Siamo a Reggio o in una favela?
La Polizia Stradale sequestra autobus privo di copertura assicurativa

5/2/2016Il Comando Polizia Stradale di Reggio Emilia ha disposto nei giorni scorsi controlli mirati nel settore del trasporto pubblico passeggeri.

Sono stati controllati numerosi autobus, oltre ad autovetture utilizzate per il noleggio con conducente e minibus.

In particolare sono stati verificati i titoli autorizzativi e le dotazioni proprie di tali veicoli che per tipologia di trasporto (persone) necessitano di attrezzature riconducibili alla sicurezza dei passeggeri (es. estintori, carretta pronto soccorso, cinture di sicurezza, ecc).

Durante questi controlli le pattuglie dei Distaccamenti di Castelnuovo Monti e Guastalla hanno disposto il sequestro di un autobus il quale al termine delle verifiche è risultato privo della regolare copertura assicurativa. Il veicolo è stato quindi tolto dalla circolazione stradale ed alla società proprietaria del mezzo con sede nel territorio della provincia di Reggio Emilia è stata elevata una serie di contravvenzioni per un importo che può arrivare fino a € 1.950.

Contemporaneamente altra pattuglia impiegata a ridosso del casello autostradale, effettuava altro controllo ad un autobus risultato di proprietà di una azienda ubicata nel territorio parmense.

 Dalle verifiche esperite sul conducente, questi però risultava essere dipendente di altra società che al momento stava utilizzando detto autobus per espletare un servizio di linea di passeggeri in violazione delle norme che regolano il trasporto pubblico. L’autobus veniva sottoposto a fermo amministrativo ed a carico della società venivano elevate alcune violazioni per importi superiori a mille euro. Infine gli agenti provvedevano altresì a ritirare l’autorizzazione al trasporto di linea in uso alla società proprietaria del veicolo.

Altro controllo in ambito autostradale, ha permesso di sanzionare una società con sede a Parma e dedita al noleggio con conducente, la quale stava utilizzando una persona in qualità di autista, in violazione delle stringenti norme che regolano il settore. Infatti l’uomo di 45 anni, sempre residente a Parma, non è risultato tra i dipendenti della società e per tale motivo il veicolo verrà sottoposto a fermo amministrativo con sospensione della carta di circolazione. Ulteriori indagini verranno esperite presso la società al fine di individuare ulteriori inadempienze anche connesse al rapporto di impiego e versamenti contributivi.

Il Comando di Polizia Stradale, continuerà anche nei prossimi giorni ad effettuare tale tipologia di verifiche, finalizzando il proprio impegno a rendere maggiormente sicura la circolazione delle persone sui mezzi pubblici nel territorio provinciale.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Favela Aemilia Rispondi

    06/02/2016 alle 11:25

    Nelle favelas c’è gente molto migliore..

    🙂

Rispondi a Favela Aemilia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *