Minacce islamiche alla giornalista Benedetta Salsi: solidarietà anche dal Pd reggiano
“Attenzione massima” da parte della Dda

27/2/2016 – Anche il  Partito Democratico di Reggio Emilia ha espresso oggi “piena solidarietà” alla giornalista Benedetta Salsi, della redazione reggiana del Resto del Carlino, per le infamità e le minacce pubblicate contro di lei sulla pagina Facebook “Musulmani d’Italia“, il giorno dopo aver firmato un articolo in cui ha dato conto delle misure di prevenzione straordinarie adottate nei confronti di Luca Aleotti, reggiano di 31 anni convertito all’Islam, che si fa chiamare Saif-Allah (Spada di Allah)  ed è indagato per terrorismo in conseguenza dei suoi pesanti attacchi all’Italia sul web.

Il Pd ha espresso solidarietà alla Salsi e alla redazione reggiana del Resto del Carlino “minacciati da un gruppo di sedicenti islamici. La libertà di stampa non è un’opinione ma un diritto-dovere previsto dalla Costituzione italiana. Benedetta e il Carlino hanno fatto semplicemente il loro lavoro che è informare ed essere informati. Chiediamo la massima attenzione verso questi fenomeni che sul web e non solo vogliono intimidire e dividere le nostre comunità”.

La Dda di Bologna che ha competenza sui reati di terrorismo, ritiene che lo stesso Luca Aleotti sia tra gli amministratori della pagina dei Musulmani D’Italia: per questo l’attenzione è alta e il caso degli attacchi a Benedetta Salsi è seguito da vicino. “L’attenzione è massima – ha dichiarato il procuratore Valter Giovannini – anche per quanto riguarda l’utilizzo del web come strumento di propaganda e minaccia. Però si deve sempre distinguere enon èper nulla semplice, tra il mitomane esaltato, ma isolato, da chi invece, spesso con modalità informatiche complesse, immette nella rete impulsi seri finalizzati a incentivare il proselitismo estremista”.

LA SOLIDARIETA’ DI ITALIA UNICA

“Italia Unica Reggio Emilia condanna in maniera ferma e inequivocabile le minacce indirizzate tramite il web nei confronti della giornalista della redazione reggiana de’ “Il Resto del Carlino” Benedetta Salsi, alla quale esprime il suo più incondizionato sostegno. Una violenza gratuita e deprecabile che lede l’inderogabile principio della libertà di stampa.

Una doppia colpa essere donna e informare liberamente, una colpa inaccettabile per un gruppo di estremisti.

Occorre che le istituzioni e la società civile esprimano totale solidarietà e sostegno ad una cittadina oggetto di un pensiero oscurantista, che disconosce i cardini fondamentali della religione islamica e della nostra democrazia.” Liliana Bertolini, Italia Unica di Reggio Emilia

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Anche io solidale Rispondi

    29/02/2016 alle 10:12

    E’ uno schifo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *