La Reggiana si impantana a Gorgonzola. Spanò replica nella ripresa a Cogliati.

07-02-2016- (Carlo Codazzi) – I granata non sono andati oltre l’1-1 contro la Giana Erminio che aveva imposto loro il pari anche all’andata al “Città del Tricolore”. La Reggiana evidentemente trova indigesto il gorgonzola dato che la Giana è la squadra della cittadina lombarda che porta il nome del famoso formaggio.

Il pari è di quelli che suscitano l’amletica domanda: 1 punto guadagnato o 2 persi? Una risposta ardua da dare, ma è evidente che da questa trasferta i tifosi della Reggiana si attendavano qualcosina di più del punticino rimediato da Arma e compagni. Considerato che gli uomini di Colombo hanno inseguito per quasi 1 ora gli avversari, passati in vantaggio al 14’ grazie ad un potente destro di Cogliati servito sul filo dell’offside da Gasbarrroni con la difesa granata in “pennichella”, si potrebbe pensare ad 1 punto guadagnato. Tesi che si rafforza prendendo in esame anche il brutto 1° tempo offerto dalla Regia. La buona ripresa disputata dai granata, condita da 3 occasioni nitide da gol create oltre alla rete del pareggio di Spanò, invita a pensare, invece, a 2 punti buttati.

A penalizzare la Reggiana il forfait di Sabotic colto da virus intestinale appena prima di salire sul pullman per Gorgonzola. A rilevarlo al centro della difesa a 3 il neo acquisto Pazienza (ex Napoli e Juve) affiancato da Spanò e Frascatore. In mezzo al campo Bruccini a far reparto con Maltese, Bartolomei, Mogos e Mignanelli, questi ultimi sugli esterni. In attacco Siega in appoggio a Rachid Arma. Fischio d’inizio su un terreno reso pesantissimo dalla pioggia insistente, un fondo poco adatto alle manovre palla a terra e in velocità proprie dei granata.

Nei primi 45’ poco da annotare oltre al gol di Cogliati sopra descritto. La Reggiana ha creato poco o nulla limitandosi ad una girata al volo di Arma (35’) contrata in corner da un difensore e ad una fiacca deviazione di Spanò, sull’angolo conseguente, facile preda di Paleari. Il pantano e lo schieramento con almeno 10 uomini dietro la linea della palla della Giana hanno frenato l’ardore degli ospiti.

Musica che ha cambiato spartito nella ripresa quando Colombo ha messo in campo Letizia (4’) e Nolè (16’) rispettivamente per Pazienza e Bartolomei. Granata passati dal 3-5-2 al 4-3-3. Ha prima sfiorato il pareggio Letizia (22’) dopo una bella penetrazione in area conclusa da un tiro di punta, di sinistro, murato con fatica da Paleari, poi al 24’ il pari nato da un corner. Dalla bandierina palla sulla testa di Letizia che ha appoggiato per Spanò bravo a deviare in rete da sotto misura. Dominio territoriale della Regia che ha sfiorato il raddoppio prima con un missile di destro di Nolè (31’) alzato oltre la sbarra da Paleari, poi con un colpo di testa di Arma (33’ su assist di Bruccini) con Palerari di nuovo costretto a volare per spedire in corner il pallone. Nel finale la Reggiana ha rischiato la beffa (40’) con una ripartenza di Perna sfuggito a Spanò e Frascatore. Spanò ha atterrato sul limite dell’area l’attaccante prendendosi un rosso diretto. Per fortuna dei granata la punizione seguente è terminata a lato (di poco) e il risultato è rimasto inchiodato sull’1-1. Negli spiccioli di gara spazio anche al terzo acquisto di gennaio della Reggiana, ovvero al difensore Zucchini entrato al posto di Letizia, dopo l’espulsione di Spanò, per riportare a 4 uomini la linea difensiva granata. Un pareggio che accontenta tutti e..nessuno.

TABELLINO

ERMINIO GIANA-REGGIANA 1-1 (1°tempo 1-0)

Marcatori: Cogliati (EG) 14° p.t., Spanò (R) 24° s.t.

Erminio Giana: Paleari, Bonalumi, , Polenghi, Solerio, Augello, Pinto (35’s.t. Biraghi) Marotta,  Grauso (22’ s.t. Montesano), Perico, Gasbarroni (15’s.t. Perna) Cogliati. A disp. Sanchez, Sosio, Brambilla, Costa, Romanini, Rossini, Capano, Greselin, Sanzeni. All. Cesare Albè.

Reggiana: Perilli, Spano, Pazienza (4’s.t. Letizia-43’s.t. Zucchini)), Frascatore, Mogos, Bartolomei (16’s.t. Nole’), Bruccini, Maltese, Mignanelli, Siega, Arma.  A disp: Rossini, Rampi, Panizzi, Danza, Ceccarelli, Loi.  All. Alberto Colombo.

Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze. Assistenti: Benedettino, Donvito.

Note: espulso Spanò (R).  Ammoniti: Mignanelli (R), Pinto (EG).

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *