Pedonalizzare il centro di Reggio? Probabile morte del cuore della città

DI GIUSEPPE PAGLIANI*

15/3/2016 – La scelta di pedonalizzare gran parte del centro storico di Reggio Emilia è, a nostro avviso, una scelta pericolosa per la sopravvivenza del commercio nel cuore della nostra città. Ogni mese notiamo la chiusura di negozi e l’abbassamento di nuove saracinesche, questa è una condizione che da tempo rende la vita del centro storico già compromessa da una crisi  economica che tarda a risolversi. Pertanto pur condividendo l’impegno dell’amministrazione di ridurre ogni forma possibile d’ inquinamento, riteniamo vi debbano essere altre azioni volte a migliorare la salute dell’aria della nostra città.

Giuseppe Pagliani

Giuseppe Pagliani

Ben venga la proposta di piantumare con ottomila nuove piante le zone adiacenti al centro; ridurre i permessi di accesso al centro per chi ne abusa, è senza ombra di dubbio un percorso da intraprendere. Giusto incentivare l’utilizzo di mezzi e di autoveicoli elettrici e a metano. Giusto acquisire bus e mezzi pubblici ecologici, a discapito di ciò che è accaduto nell’ultima scelta compiuta da Seta ovvero acquisire dieci nuovi autobus diesel. Verificare l’inquinamento delle caldaie e l’utilizzo non corretto, anche nei luoghi pubblici, della gestione del calore. Permettere che le tratte dei mezzi pubblici favoriscano ad esempio i collegamenti tra la pedecollina e le zone industriali ed artigianali di Reggio Emilia ad esempio la zona di Rivalta con Villaggio Crostolo e Mancasale, lo stesso deve accadere per l’area di Corte Tegge.

Di certo non condividiamo la scelta molto penalizzante di chiudere e pedonalizzare l’intero centro storico di Reggio Emilia, questa operazione politica ed amministrativa ne comporterebbe la probabile morte.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *