamento della corazzata Roma, dei cacciatorpedinieri Da Noli e Vivaldi e della vedetta antisom Vas 234. La squadra navale comandata dall’ammiraglio Bergamini era diretta a Malta per unirsi agli Alleati, e fu affondata dagli aerei tedeschi, che mitragliarono i marinai in mare. Con questa cerimonia, l’Anmi di Reggio ha voluto ricordare anche i  marinai che dopo l’8 settembre si fecero partigiani ed entrarono nella Resistenza e quelli che on i resti della flotta italiana combatterono insieme agli Alleati.

PIETRO GRASSO E CONCERTO DELLA RESISTENZA A CASA CERVI

Come sempre, l’appuntamento di gran lunga più importante del 25 Aprile è al Museo Cervi di Gattatico, dove tempo permettendo sono attese quindicimila persone: il clou politico e alle 14,30 con l’intervento del presidente del Senato Pietro Grasso, ma il programma della giornata, alle quale concorrono numerose organizzazioni e sponsor, è intensissimo.

Il presidente del Senato Pietro Grasso

Il presidente del Senato Pietro Grasso

 

IL 25 APRILE A CASA CERVI

Ore 10 Apertura della Festa

“Donne e Lavoro”:  mostra a cura di IBC Emilia Romagna, aperta e visitabile per tutto il corso della festa

“La rinascita del Parlamento – Dalla Liberazione alla Costituzione”: proiezione del filmato a cura della Fondazione Camera dei Deputati

“C’era una volta la Siria” , proiezione del filmato a cura del dott. Jean Bassmaji

Ore 11,30-12,30: Sala Genoeffa Cocconi “Nilde: una donna della Repubblica. Riflessioni, memorie, testimonianze” spettacolo a cura del Teatro dell’Orsa.

PALCO DI CASA CERVI

Ore 13.30: Emily Collettivo Musicale in concerto

Ore 14.30: Apertura della festa con il saluto di Albertina Soliani .

Interventi di

PIETRO GRASSO – Presidente del Senato della Repubblica

Giammaria Manghi – Presidente Provincia di Reggio Emilia

Luca Vecchi – Sindaco di Reggio Emilia

Ore 15,30: Punkreas in concerto

Ore 16.30: Le voci delle Resistenze:

Rosi Romelli (la più giovane partigiana italiana), Nita Yin Yin Mai (la memoria della Resistenza birmana), Jean Bassmaji (la voce della realtà siriana oggi)

Ore 17.30: La Gang in concerto

A seguire: Cisco in concerto

Ore 19.30: Dj set resistente a cura di Mark Bee fino alle 21.00

REGGIO EMILIA

Alle  ore 11 la messa nella basilica della Ghiara in suffragio dei Caduti. A seguire corteo da corso Garibaldi a piazza Martiri del 7 Luglio, dove verrà deposta una corona al monumento dei Caduti della Resistenza e di tutte le guerre.

Alle ore 12, in piazza Martiri del 7 Luglio, dopogli interventi di Vecchi, di Manghi. del nuovo presidente provinciale Anpi Ermete Fiaccadori presidente Anpi e la testimonianza di uno studente che ha partecipato al Viaggio della Memoria 2016, intervento del presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso.

LE ALTRE INIZIATIVE A REGGIO

24 aprile
ore 14 – Partenza da Botteghe In viaggio sui sentieri partigiani Percorso con partenza da Botteghe – Canali fino a piazza Martiri del 7 Luglio Promosso da Istoreco, UISP e ANPI
ore 21 – Chiostri di San Domenico, via Dante Alighieri 11 Spettacolo teatrale con Marina Colli Promosso da Istoreco
ore 20.30 – Circolo Arci Pigal, via Petrella 2 Proiezione del film ‘Denominazione di origine popolare – L’incredibile storia dei violini di Santa Vittoria’ di Nico Guidetti Promossa da Cooperativa Case Popolari di Mancasale e Coviolo, ANPI, Circolo Arci Pigal
25 aprile
ore 10 – Chiesa parrocchiale di Villa Cella Santa Messa ore 11.30 – Cella, piazzale tra via Cella all’Oldo e via Croci Commemorazione con corteo al monumento ai caduti di via Cella all’Oldo Promossa da ANPI
ore 9.30 – Ritrovo piazzale Circolo Gramsci,via Emilia Ospizio 102 e Chiesa parrocchiale di S.Francesco da Paola Commemorazione monumento Caduti di Villa Ospizio Promossa da Associazioni Partigiane e Parrocchia S. Francesco da Paola.
A Massenzatico  il 25 aprile cappelletti antifascisti, musica, ping pong e testimoni con il circolo “Cucine del Popolo”. Dalle 10 sino a sera la zona del circolo La Paradisa in via Beethoven 78 ospiterà banchetti, stand, musica, spazi bambini e testimonianze. Alle 13, il momento più atteso, il pranzo a base di cappelletti, preparati a mano dalle rezdore di Massenzatico, allestito nel vicino Teatro Artigiano. Prenotazione obbligatoria 347 3729676.
REGGIOLO
Domenica 24 aprile alle 21, all’auditorium “Aldo Moro”,  concerto del corpo filarmonico “G. Rinaldi” diretto dal maestro Paolo De Gaspari.

Lunedì 25 aprile, alle ore 9, raduno in piazza Martiri e messa in suffragio di tutti i caduti al Centro di comunità. Alle 10.15 un corteo, accompagnato dal corpo filarmonico “G. Rinaldi”, raggiungerà il cimitero di Reggiolo per la deposizione di corone alle lapidi commemorative dei caduti della Resistenza. Interventi del sindaco Roberto Angeli e del presidente dell’Anpi di Reggiolo Ivan Zanoni .

Nel pomeriggio con la IX Biciclettata della pace che raggiungerà la Cà dal Vigliach al ponte della Gatta. La partenza è fissata per le ore 14.30 dalla Rocca medievale. Musica con Folkin’ Po e merenda. Il ritorno per via Veniera e Argine Panzi è previsto per le ore 17 e l’arrivo a Reggiolo verso le 18-18.30.

In caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà domenica 1 maggio.

CORREGGIO

La Festa della Liberazione a Correggio, lunedì 25 aprile, sarà anche quest’anno “Materiale resistente”. Nell’area concerti del parco urbano (in caso di pioggia al teatro Asioli) a partire dalle 15  Andrea Appino con “Grande Raccordo Animale”, Giancarlo Onorato e Cristiano Godano con “ExLive”, “Ginevra di Marco e le stazioni lunari”, Gianni Maroccolo con “Nulla è andato perso”.

Interventi e  letture con Giglio Mazzi, partigiano della 37esima brigata GAP, Gaetano Alessi, giornalista autore del dossier “Tra la via Aemilia e il west”, e l’attrice  Elisa Lolli.

CAVRIAGO

Lunedì 25 aprile alle 9 corone sui Cippi e alle 10 messa in San Terenziano, poi corteo e omaggi ai Monumenti ai Caduti con Interventi del sindaco Paolo Burani, del partigiano Livio “Delinger” Piccinini “, di Maria Luisa Zani e Fiammetta Zoboli.

SCANDIANO

Domenica 24 aprile, alle 20.30 nella Rocca dei Boiardo, il recital “Libera Scandiano. Le voci della Resistenza” curato dal centro teatrale MaMiMò .

Lunedì 25 aprile alle 8.45 corone e fiori al cimitero urbano e al cimitero degli ebrei, la messa, il corteo con la banda musicale in centro. Alle 11 al teatro Boiardo lo spettacolo “Hans” di NoveTeatro liberamente ispirato a “L’amico ritrovato” di Fred Ulman. Storia di un’amicizia sotto il nazismo. L’ingresso è gratuito.

Ancora viene ignorato l’eccidio di don Terenziani, avvenuto dopo la Liberazione davanti al cimitero di Ventoso di Scandiano

Al l pomeriggio, meteo permettendo, Biciclettata Resistente in collaborazione con l’Anpi: partenza alle 14.30 da piazza Prampolini e arrivo alle 16.30 al Circolo Bisamar con musica e ristoro gratis.

RUBIERA

Il 25 aprile l’ospite d’onore sarà Ignazio Cutrò, presidente dell’associazione nazionale Testimoni di Giustizia, che parlerà alle 11.30 in piazza Gramsci. Pranzo nella struttura di Ponte Luna.

ALBINEA

Dalle 15,30 concerto in piazza Cavicchioni. banchetti con gnocco fritto e salumi e spettacoli di danza, .

CASTELLARANO

Il 25 aprile interviene la  parlamentare Pd Antonella Incerti.

CASALGRANDE

Domenica 24 aprile Coro Selvatico Popolare a Salvaterra (ore 16, parco dedicato alle Staffette Partigiane) con lo spettacolo “Sebben che siamo donne”; a seguire presentazione della ristampa della “Storia della resistenza reggiana” di Guerrino Franzini. Alle 21 in teatro concerto “Freedom” a cura del Cepam di Reggio Emilia.

Lunedì 25 aprile cerimonia ufficiale alle 10.30 davanti al municipio e Pedalata per la Pace alle 15 dal parco Amarcord.

CASTELNOVO MONTI

Il 25 aprile  alle 9.15 ritrovo in piazza Peretti e corteo per le strade del paese con deposizione ai monumenti ed ai luoghi significativi dell Resistenza: il Teatro Bismantova, dove furono imprigionati gli uomini dell’Appennino prima di essere deportati a Kahla, il monumento ai Caduti di Monte Bagnolo, il Monumento alla Partigiana opera di Giorgio Benevelli, il Monumento al Deportato, la Pietra d’Inciampo di via Primo Maggio che ricorda il deportato e morto a Kahla Francesco Toschi.

Omaggio ai cippi di Sparavalle, Tavernelle, al Peep Pieve, a Villaberza e a Gombio, il tutto con l’accompagnamento della Banda Musicale di Felina.

Alle 10 saluto del sindaco Enrico Bini, poi le orazioni ufficiali del presidente dell’Associazione Vittime di guerra di Illingen Martin Schöneck, del Sindaco di Voreppe Luc Rèmond, del Sindaco di Kahla Claudia Nissen-Roth.

Alle 12 a Felina, con ritrovo in Piazza della Resistenza, la formazione corteo e la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti. Dalle 13 al Parco Tegge il pranzo sociale della Liberazione. Sempre a Felina dal pomeriggio “25 Aprile in Strada” con stnd in via Kennedy e alle 14,30  riconoscimento al partigiano Bruno Valcavi.

BAGNOLO

Lunedì alle 9.45 in piazza Garibaldi corteo con la banda musicale Città di Bagnolo e saluto del sindaco Paola Casali.

SAN MARTINO IN RIO

Lunedì 25 aprile, alle 10.45, suonerà la campana civica, quindi corone al Monumento di corso Umberto I e interventi del sindaco Oreste Zurlini, di Arzelino Battini (Anpi) e del magistrato Giancarlo Ruggieri. Musica della Brigata Lambrusco. Nel pomeriggio, in area fiera, alle 15  Biciclettata di Liberazione, tempo permettendo.

NOVELLARA

Il 25 aprile  ritrovo davanti alla Rocca, alle 8,30, per il tradizionale corteo ai cippi; alle 11, in piazza Unità d’Italia, il sindaco Elena Carletti incontrerà i cittadini. Per il pranzo si potrà scegliere fra due proposte: in piazza “la pastasciutta delle memoria” della Pro Loco o, al circolo ricreativo in via Veneto il pranzo sociale organizzato con l’Anpi.

CAMPAGNOLA

Lunedì 25 aprile ritrovo alle 8.30 in piazza Roma di fronte al Municipio; al termine l’inaugurazione della mostra curata dall’Anpi allestita alla Sala Civica dove resterà aperta fino al 1° maggio.Quindi il tradizionale Pranzo della Liberazione, organizzato sempre dall’Anpi presso la Sala 2000. Nel pomeriggio intitolazione dell’area verde di via Magnani a “Parco della Resistenza”.

SANT’ILARIO D’ENZA

Lunedì 25 aprile, dopo la messa nella chiesa di Sant’Eulalia (ore 9)  corteo da Municipio con la Coffee Band e l’omaggio al monumento ai caduti. In piazza  Repubblica davanti alla statua del partigiano per il concerto del Grande Coro Insieme delle scuole, il saluto del sindaco Moretti e l’intervento di Roberta Mori. Un gruppo di giovani ricorderà Pietro Iotti, deportato a Mauthausen e sindaco di S.Ilario scomparso a marzo. Per il pranzo al Bocciodromo 0522-902811.

GATTATICO

Lunedì alle 9, da piazza Cervi, partenza del corteo delle auto verso casa Cervi per deporre una corona d’alloro; si prosegue poi per Taneto e Ponte Enza per ricordare i caduti delle due frazioni. Tappa alla chiesa di Gattatico, e ancora in corteo verso Fiesso e Paulli. Segue la sosta al cimitero di Praticello. Dalle 11 di nuovo in Piazza Cervi per il momento conclusivo della manifestazione.

QUATTRO CASTELLA

Alle 12.45 al Centro d’Arte “Medardo Rosso” a Montecavolo inaugurazione della mostra di pittura “Arte e Resistenza, la speranza di un mondo nuovo”. Segue il Pranzo della Resistenza (tel. 0522-880365).

CAMPEGINE

Domenica 24 aprile è in programma un percorso sui luoghi della memoria per visitare i cippi dei caduti: il ritrovo è alle 15 in piazza Caduti del macinato. Lunedì 25 aprile l’omaggio e la benedizione dei Caduti nel cimitero e l’inaugurazione della mostra “Le donne a 70 anni dal primo voto”: intervengono l’onorevole Vanna Iori e il sindaco Paolo Cervi. Il ritrovo è alle 9.30 in piazza Caduti del macinato. La cerimonia sarà accompagnata dal coro “Il paese che canta”. Poi pedalata antifascista verso il Museo Cervi.

MONTECCHIO

A Montecchio le celebrazioniavvengono domenica 24 aprile. Alle 11 messa nella chiesa di San Donnino; alle 18 la Commemorazione sui cippi partigiani in Piazza della Repubblica; alle 21 suono della campana civica e fiaccolata al Monumento della Pace, canti di piazza di Martina Lusetti e intervento del sindaco.

SAN POLO D’ENZA

Lunedì Ritrovo in piazza Matteotti alle 9  per il corteo  accompagnato dagli “Ottoni Matildici” in via Allende, viale Risorgimento, via XXV Aprile, via XXIV Maggio, con la deposizione di corone ai monumenti ai Caduti; alle 9.45, in piazza IV Novembre, suonerà la sirena antiarea. Dopo la messa una staffetta porterà le corone ai monumenti ai Caduti dell’Arma dei carabinieri, dei Marinai e di Grassano. La festa prosegue con il pranzo al Circolo Arci Pontenovo.

CARPINETI

Il 25 aprile alle 9 con la messa nella chiesa parrocchiale e, a seguire, la cerimonia ufficiale con  corteo partirà da piazza della Repubblica per piazza Matilde di Canossa dovesi trova il monumento caduti . Sarà presente il partigiano carpinetano Bruno Valcavi. A palazzo di Cortina mostra a tema realizzata dagli studenti delle quinte elementari di Carpineti e Valestra.

VEZZANO SUL CROSTOLO

Lunedì 25 aprile alle 10 inizio della commemorazione in piazza della Vittoria e a seguire inaugurazione di un defibrillatore pubblico. Alle 11.30 la presentazione del libro “Partigiani: antifascismo e lotta di liberazione a Vezzano sul Crostolo” con Michele Bellelli di Istoreco. Alle 12.30 la “Pastasciutta della Liberazione“: in caso di pioggia alla Sala Puccini.

GUASTALLA

Il 25 aprile alle 9 la Biciclettata della Liberazione. Alle 10 messa nella Chiesa dei Servi e alle 11 corteo nel centro storico. In piazza Mazzini il Pranzo della Liberazione (in caso di maltempo nel Palazzo Ducale) e alle 21 al teatro Ruggeri lo spettacolo “Oltre il ponte- La musica narra la Resistenza partigiana”.

LUZZARA

Il 25 aprile torna “Pedalando per la libertà”,  biciclettata del “5  aprile con il sindaco Andrea Costa, organizzata da Anpi Luzzara e Comune in collaborazione con il gruppo alpini Val Granda. Lungo il percorso previste soste con alzabandiera e deposizione di corone davanti ai Monumenti dei Caduti. Il ritrovo è alle 9 in piazza Nodolini a Luzzara. Alle 10 arrivo a Codisotto con colazione offerta dalle associazioni locali, alle 10.45 sosta a Villarotta.

A Casoni alle 11.30 la banda di San Giorgio di Perlena accompagnerà il corteo con gli alpini di Santa Croce di Bassano. Pranzo al Verdementa.

BRESCELLO

Lunedì 25 aprile alle 9 messa in Santa Maria Nascente, alle 9.45 corteo e deposizione delle corone ai Monumenti della scuola primaria e della ex scuola di Lentigione. Al centro culturale San Benedetto saluto del commissario  prefettizio Michele Formiglio e seguire documentario “Leda: donna, staffetta, sindaco” .

CASTELNOVO SOTTO

Lunedì 25 aprile ai laghetti di Camporanieri, Trofeo di pesca Ponti con premiazione alle 11.30. Alle 10, Messa davanti al municipio con commemorazione e  benedizione del Monumento ai Caduti e dei Cippi nel Parco Rocca. Alle 10.30  benedizione del Cippo di Sesso. Nel pomeriggio la Pedalata della Pace e della Solidarietà (ore 14.30), con sosta ai laghetti di Camporanieri e commemorazione al Cippo.

POVIGLIO

Lunedì 25 aprile messa alle 9.30, visite ai Monumenti dei Caduti e corteo fino a piazza Umberto I: alle 10.30 discorso del sindaco Giammaria Manghi e a seguire “LiberAzione! Eredità raccolta per coltivare il valore della democrazia” a cura delle classi quinte della primaria Pascoli con il contributo delle terze della De Sanctis. Alle 15.30 Pedalata della Liberazione.

GUALTIERI

Domenica 24 aprile intitolazione della palestra comunale di via Allende a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Lunedì 25 a Pieve Saliceto, Santa Vittoria e Gualtieri, corone e fiori ai monumenti  ai Caduti. Messa nella chiesa Santa Maria delle Neve, corone in piazza Bentivoglio e piazza IV Novembre. Alle 12.30 a palazzo Greppi di Santa Vittoria Pranzo Resistente con le canzoni del Coro Selvatico Popolare del maestro Bellelli.

BORETTO

Domenica 24 aprile al Teatro del Fiume, alle 21.15, il l film “Land of mine – Sotto la sabbia”. Lunedì 25, alle 9, al Casello 23 omaggio al cippo di Fulgenzio Zani e fiori alla cappella dei Caduti. Alle 9.30 in piazza San Marco partenza del corteo con la banda musicale per il Monumento ai Caduti. Alzabandiera, benedizione e intervento del sindaco Massimo Gazza.

CADELBOSCO SOPRA

Lunedì 25 aprile alle 10 in municipio inaugurazione della mostra con documenti storici sulla seconda guerra mondiale, allestita dall’amministrazione comunale e dalla sezione locale dell’Anpi. Alle 10.30 santa messa  davanti al Monumento ai Caduti, di fronte al municipio. Seguiranno interventi del sindaco Tania Tellini e del presidente dell’Anpi di Cadelbosco, Ivano Manicardi. Alle 21 a L’Altro Teatro andrà in scena “Il giovane Melli va alla guerra” spettacolo teatrale della Compagnia Pietribiasi-Tedeschi. Ingressoa offerta libera.

Be Sociable, Share!

5 risposte a Con Pietro Grasso o con Rolando Rivi?
Le due facce del 25 aprile a Reggio Emilia

  1. un amico di paolo Rispondi

    24/04/2016 alle 14:39

    Mi spiace se Paolo ha ricevuto minacce, mi spiace due volte:
    la prima perché le minacce son sempre un pericolo per la persona e per la libertà di tutti, la seconda perché lo inchiodano in una parte che lo limita molto… diventare l’icona dell’anticomunismo sposta il suo baricentro da Kerouac al suo ambiente famigliare, e questo dimezza la sua grandezza.
    Paolo se mi leggi puoi anche immaginare chi sono, l’hai già intuito anche in campagna elettorale.
    Comunque sia: sempre con te.
    Un abbraccio.

  2. Ivaldo Casali Rispondi

    24/04/2016 alle 18:53

    Certamente con il Beato Rolando Rivi seviziato e ucciso dai partigiani comunisti, come tanti altri migliaia di innocenti a guerra finita!

  3. Con Casali&Rivi Rispondi

    25/04/2016 alle 10:14

    Concordo in pieno Caro Casali.
    Questa Storia VERA, oltre che su Reggio Report :), va finalmente raccontata tutta a Reti RAI unificate !!!
    Si pagherebbe finalmente il canone per qualcosa…
    Che la piantino – i comunistelli, comunardi, cicciolari,ignorantoni in carriera politica,grezzi imperiali,familisti,finti poveri della sinistra, pezzenti di oni risma, e il peggio è sotto i nostri occhi (quelli aperti!) da 70 anni
    – di mettersi in bocca la parola : democrazia e libertà di informazione!
    A PROPOSITO : avete visto noi italiani (io mi dissocio..) a che posto siamo nella classifica della LIBERTA’ DI STAMPA ???
    72 ESIMIIIIIIIIIIIIIII
    Il falso renda al falso IL VERO AL VERO.

    • Con Casali&Rivi Rispondi

      26/04/2016 alle 11:48

      Mi correggo.
      77 esimo posto (su 180)

  4. UUmberto Gianferrari Rispondi

    25/04/2016 alle 10:15

    Sto con Rolando Maria Rivi ! Le due unità di misura, non sono comparabili !

Rispondi a Ivaldo Casali Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *