Ercole Incalza assolto per la quindicesima volta: “Ha subito l’affronto del carcere, che bisogno c’era?”

di Mauro Del Bue

12/3/2016 – Ercole Incalza assolto. Per la quindicesima volta. E’ una bella notizia per chi l’ha conosciuto e ha avuto modo di apprezzarne la competenza e la disponibilità. Quando ero al governo in quel ministero era lui il vero ministro. Conosceva l’Italia metro per metro.

Fu lui a trovare la soluzione del finanziamento alla stazione di Reggio Emilia dell’Alta velocità, su mia sollecitazione. Sapeva che Mancasale era zona sottoutilizzata e dunque obiettivo B finanziabile con fondo comunitario. Andai io alla conferenza stato-regioni per fare passare il contributo di 37 milioni di euro che  mancavano e inventammo un finanziamento anche per la Liguria per averne l’appoggio.

A Ercole un forte abbraccio e un pensiero affettuoso, a lui e anche alla sua famiglia che ha dovuto sopportare due anni di gogna mediatica. E per lui anche l’affronto del carcere. Che bisogno c’era?

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. franco Rispondi

    12/03/2016 alle 17:37

    Grazie di quest’informazione sul finanziamento per la stazione AV.Purtroppo i socialisti hanno fatto tanto e fanno tuttora,ma i meriti vanno ad altri. Quanto ad Ercole è la tragedia della giustizia italiana , anzi, perchè no, delle leggi che permettono il carcere senza certezza della colpa ed ancor prima del processo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *