Bordelli, la Polizia fa piazza pulita
Centri cinesi hot chiusi a Reggio e Scandiano. Siamo a quota 11

21/2/2016 – Ora siamo a quota 11. Altri  due centri massaggi cinesi , in realtà bordelli sotto falso nome,  chiusi dalla Polizia nel reggiano per sfruttamento della prostituzione. Si tratta di due centri  con l’insegna Tuina: il primo è stato chiuso giovedì 18 febbraio in via Ferruccio Ferrari – zona Meridiana -a Reggio Emilia,  il secondo in via Tintoretto a Scandiano. In entrambi i casi, la Polizia è intervenuti a seguito delle segnalazioni dei cittadini giunte alle amministrazioni comunali. 

I titolari, entrambi denunciati, sono due cinesi: un 50enne a reggio e una signora di 45 anni a Scandiano. Un cliente, dopo la chiusura del centro scandianese, rivolgendosi agli agenti ha esclamato seccato: “Me li state chiudendo tutti. Prima quello in stazione, poi in via Gorizia e adesso questo…”.

LE CHIUSURE PRECEDENTI

4 febbraio 2015, sequestro preventivo di iniziativa, successivamente convalidato, del centro “Oasi”;

23 marzo 2015, sequestro preventivo di iniziativa, successivamente convalidato, del centro “Ebay”;

18 maggio 2015, sequestro preventivo di iniziativa del centro massaggi denominato “Beauty “, a Scandiano in via delle Scuole;

4 giugno 2015, sequestro preventivo di iniziativa del centro “Luna” a Reggio in via Newton;

7 settembre 2015, sequestro preventivo di iniziativa del centro benessere Li Ren Wu in via Degani 1 sempre a Reggio;

28 settembre 2015, sequestro preventivo del centro massaggi “Tuina”  in via Galileo Galilei 8 a Reggio;

11 novembre 2015, sequestro preventivo del “Centro Relax Shuang Li” in via Garcia Lorca 10 a Reggio;

5 dicembre 2015, sequestro preventivo del centro “Bel Massaggio Sas” in via Brigata Reggio 28 a Reggio;

18 gennaio 2016, sequestro preventivo del centro “Giulia Sas” in via Gorizia a Reggio.

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Confessioni Rispondi

    22/02/2016 alle 17:38

    Insomma poi dopo a Messa la domenica di cosa dovrebbero pentirsi mai questi maritini ‘morigerati’ ?

    suvvia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *