Nube nera su Cavazzoli Preoccupazione per l’incendio nell’impianto Iren
Rifiuti in fiamme, tre squadre di Vigili del fuoco hanno lavorato ore

22/2/2016 – Ha suscitato non poca preoccupazione l’incendio che si è sviluppato sabato pomeriggio alle 16 all’interno dell’inceneritore di Cavazzoli, e che in pochi minuti ha avvolto la zona in una nube di fumo nerastro. Sembra escluso un atto vandalico, ma non sono chiare le ragioni di un sinistro che non sarebbe dovuto accadere e che ha costretto molte persone.soprattutto i genitori a passeggio con i bambini lungo il Crostolo a lasciare la zona e a rientrare di corsa nelle loro case.

L’incendio si è sviluppato nella fossa dove un tempo venivano scaricati e bruciati i rifiuti. L’impianto d’incenerimento non è più in funzione dal 2013, ma viene ancora utilizzato per compattare i rifiuti indifferenziati destinati al termovalorizzatore di Parma-Uguzzolo.

Sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco, che hanno lavorato ore per spegnere le fiamme con acqua e per tutte le operazioni necessarie a impedire lo sviluppo di un altro incendio.

L’incendio ha riguardato i rifiuti “Ma non c’è stato alcun pericolo per l’ambiente e le persone”, ha fatto sapere Iren. “I dispositivi di sicurezza si sono attivati immediatamente”. Ma l’ultima parola spetta da un lato al rapporto dei Vigili del Fuoco, e dall’altro dalle verifiche di Arpa Emilia-Romagna e dei carabinieri, intervenuti sul posto. Si dovrà verificare, fra l’altro, se l’incendio non sia stato provocato da qualche malfunzionamento e piuttosto da una eccessiva quantità di rifiuti compattati.

 

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *