Fucile sequestrato in casa di ucraini: lui faceva il furbo e lo mostrava in pubblico

28/3/2016 – In casa nascondevano un fucile da caccia calibro 12 e una canna di scorta: a scoprirlo i Carabinieri della stazione di Reggio Emilia Principale, che ora indagano per dare una risposta agli interrogativi aperti dall’inquietante rinvenimento.  .

Con l’accusa di detenzione illegale di armi,  i militari hanno denunciato alla Procura reggiana una cittadina ucraina di 55 anni e il figlio di 25 anni, entrambi residenti a Reggio Emilia.Aal sequestro si è arrivati attraverso le segnalazioni ricevute dai Carabinieri di Quartiere, in base alle quali l’ucraino non solo si vantava nei bar di possedere l’arma, ma la mostrava in pubblico. Le soffiate erano giuste: una perquisizione nell’abitazione dei due ha portato al rinvenimento dell’arma con tanto di canna di scorta. Madre e figlio venivano quindi denunciati dai Carabinieri che sequestravano quanto da loro illecitamente detenuto. Le indagini ora proseguono per risalire alla proprietà del fucile, comprendere perchè i due ne erano in possesso e soprattutto – attraverso le analisi balistiche affidate al RIS di Parma – verificare se l’arma sia stata utilizzata in episodi delittuosi.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *