Scoperto in una coop deposito illegale di auto rottamate: venivano spedite all’estero
Africano denunciato dal Noe dei Carabinieri

1/3/2016 – I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bologna hanno avviato una serie di controlli su diverse attività industriali di tutta l’Emilia Romagna per verificare il rispetto della normativa ambientale.

 A Castel Maggiore nello stabilimento di una cooperativa di produzione e lavoro che svolge attività di import/export di prodotti non alimentari verso Paesi non Ue, è stato scoperto un deposito illegale di rifiuti speciali pericolosi, in particolare veicoli fuori uso o cancellati da tempo dal Pubblico Registro Automobilistico,  in attesa di essere trasferiti all’estero.

Gli uomini del Noe hanno messo tutto sotto sequestro,  mentre il legale rappresentante della cooperativa, un uomo di 42 anni di origine camerunense, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Bologna per attività di gestione illecita di rifiuti.

 Nel corso degli altri 5 controlli effettuati, non sono state riscontrare irregolarità. Il Noe sottolinea che le attività ispettive in materia ambientale proseguiranno nei prossimi giorni sul territorio dell’intera Emilia Romagna e riguarderanno diverse attività industriali.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *