La provincia è morta, la Regione quasi: non resta che unire Reggio e Parma?
Convegno in spirito prampoliniano al Fuori Orario

15/3/2016 – “Verso un nuovo patto Parma-Reggio, idee per azioni comuni” è il titolo di un convegno con i due sindaci, i due presidenti delle province, presidenti di enti territoriali, economici e sindacali. L’iniziativa è organizzata congiuntamente dal circolo Camillo Prampolini di Reggio Emilia e dall’associazione Amici di Sandro Pertini di Parma.  Appuntamento mercoledì 16 al Fuori Orario di Taneto di Gattatico, scelto per la sua posizione simbolicamente baricentrica,   con inizio alle 17 e 30.

Introducono il senatore Fabio Fabbri e l’on. Mauro Del Bue, direttore dell’Avanti! on line e del centro Prampolini. Intervengono i sindaci di Parma e di Reggio Emilia, Federico Pizzarotti e Luca Vecchi, e i due presidenti della provincia, Federico Fritelli e Giammaria Manghi. Modera il dibattito Domenico Cacopardo, giornalista e scrittore. Sono invitati i sindaci delle due province, i rappresentanti delle istituzioni e degli enti territoriali, delle associazioni di categoria, delle organizzazioni sindacali, della cooperazione e delle Università.

“Una singolare, ma ritengo decisiva, tappa del nostro sviluppo è oggi imperniata su un nuovo rapporto tra le città e le province di Reggio e di Parma – commenta in proposito Mauro Del Bue – Questo è naturale conseguenza, da un lato, della crisi di credibilità dell’istituto regionale e dall’altro della fine, sia pure contraddittoria e non ancora realizzata, della province così come le abbiamo conosciute. Il rischio è quello di rinfocolare antiche e improduttive chiusure campanilistiche che porterebbero solo danni. Stiamo immaginando un’area vasta che non può prescindere dalle due realtà prima citate – aggiunge Del Bue – e da qui partiamo per immaginare un futuro più vicino di quanto non si possa immaginare”.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *