Torna in azienda per rubare motori elettrici: denunciato dipendente infedele

28/3/2016 – E’ tornato in azienda dopo aver finito il turno di lavoro, non per fare gli strordinari, ma per rubare. Con questa accusa i carabinieri di Poviglio hanno denunciato un operaio reggiano di 40 anni per furto aggravato. Sabato sera, una pattuglia è intervenuta dopo che era stato segnalato un uomo che, dopo aver parcheggiato un furgone all’esterno di un’azienda, ne aveva scavalcato la recinzione. Lì aveva preso alcuni motori elettrici e tre taniche di carburanti.
    All’arrivo dei carabinieri il dipendente infedele ha abbandonato la refurtiva, scappando a piedi, ma le indagini hanno permesso ai militari di raccogliere prove a a suo carico: era entrato nell’azienda probabilmente da una porta antipanico che aveva lasciato aperta durante il turno di lavoro.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *