Volley, inarrestabile Conad: travolge in 3 set
Potenza Picena al PalaBigi e la supera in classifica

21/02/2016 – (D.Petrone, C. Codazzi) – Non ci sono più aggettivi per descrivere questa Conad che ha conquistato una strepitosa vittoria nello scontro diretto, giocato al PalaBigi, contro il Volley Potentino Potenza Picena. Una sfida cruciale ai fini della classifica di A2 di Volley perché i marchigiani avevano 1 punto in più della Conad ed erano appaiati, al quinto posto, a Cantù che Reggio affronterà domenica prossima in un altro match da alta quota. Con questo successo, dunque, la truppa di coach Cantagalli ha operato il sorpasso ai danni di Potenza Picena. Uno slalom pazzesco – citazione non casuale in onore a Giuliano Razzoli, il campione olimpico di sci ospite sulla panchina reggiana oggi – quello praticato in graduatoria nelle ultime dieci gare dalla Conad che ha suonato la nona sinfonia e ha messo in tasca la sesta vittoria consecutiva. Un rullo compressore straordinario. Oggi la Conad ha messo giù un 3 set a zero che ha tolto il fiato agli avversari nonostante qualche sofferenza patita da Tondo e soci nel primo e nell’ultimo set in cui Potenza Picena ha avuto la forza di tornare sotto nel punteggio, mentre il secondo parziale è stato conquistato con una schiacciante superiorità dagli uomini di coach Cantagalli. Tondo a muro, nella gara odierna, è stato straordinario con 13 punti segnati che gli hanno consentito di superare quota 200 in stagione. Fondamentale anche la prova di Davide Benaglia che con 10 punti ha toccato quota 106 in totale. Fondamentali pure le certezze Cetrullo e Dolfo a mettere giù punti importanti  nelle fasi cruciali della sfida. Morgese ha recuperato palle impossibili appoggiando spesso la palla comoda per Marchiani, fenomenale in cabina di regia, che ha messo a referto anche 3 punti realizzati con grande astuzia. Graffianti i ruggiti di Silva e l’impatto super di Kody nei momenti che contavano. Tutto questo ha rappresentato un cocktail fantastico che ha fatto volare la Conad sempre più in alto.

La gioia della Conad dopo la vittoria del 2° set.

La gioia della Conad dopo la vittoria del 2° set.

Il  match 

Comincia subito con grande mordente la Conad che va sopra 3-1 coi due centrali Benaglia e Tondo che si scaldano le mani andando a segno. Prova a scappare via sul punteggio del primo set il Volley Tricolore coi primi bersagli di Cetrullo, ma non riesce ad andare oltre il +2, con Potenza Picena che risponde palla su palla: 8-6. Poi però gli ospiti pasticciano un po’ e prima lo stesso Cetrullo e poi Benaglia ne approfittano sulla ricezione marchigiana non perfetta e mettono a segno un break che vale il +4: 10-6. Il coach del Volley Potentino Graziosi chiama timeout e prova a riassettare la squadra che alla ripresa reagisce, ma i troppi errori in battuta e Cetrullo che evidenzia le lacune difensive, la tengono sempre sotto di 4 punti: 12-8 per la Conad. Poi con un’invenzione astuta di Marchiani e un ace di Tondo, Reggio prende il largo: 14-9. Ma i piceni accorciano con un buon break: 14-12 e coach Cantagalli richiama i suoi all’ordine per tenere tutti sulla corda. E così, al rientro, Dolfo si scatena e la Conad viaggia verso la conquista del set: 18-13. E ancora capitan Tondo trascina i suoi a muro: 20-14. Ma Potenza Picena non demorde e accorcia nonostante Cantagalli metta dentro l’asso camerunense Kody che va a mettere giù di potenza il punto del 23-18. Ma ancora i marchigiani rispondono con un break che fa sentire il fiato sul collo a Reggio: 23-22. Brividi. E poi una ricezione errata consegna clamorosamente il pari al Volley Potentino: 23-23. Gap azzerato con una super prova di Pierotti (6 punti)! Ma la Conad reagisce nel momento clou e Cetrullo sfodera il colpo del 24-23. Ma gli ospiti rispondono: 24-24, si va ai vantaggi. Ma il Pirata Benaglia e un ace di Dolfo decidono di chiuderla finalmente: 26-24 e 1-0 per la Conad.   

Ancora una partenza sprint in avvio di secondo set per la Conad con Dolfo che fa malissimo dalla battuta e dalla seconda linea: 5-0 per Reggio! Prova a tornare sotto Potenza Picena, ma Cetrullo e Silva ruggiscono: 9-3. Timida reazione ospite, anche se i punti arrivano soprattutto per piccoli errori di Reggio, poi però Marchiani si inventa un altro colpo a sorpresa e Tondo al servizio è una spina nel fianco: 12-7. Allunga ancora la Conad con un grande Benaglia: 15-8, Potenza Picena in difficoltà. Reggio domina con un Tondo straripante a muro: 19-10, set che sembra non essere stato mai in discussione. Il capitano continua a regnare sopra la rete, Dolfo macina punti su punti: 22-12, una Conad super! Break del Volley Potentino che prova un accenno di remuntada, ma il gap è troppo: 23-15. Dolfo poi conferma il momento straordinario e guadagna una serie innumerevole di set ball: 24-15. E Cetrullo la va a chiudere con un pallonetto morbido: 25-15 e 2-0 per il Volley Tricolore!

Un muro a tre della Conad contro un attacco di Cavuto.

Un muro a tre della Conad contro un attacco di Cavuto.

La Conad ha l’occasione di chiudere la pratica in tre set e inizia subito in modo sprint: 3-0! Le manone di Tondo oggi non fanno passare nulla, è dominante a muro: 6-2 per Reggio. Tondo mette a segno un ace favoloso, ma Potenza Picena resta comunque in scia a -4: 10-6. Coach Graziosi prova a scuotere i suoi al timeout, ma il Volley Tricolore si sta dimostrando sempre più solido. Accorcia leggermente il distacco la squadra marchigiana (12-9), allora Cantagalli per non rischiare richiama i suoi all’ordine e Benaglia al rientro in campo suona la riscossa: 13-9. Cetrullo bombarda ancora e Reggio tiene comunque distanza gli ospiti: 16-12. Poi però Cavuto centra un ace e Potenza Picena si avvicina pericolosamente: 16-14, ma poi ci pensa ancora una volta capitan Tondo spezza l’incantesimo (17-14). Poi Dolfo mette giù il punto del 18-15 dopo un recupero miracoloso di un super Morgese che oggi le prende tutte. I piceni però non si arrendono e vanno a meno uno: 18-17! Dolfo allunga ancora, poi una chiamata out dubbia dell’arbitra consegna il 20-18 a Reggio. Si gioca punto su punto, ma la Conad non molla la presa e Cetrullo segna il 22-19, match vicinissimo! Potenza Picena risponde con un break e si avvicina ancora: 22-21, altro set da brividi. E arriva l’aggancio degli ospiti: 22-22 con un errore di Cetrullo in attacco. E poi arriva addirittura il sorpasso clamoroso: 22-23 con un bel muro potentino. Cantagalli allora mette dentro forze fresche e si gioca le carte Kody e Tom D.P. L’australiano sbaglia dal servizio e gli ospiti vanno a servire per il set: 23-24. Tondo erge l’ennesimo muro: 24-24, si va ai vantaggi! Il capitano mette fuori la battuta, ma un attacco formidabile di Kody annulla il set-ball ospite. Sbaglia anche Potenza Picena e adesso Reggio serve per il match: 26-25. E Kody la va a chiudere trovando il mani fuori del muro marchigiano: 3-0 e un’altra strepitosa vittoria! (dopo  il tabellino l’intervista al campione olimpico di slalom speciale di sci alpino Giuliano Razzoli)

Il tabellino 

CONAD VOLLEY TRICOLORE REGGIO EMILIA    3

VOLLEY POTENTINO POTENZA PICENA                 0

(26-24; 25-16; 27-25) 

REGGIO: Dolfo 11, Benaglia 10, Cetrullo 12, Silva 4, Tondo 13, Marchiani 3; Kody 3, Bonante, Scaltriti, Tom D.P. Libero: Morgese. Non entrati: Cargioli e Bevilacqua. Allenatore: Cantagalli

POTENZA PICENA: Moretti 5, Cavuto 11, Quarta 9, Partenio 3, Pierotti 11, Codarin 1; Cristofaletti 4, Biglino 4, Miscio, Ferrini. Libero: Calistri. Allenatore: Graziosi

Arbitri: Piubelli e Lolli

IL CAMPIONE OLIMPICO DI SCI GIULIANO RAZZOLI, OSPITE SULLA PANCHINA DELLA CONAD, HA PORTATO FORTUNA: “E’ STATO DAVVERO MOLTO INTERESSANTE, HO VISTO LA PALLAVOLO COME MAI FINORA ED E’ UNO SPORT CHE MI PIACE TANTISSIMO. E’ STATO MOLTO EMOZIONANTE VEDERE DAL CAMPO LE SENSAZIONI DEGLI ATLETI. LA CONAD E’ DAVVERO UNA BELLA SQUADRA. IL MIO RECUPERO? PROCEDE SPEDITO, STA ANDANDO TUTTO BENE” . (di D. Petrone e C.Codazzi)

Una guest star che ha portato tanta fortuna quella che oggi era seduta in panchina al PalaBigi. L’ospite in panchina era niente poco di meno che Giuliano Razzoli, campione olimpico di sci, attualmente fermo ai box per via di quel brutto infortunio di qualche settimana fa accusato durante lo slalom speciale a Kitzbuehel, in Austria.

Giuliano Razzoli con la medaglia d'oro olimpica (da www.discoryalps.it).

Giuliano Razzoli con la medaglia d’oro olimpica (da www.discoryalps.it).

Così, il Volley Tricolore ha pensato di invitarlo a vedere il match di oggi per fargli sentire la vicinanza del club e per avere come testimone un grande sportivo del territorio reggiano rappresentante dello sport “sano e pulito “.

Razzoli ha seguito il match sulla panchina assieme al consigliere delegato al marketing, Loris Migliari, che ha avuto l’idea di invitarlo e al coach Luca Cantagalli, un altro campionissimo con una bacheca invidiabile. Al campione di Villa Minozzo è stata regalata una maglia della Conad col numero 13, lo stesso del suo pettorale vincente alle Olimpiadi di Vancouver nel 2010, con la scritta “Razzo”. E lui, con la sciarpa al collo del Volley Tricolore, ha ricambiato con un suo fantastico poster autografato rispondendo con grande entusiasmo agli applausi del pubblico.

«E’ stato davvero interessantissimo assistere a questa partita – ha detto “Razzo” – ed è stato anche parecchio divertente. Poi, quando si vince e va tutto bene lo è ancora di più. Ho avuto la possibilità di vivere da una prospettiva privilegiata il match. Ho passato una bella domenica alternativa e mi sono appassionato ancora di più alla pallavolo che, comunque, già guardavo in televisione quando potevo. Uno sport che oggi ho apprezzato e conosciuto ancora meglio. Ho visto la Conad molto bene, è proprio una bella squadra e spero che continui così. Cosa mi ha colpito di più? Beh, l’altezza di Kody… (ride ndr). È spaventoso.  Dalla panchina ho potuto capire di più il gioco. Inoltre, è stato bello vedere come gli atleti si sono preparati, come hanno reagito agli errori, cosa si sono detti tra loro, sentire le istruzioni impartite da coach Cantagalli e avvertire le emozioni vissute dai giocatori nei diversi momenti del match. Meglio il basket o la pallavolo? Sono due sport entrambi entusiasmanti in cui c’è sempre un ritmo incalzante e si vivono emozioni continue».

Razzoli è stato osannato dal pubblico che gli ha tributato uno scrosciante applauso prima del match: “E’ sempre bello sentire l’affetto del pubblico – ha detto il campione olimpico -significa che qualche emozione l’ho fatta provare. Ogni tanto ci sono anche emozioni negative come quando cado (ride ancora ndr), però, battute a parte, spero di poterne regalare ancora tante di belle e positive”.

A proposito del suo recupero ha spiegato: “La riabilitazione procede bene. Ormai, sono senza stampella e faccio già qualche piccolo passo in autonomia. Sta andando tutto come da programma e, forse, sono in anticipo a livello di tempi di recupero, ma non voglio forzare. Non ho fretta, voglio fare le cose come si deve e tornare alla grande”.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *