La Reggiana dice addio ai sogni di gloria! I granata affondano (1-2) nel pantano di Cremona.

05/03/2016 – (Carlo Codazzi) – La Reggiana è scivolata sul pantano dello stadio “Zini” di Cremona lasciando probabilmente nel fango le ultime speranze di agganciare i play off.

Parecchi gli assenti su entrambi i fronti. Colombo ha scelto il 3-5-2, Rossitto il 4-3-3. La partita è stata condizionata da un terreno reso impossibile dall’abbondante pioggia e ne ha fatto le spese la squadra più portata a giocare in velocità, con palla rasoterra, e che ha dovuto anche inseguire fin da subito il risultato. Granata all’inseguimento perchè dopo 2’ sono andati sotto subendo il gol realizzato su calcio di punizione, da circa 25 metri, da Maiorino. Un autentico missile quello scagliato dall’attaccante grigiorosso che si infilato nel sette alla sinistra di Perilli. Gol preso sul proprio palo dal portiere granata, ma al di là della bravura di Maiorino, colpevole è stata la barriera della Reggiana che si è aperta lasciando passare il bolide che ha dato l’1-0 ai padroni di casa.

Dopo poco più di 1’ Arma si è  presentato solo davanti a Ravaglia, servito da Letizia, e si è divorato la rete del pareggio immediato mettendo di destro, incredibilmente, a lato. Il match si è deciso qui con questi  due episodi: il vantaggio della Cremonese ottenuto dopo appena 2’, con la complicità della barriera della Regia, e l’incredibile errore di Arma che ha sciupato subito dopo il pareggio che avrebbe messo la gara su ben altri binari.

Brivido di paura per Mogos al 5’: nel cercare di controllare di testa un pallone sulla linea del fallo laterale, l’esterno granata è scivolato sul terreno viscido, ha involontariamente scavalcato una protezione di metallo ed è precipitato, di schiena, sui gradini della scala che discende nel tunnel che immette negli spogliatoi dell’impianto. Una caduta paurosa che, fortunatamente, non ha avuto nessuna conseguenza per Mogos che, dopo essere stato soccorso, ha fatto cenno di stare bene e ha ripreso a giocare.

Nel tremendo pantano la truppa di Colombo ha faticato a raccapezzarsi e ad organizzare il suo solito “gioco” di fronte ad un avversario che ha potuto chiudersi a protezione del vantaggio. La Regia ha creato un’altra occasione nel 1° t. con Maltese che si è visto ribattere la conclusione in angolo da Ravaglia. Altro di veramente concreto i granata non sono riusciti a creare nonostante abbiano sempre condotto le danze.

Dopo il the (serviva bollente considerato il meteo) la Reggiana ha provato ad uscire dalle sabbie mobili dello “Zini”, ma senza apprezzabili risultati. Colombo le ha provate tutte inserendo, in successione, Danza, Rampi e Silenzi (quest’ultimo proprio per gli ultimi spiccioli di match) rispettivamente per Pazienza, Mogos e Sabotic (ammonito, salterà la prossima partita perché diffidato) passando dal 3-5-2 al 4-3-3. Danza ha vivacizzato un po’ la manovra e ha cercato di dare profondità, ma il raddoppio di Pacilli al 78’ ha “gelato” (ulteriormente gelato considerata l’umidità accumulata da Parola e soci) il tentativo di rimonta degli uomini di Colombo. Pacilli ha scambiato nei pressi dell’area granata con Ciccone che è entrato in area sulla sinistra, ha superato in velocità Spanò e ha messo in mezzo per lo stesso Pacilli che ha girato in rete di piatto destro. La Regia ha cercato di reagire ed è riuscita a conquistarsi un rigore, 5’più tardi (83’) per un fallo di mano di Pesce. Punizione sulla trequarti destra dell’attacco granata, palla in mezzo, Zullo ha colpito di testa la sfera finita a Pesce che l’ha controllata male aiutandosi con un braccio, in piena area grigiorossa, per poi allontanare. L’arbitro non si era accorto di nulla, ma il guardalinee sì e così è stata assegnata la massima punizione agli ospiti. Sul dischetto è andato Arma che ha segnato spiazzando Ravaglia. Nella circostanza dell’assegnazione del rigore c’è mistero sul mancato giallo a Pesce che, già ammonito, sarebbe stato espulso. Inutile il forcing finale della Reggiana che è uscita sconfitta dal melmoso terreno lombardo. I play off sono sempre più lontani.

TABELLINO

Cremonese-Reggiana 2-1 (p.t. 1-0)

Marcatori: 3′ Maiorino (C), 78′ Pacilli (C), 83′ Arma (R) su rigore.

Cremonese: Ravaglia, Formiconi, Crialese, Pesce, Gambaretti, Zullo, Bianchi, Suciu, Brighenti, Maiorino (70′ Ciccone), Pacilli (84′ Scarsella.) A disp.: Aiolfi, Bajic, Gremizzi, Haouhache, Magnaghi, Sansovini. All. Rossitto
Reggiana: Perilli, Spanò, Sabotic (84′ Silenzi), Pazienza (62′ Danza), Parola, Maltese, Mogos (75′ Rampi), Bruccini, Arma, Letizia, Siega. A disp.: Rossini, Zucchini, Panizzi, Ceccarelli, Rocco All. Colombo
Arbitro: Sig. Annaloro di Collegno (Assistenti Sig. Novellino di Brescia e Sig. Saccenti di Modena).

Note: ammoniti Sabotic (R), Pesce (C), Bianchi (C).
Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *