Via al processo Aemilia, ma è una falsa partenza: l’aula bunker è da completare
Il pubblico entra alle 9,30
Le istruzioni per la prima udienza

22/3/2016 – Domani mattina, subito dopo le 9,30, il presidente del Tribunale di Reggio Emilia Francesco Maria Caruso dichiarerà aperto il processo Aemilia alla ndrangheta reggiana. Ma sarà una falsa partenza, perchè l’udienza verrà immediatamente rinviata: l’aula bunker prefabbricata – nel cortile di palazzo di Giustizia – non è ancora del tutto  completata. Domani sapremo quando il dibattimento potrà prendere operativamente il via davanti alla Corte formata , oltre che dal presidente Caruso, dai giudici Cristina Beretti e Andrea Rat.

Saranno comunque presenti 147 imputati, di cui una ventina detenuti dietro le sbarre di una gabbia alla sinistra del collegio giudicante. Dall’altro lato lo spazio riservato ai media.

In prima fila a destra (guardando dalla Corte) i p.m. Marco Mescolini e Beatrice Ronchi. Dietro di loro le 32 parti civili ammesse nel processo. Il settore di sinistra è interamente riservato agli imputati e ai loro difensori (in tutto oltre cento avvocati). Per ragioni logistiche una parte degli imputati parteciperà al processo anche nella metà inferiore del settore di destra. In fondo, a ridosso dell’entrata, la zona riservata al pubblico con una cinquantina di posti. Ma per i cittadini è prevista anche una sala separata con collegamento video senza vincoli d’orario.

Domattina l’accesso per imputati, avvocati e operatori dei media avverrà a partire dalle 8,15, con la raccomandazione da parte del Tribunale di Reggio Emilia di entrare in aula già a quall’ora per non creare blocchi e imbuti durante le operazioni di registrazione. Solo quando queste operazioni saranno concluse sarà fatto entrare il pubblico, ma non prima delle 9,30. Poi il via alla prima udienza. Sarà comunque un processo dai numeri imponenti: la Procura e le difese hanno convocato un migliaio di testimoni, ma sarà il Tribunale a decidere se ammetterli o no.

Il Tribunale di ReggioEmilia

Il Tribunale di ReggioEmilia

Pubblichiamo di seguito le istruzione diramate dal Tribunale , che fra l’altro raccomanda a avvocati e professionisti di collaborare, evitando di portare addosso oggetti metallici, in modo da non provocare intasamenti ai metal detector.

La vigilanza esterna all’aula, diurna e notturna, sarà affidata a ronde dei 321mo Reggimento artiglieri contraerea “Ravenna”, che si è prodigato per anni nella zona del terremoto.

ISTRUZIONI PER L’ACCESSO ALL’AULA DEL PROCESSO AEMILIA

“1) L’accesso all’aula di udienza di difensori, imputati, parti civili, operatori dell’informazione, pubblico avverrà dall’ingresso principale  del Tribunale (attuale cancello veicolare);

2) L’accesso del pubblico nell’aula di udienza avverrà dopo l’accesso dei difensori, delle parti e degli operatori dell’informazione e comunque non prima delle 9,30.

3) Il pubblico che intende seguire il processo nell’apposita aula video collegata avrà accesso separato e senza vincolo di orario d’ingresso;

4) All’ingresso del tribunale (in prossimità degli esistenti cancelli di entrata) operatori delle forze dell’ordine vigileranno sugli accessi fornendo, all’occorrenza, informazioni;

5) Una volta oltrepassati i metal detector, si procederà alla fase dicontrollo della presenza delle parti e dei loro difensori mediante registrazione ad opera dei cancellieri presenti ai lati dell’ingresso dell’aula speciale, secondo i criteri indicati in appositi cartelli;

6) Le registrazioni iniziali ad opera dei cancellieri equivarranno, a tutti gli effetti, a chiamata delle parti e dei difensori da parte del giudice che darà atto a verbale di quanto accertato dai cancellieri e si limiterà a verificare la posizione di chi non si sia registrato in precedenza, chiedendo ad eventuali presenti che non si siano registrati in precedenza di comunicare la propria posizione;

7) Il tribunale procederà quindi a verificare la posizione delle parti assenti e/o senza difensore;

8) Ultimate le fasi di registrazione, le parti prenderanno posto nell’aula: sulla sinistra (rispetto a chi entra) il P:M:, le parti civili e i loro difensori, gli imputati e i loro difensori, sulla destra (rispetto a chi entra) gli imputati e i loro difensori. I difensori degli imputati in stato di custodia cautelare in carcere prenderanno posto in prossimità dello spazio dedicato ai loro assistiti (in fondo a destra rispetto a chi entra);

9) I testimoni avranno accesso dall’ingresso ordinario ed è loro dedicata apposita saletta. E’ prevista la presenza di personale che correrà l’assistenza ai testimoni e li accompagnerà nella sala ad essi riservata;

10) Gli avvocati e coloro che accederanno all’aula di udienza per ragioni professionali sono invitati a collaborare, controllando il proprio abbigliamento ed evitando rigorosamente di indossare al momento del passaggio al metal detector oggetti metallici che potrebbero indurre il personale addetto a ulteriori controlli che finirebbero con il rallentare il flusso.

11) Le presenti istruzioni potranno essere modificate e integrate a partire dalla prima udienza in relazione all’esperienza e alle osservazioni delle parti.

Si potrà accedere all’aula a partire dalle 8,15.

Si raccomanda la massima puntualità e, possibilmente, di accedere a partire dall’ora indicata”.

 

 

 

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *