La tabaccheria, ultima frontiera del precario
La Cgil si ribella al boom dei voucher lavoro
Referendum abrogativo, dibattito con Simonetta Ponzi

29/3/2016 – Il lavoro pagato in tabaccheria: il boom dei voucher è al centro di un incontro pubblico domani, mercoledì 30 marzo alla Cgil Camera del Lavoro di Reggio Emilia(via Roma) alle 17,30 nel salone Di Vittorio. Ne parleranno Simonetta Ponzi, responsabile politiche del lavoro della Cgil Emilia Romagna; Vanna Gelosini, della segreteria provinciale Cgil Reggio Emilia e Marco Marrone, dell’Università di Bologna. Coordina Luciano Berselli, Centro studi R60 della Camera del Lavoro .

La crescita dei voucher nel 2015 ha segnato un +66% sull’anno precedente con quasi 115 milioni di tagliandi venduti nel Paese.

“Un dato enorme – scrive la Cgil annunciando l’iniziativa – considerato che l’utilizzo indiscriminato e scevro da ogni controllo istituzionale dei voucher ha sostanzialmente avuto funzione di copertura del lavoro nero in tutti gli ambiti: dall’edilizia, al commercio, ai servizi, all’agricoltura”.

La regione Emilia Romagna segue a pieno ritmo il trend nazionale con quasi 14milioni e 400mila ticket staccati nel 2015 (+63% sul 2014).

Proprio a fronte di questa situazione il Comitato direttivo della Cgil nazionale, insieme con la Proposta di Legge di iniziativa popolare “Carta dei diritti universali del lavoro”, “ha dato avvio a tre quesiti referendari per sostenere la proposta e cancellare norme che hanno negato diritti fondamentali. E tra i quesiti referendari è prevista proprio la cancellazione delle norme sul lavoro accessorio, cioè i voucher”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *