E-commerce unlimited
Ai domiciliari per droga, continua a spacciare su Facebook : tunisino ritorna in carcere

27/2/2016 – E’ proprio vero che l’e-commerce non ha confini. Era ai domiciliari per droga, ma continuava a vendere stupefacenti attraverso Facebook e altri social network

Lo hanno scoperto i Carabinieri di Reggio Emilia che hanno condotto in carcere un tunisino di 36 anni, dopo aver ottenuto dal Gip di Milano l’aggravamento della misura cautelare.

L’uomo era stato preso con 400 grammi di cocaina, nascosti in una tasca della giacca, il giorno di Santo Stefano mentre passeggiava con la moglie e il figlioletto nei pressi della stazione di Reggio. opo aver passato le feste di fine anno in carcere, i 7 gennaio scorso aveva ottenuto gli arresti domiciliari: evidentemente la lezione non era servita perchè i carabinieri hanno scoperto che continuava a spacciare mantenendo i contatti con clienti e fornitori attraverso Facebook.

Da qui la relazione dei carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Reggio Emilia e la decisione del Gip presso il Tribunale di Milano, che ha rispedito il tunisino in carcere, dove si spera a questo punto che non possa accedere a Facebook.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *