La Conad è di scena domani (h. 12) ad Alessano. Dopo due ko il riscatto è d’obbligo.

19/03/2016 – (D.Petrone-C. Codazzi) – Ultima trasferta della regular season per la Conad. Uno dei viaggi più lunghi e tra i più affascinanti del campionato nel meraviglioso Salento. Non bisogna farsi ammaliare dalle bellezze pugliesi però e nemmeno specchiarsi nel mare, metafora di quel pizzico di presunzione che ha caratterizzato il Volley Tricolore nelle ultime due uscite, forse troppo sicura e pretenziosa dopo la serie impressionante di 11 vittorie in 12 gare. Due sconfitte, una a Sora senza essere praticamente scesi sul parquet e una in casa, domenica scorsa, contro Civita Castellana al tie-break dopo essere stati raggiunti per due volte con l’incapacità di chiudere il match quando andava fatto.

Insomma, due débâcle che non sono piaciute a coach Cantagalli che vuole un pronto riscatto a partire da domani. Il menu del 22° turno di Serie A2 UnipolSai, penultimo di campionato, comincia proprio con la Conad a mezzogiorno (diretta streaming ore 12 su SporTube) che affronta l’Aurispa Alessano, fanalino di coda in classifica e senza più ambizioni, che proverà a chiudere in bellezza l’ultima partita in casa per cercare anche di evitare di terminare la regular season all’ultimo posto.

Oltre al riscatto in sé, per la Conad la partita è fondamentale per la graduatoria perché il 5° posto che occupano attualmente i giallorossi è tutto da difendere. Se l’aggancio al 4° (Tuscania a +4) e al 3° (Civita Castellana a +5) sono missioni piuttosto proibitive, bisogna invece guardarsi alle spalle dove Cantù a -1, Siena a -2 e Potenza Picena a -3 premono e possono in un amen far cascare i reggiani, in caso di loro passi falsi, all’ottavo posto che significherebbe sfidare la prima della classe nella griglia playoff vanificando pure, così, la cavalcata da record che aveva portato la Conad a sognare addirittura il terzo posto.

Incubi che si possono scacciare solo andando a vincere domani ad Alessano. Ecco perché Cantagalli ha “tirato le orecchie” alla squadra in settimana. Ed ecco perché anche il suo vice Paolo Zambolin, tiene alta l’attenzione su questo match. “Cosa ci ha portato a perdere queste due partite? La stanchezza no. Abbiamo giocato anche 5 partite in 15 giorni, vincendole e allora non dicevamo di essere stanchi. Credo ci sia stata un po’ di presunzione. Siamo stati come quei pugili che prendono tanti pugni e non vanno a terra poi, magari, riescono a darne qualcuno vincente ed ecco che abbassano la guardia e tornano indietro ganci che fanno male. Siamo stati semplicemente questi. E dobbiamo capire che non possiamo abbassare la guardia e che nessuno ci regala niente. Non è che se vinciamo 11 partite su 12 le altre arrivano di conseguenza. Le partite ce le dobbiamo sempre sudarcele. L’importante ora è fare 6 punti nelle prossime ultime due partite perchè l’obiettivo minimo è quello di arrivare quinti. Ad Alessano non sarà facile, complice anche l’orario di mezzogiorno che crea sempre qualche sfasamento, ma anche perché loro giocano l’ultima partita in casa e vogliono congedarsi dal loro pubblico con una vittoria. Playoff? Vedremo dove ci piazzeremo, anche se penso che agli spareggi promozione tutto si azzera e parte un torneo a sé”.

E la banda classe ’94, Alessandro Bevilacqua non vede l’ora di giocare i playoff, anche se chiede alla squadra di essere concentrata sulle ultime due gare di regular season. “Il morale negli spogliatoi è buono, siamo tutti abbastanza sereni. La scorsa settimana è stata difficile perché abbiamo giocato due partite ravvicinate con due squadre toste, però dobbiamo ritrovare lo spirito giusto ad Alessano. Servono tre punti che sono fondamentali per la nostra posizione di classifica in virtù dei playoff. Dove possiamo arrivare? Credo che sia un campionato a parte, dove tutto può succedere. Ed è la fase più bella che un pallavolista possa giocare, non vediamo l’ora e sono sicuro che saremo tutti all’altezza. Però dobbiamo pensare alle ultime due gare ora. Dobbiamo centrare 6 punti e dare il massimo, perché dietro di noi le tre rivali viaggiano molto forte e vogliono strapparci il quinto posto. Dobbiamo giocare sempre aggressivi”.

E la tradizione è comunque favorevole alla Conad. Nei precedenti contro Alessano in serie A2, Reggio è avanti per 2 confronti a uno. Oltre alla vittoria dell’andata al PalaBigi per 3-2, il Volley Tricolore nella scorsa stagione 2014-2015 espugnò il fortino pugliese vincendo per 3-1. E domani vuole cercare il bis anche con l’aiuto di Ludovico Dolfo a cui mancano 10 punti per arrivare a toccare i 200 stagionali.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *