Brevini : il gruppo ha chiuso il 2015 con un fatturato di 387,7 milioni (-7,8%)

31/3/2016 – Il gruppo Brevini chiude il 2015 con un fatturato di 387,7 milioni di euro (aggregato delle divisioni Power Transmission e Fluid Power) con una flessione del 7,8% rispetto ai valori del 2014, molto inferiore rispetto ai settori di riferimento. E’ comunque “solido” il flusso di cassa.
“Il 2015 è stato un anno difficile – commenta il cavalier Renato Brevini, Presidente del Gruppo – caratterizzato  da una congiuntura avversa nella maggior parte dei settori nei quali operiamo. Il calo dei prezzi del petrolio, dei minerali, dell’acciaio, del settore delle costruzioni e delle commodities agricole ha ridotto drasticamente gli investimenti dal 20% fino al 40%-50%. Nonostante la nostra rete commerciale sia riuscita ad acquisire nuovi clienti e nuovi business per oltre 30 milioni nel corso dell’anno, ciò non è stato sufficiente a compensare completamente le avversità del mercato. Nel corso dell’anno abbiamo agito in modo incisivo sulla nostra struttura operativa migliorandone l’efficienza e riducendo in modo significativo il capitale circolante, a favore di una solida generazione di cassa”.

Renato Brevini

Renato Brevini

Il 2015, nella ricorrenza del 55° anniversario dalla fondazione, è stato anche caratterizzato dal varo di un progetto ambizioso che prevede l’integrazione delle divisioni Power Transmission e Fluid Power.

“La fusione delle due divisioni – conclude Renato Brevini – sarà ultimata entro la prima parte del 2017 e già dall’anno in corso permetterà di materializzare nuove significative opportunità per vendite incrementali di prodotti e sistemi. L’asse portante della Brevini costituito da filiali proprie in 27 paesi, potrà fare leva su una gamma di prodotti e tecnologie che ha pochi uguali e che spazia dalla meccanica, all’idraulica e all’elettronica di controllo.”

 Il gruppo Brevini conta circa 2350 dipendenti in 27 paesi, con stabilimenti produttivi in Italia, Germania, Stati Uniti, Cina e Brasile.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *