In treno con mezzo etto di cocaina, incrocia carabiniere che lo conosce: in manette alla stazione di Reggio

12/2/2016 Libero dal servizio viaggiava sul treno che lo stava portando a Reggio Emilia. Nello stesso scomparto anche un cittadino tunisino 22enne residente a Reggio Emilia, noto al  militare il quale, vista la preoccupazione che trapelava dal volto dell’altropasseggero, ha informato i colleghi della Compagnia di Reggio Emilia che intervenuti hanno subito scoperto i motivi di tale atteggiamento.

Il tunisino aveva piùmezzo etto di cocaina, con tutta probabilità destinata alla piazza reggiana: è stato arrestato due sere fa con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

L’uomo, comparso mercoledì mattina comparso davanti al tribunale di Reggio Emilia, dopo la convalida messo arresti domiciliari in attesa del processo fissato per la prossima settimana.

L’altra sera un Carabiniere del Comando Provinciale di Reggio Emilia mentre si trovava, libero dal servizio, su un regionale partito da Milano ha riconosciuto uno straniero residente a Reggio Emilia, a lui noto, che durante il viaggio si mostrava preoccupato per la presenza del militare, probabilmente da lui riconosciuto. Per questo motivo il militare allertava i colleghi dell’Aliquota Operativa della Compagnia che nel reggiano salivano nel treno fermando e identificando lo straniero. Nel corso delle procedure di identificazione lo straniero ha subito estratto dalla tasca interna del giubbino un involucro con sessanta grammi scarsi di cocaina. Giunti alla stazione ferroviaria di Reggio Emilia i Carabinieri e lo straniero scendevano dal treno raggiungendo la Caserma di corso Cairoli dove alla luce della flagranza di reati di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti il giovane veniva arrestato.

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *