Novellara: scoperto podere coltivato a marijuana . Oltre 3 mila piante e 42 kg di prodotto finito, smantellata raffineria gestita da cinesi
Consumava elettricità a sbafo come un paese di 1.500 abitanti

23/3/2016 – La Guardia di Finanza di Modena ha sequestrato nelle campagne di Novellara una ‘fabbrica’ per la coltivazione di marijuana. Un bel podere coltivato a “maria”: estirpate 3.208 piante, che avrebbero fruttato 150-200 chilogrammi, per un valore di oltre 3 milioni di euro, 742 bulbi, oltre a 18 chilogrammi di prodotto finito, che si aggiungono agli altri 25 già sequestrati in fasi prececdenti dell’operazione: in tutto 42 chili.
Le indagini che hanno condotto al maxi sequestro sono partite a inizio anno, quando il Nucleo di Polizia Tributaria ha scoperto che alcuni cinesi volevano spedire un grosso quantitativo di “erba” ad un connazionale. Le indagini della Procura hanno portato ad arrestare di J.L., 29 anni, e alla denuncia di un 42enne.

marijuana

 

E’ poi stato individuato nelle campagne un casolare, apparentemente abbandonato. Dentro c’era un vero e proprio complesso industriale per la coltivazione e la produzione su larga scala di marijuana da immettere nel mercato clandestino. Collegato abusivamente alla rete elettrica, consumava come un paese con 1.500 abitanti.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *