Processo Aemilia a rischio?
L’aula prefabbricata si blocca in Regione

10/3/2016 – Colpo di scena in Regione per il processo Aemilia: è in pericolo il  contributo per la realizzazione dell’aula bunker prefabbricata nel cortile del palazzo di Giustizia di Reggio Emilia. Questa mattina è stata rinviata la trattazione, in commissione Cultura, scuola, formazione, lavoro, sport e legalità, del progetto di legge recante “Contributo straordinario al Comune di Reggio Emilia per allestimento aula speciale per la celebrazione del dibattimento nel processo penale cosiddetto Aemilia”.

Il consigliere Tommaso Foti  (Fdi-An), che ha ipotizzato la “illegittimità costituzionale” dell’atto, ha trasmesso all’Ufficio di Presidenza della commissione una lettera attraverso la quale si sollecita “l’opportunità di richiedere la scheda tecnico-normativa contenente informazioni di coerenza della disciplina proposta con la Costituzione, onde fugare legittimi dubbi in merito a possibili conflitti di attribuzione in materia di legislazione concorrente”.

Il presidente commissione Giuseppe Paruolo, facendo seguito alla sollecitazione di Foti, ha trasmesso al Capo di gabinetto della Presidenza della Giunta la richiesta della scheda tecnico-normativa sul testo di legge, il cui esame è stato quindi rinviato.

Il progetto di legge è necessario per il contributo di 450 mila euro della Regione al montaggio di un aula udienze prefabbricata nel piazzale interno del tribunale reggiano, come da impegni assunti con il Ministero di Grazia e Giustizia. La prima udienza del processo è fissata per il 23 marzo: con questo intoppo non secondario, che riguarda la costituzionalità del provvedimento, riuscirà Aemilia a partire per tempo, o dovrà essere trasferito ad altra sede?

Be Sociable, Share!

2 risposte a Processo Aemilia a rischio?
L’aula prefabbricata si blocca in Regione

  1. giuseppe Rispondi

    10/03/2016 alle 15:31

    Che senso ha sostenere spese assurde per un’aula bunker temporanea a Reggio. Si fa per ingrassare i penalisti reggiani , qualche albergo e i giornalisti del luogo ? Si trovi altro locale, vedi fiera, oppure si faccia altrove.
    Con le risorse per il bunker si aiuti qualche famiglia in difficoltà o si faccia qualche infrastruttura che agevoli il ricupero economico e sociale.

  2. Anna Maria Campanale Rispondi

    11/03/2016 alle 03:18

    Certamente spero che ci ripensino e sfruttino qualche immobile non sfruttato tutto l’anno, credo sia possibile trovare un immobile sicuro e risparmiare per destinare fondi per servizi sociali o rifare strade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *