Lavoratori in nero, blitz in due ditte della zona ceramiche: attività bloccata e multoni da diecimila euro

8/3/2016 – Grazie ad un blitz congiunto dei dai Carabinieri del Nucleo ispettorato del Lavoro e del personale della Direzione del lavoro di Reggio Emilia, in un comune del distretto ceramico reggiano sono state localizzate due imprese individuali che impiegavano in nero rispettivamente il 67% e il 75% della forza lavoro. Nei guai sono finiti una 52enne e un 40enne reggiani, amministratori di due società . I Carabinieri in un’azienda riscontravano l’impiego in nero di 3 lavoratori su 4 pari al 75% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro mentre nell’altra azienda 2 lavoratori innero su 3 pari al 67%. Ai sensi delle attuali norme di legge, le attività aziendali venivano immediatamente sospesa dagli operanti che procedevano anche nei confronti dei due imprenditori comminando complessivamente oltre 10.000 euro di multa.

Ora la ripresa delle attività dipenderà dagli stessi imprenditori che dovranno regolarizzare i dipendenti impiegati in nero e pagare la maxi multa.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *