Si parla dei verzot, con assaggio finale, al Palazzo dei Musei

1/3/2016 – Il “verzot”, vale a dire la foglie di cavolo ripiene, sono protagoniste mercoledì 2 marzo 2016, dalle 19 alle 20 al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia (via Spallanzani 1) di un nuovo  appuntamento del ciclo ‘Noi amiamo mangiare bene/30 eccellenze della nostra tavola’.

L’iniziativa è a cura di Gastrolabio e di FoodEmilia. L’incontro, che comprende anche l’atteso assaggio finale, è a ingresso gratuito sino a esaurimento posti.

La tecnica di cuocere la carne avvolgendola in foglie di piante commestibili era nota sin dalla Preistoria. Nel corso dei secoli diversi Paesi adottarono questa pratica, variando di volta in volta la ricetta del ripieno e la scelta della verdura che lo avvolgeva. Se in Grecia le foglie di vite racchiudevano un impasto di riso e carne d’agnello, in Romagna questi particolari involtini si innestarono sulla tradizione già esistente: quella degli uccelletti scappati. Il Verzot infatti è una loro variante ‘povera’ dove il ripieno è avvolto in una foglia di cavolo, detto appunto Verzot, una coltura molto comune in queste terre, economica e accessibile a tutti. Anche il ripieno del Verzot è una versione edulcorata degli uccelletti: parmigiano-reggiano, pangrattato e prezzemolo prendono il posto del manzo e ogni tanto vi si aggiungono mortadella o prosciutto crudo sminuzzati, pezzetti di salsiccia e carne di maiale.

FoodEmilia

FoodEmilia è un team di professionisti ed esperti che credono nel cibo buono, sano, onesto e giusto. La loro filosofia punta a valorizzare il territorio e le eccellenze enogastronomiche emiliane attraverso eventi, corsi di cucina, incontri e articoli divulgativi.

Gastrolabio

Massimo Dallaglio e Carlo Vanni sono animati da diverse passioni, e con Gastrolabio hanno trovato uno strumento che gli permette di collegarle insieme. Declinano il cibo in tutte le sue possibili espressioni: ricette, tecniche, storia, racconti, interviste, recensioni, itinerari e viaggi; collegano il cibo alla musica, alla politica, all’arte, allo sport, al cinema, alla cronaca, alla magia e all’esoterismo, alla scienza e a quant’altro gli viene in mente o colpisce la loro attenzione.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *