Quattro chili di cocaina e 180 mila euro
In manette “disoccupato” albanese

12/3/2016 – Un trafficante di droga albanese di 25 anni e sua moglie di 20 anni, che vivono a Reggio Emilia,  sono stati arrestati a conclusione di una brillante operazione della Squadra Mobile: nella loro casa nel quartiere di Regina Pacis gli agenti hanno sequestrato un carico di quattro chili di cocaina, concentrata in sassi, oltre centomila euro in contanti, una pistola con la matricola abrasa e centinaia di munizioni.

In manette sono finiti Renato Hoxha, 25 anni,  e sua moglie Andja Balla che, come detto, ha solo 20 anni.

Al trafficate si è arrivati nel corso di un normale controllo stradale avvenuto a Verona in febbraio, quando la Polstrada trovò addosso a Hoxha ben 80 mila euro in contanti: la somma è stata sequestrata perchè il giovane risulta disoccupato e non ha voluto spiegarne la provenienza.

Le indagini si sono subito spostate a Reggio Emilia, dove l’albanese si è fermato da alcuni mesi: gli investigatori della Mobile lo hanno tenuto sotto controllo sino a quando nella giornata di mercoledì non è scattata l’operazione. Renato Hohha è stato fermato dai poliziotti appena uscito dall’abitazione e sono passati a una perquisizione immediata: in casa, dove si trovava la moglie, c’erano appunto 4 chilogrammi di cocaina pronti per essere immessi nel mercato emiliano e altri centomila euro: in totale i contqanti sequestrati all’albanese ammotano a 180 mila euro. Un vero tesoretto, ed è solo la punta di un iceberg di un traffico di enormi proporzioni.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Regina Pacis ? Rispondi

    12/03/2016 alle 12:23

    Una volta era un quartiere residenziale reginapacis…
    una volta….
    Di chi è la responsabilità di aver ridotto la città d Reggio emilia ad una cloaca umana deliquenziale ?

    Tra le altre tante e correlate.. squallide cose (un’altra è l’inquinamento ambientale)…abbiamo questi campioni di ‘malvagità protetta’.
    Complimenti.
    🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *