Enrico Bini :”Il ministro Delrio e Vecchi vadano alla Commissione antimafia, dov’è il problema?”
“Io della casa avrei parlato un anno fa”
Applausi dal Movimento 5 Stelle

5/2/2016 – Convocare in commissione Antimafia il ministro Graziano Delrio e il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi, non dovrebbe essere un problema. “Penso non ci sia niente di male”: lo ha dichiarato all’agenzia Dire Enrico Bini, sindaco di Castelnovo Monti e delegato alla Legalità  della Provincia di Reggio Emilia, che da presidente della Camera di commercio è stato per anni in prima fila nella lotta alla criminalità organizzata, pagando il prezzo di intimidazioni e  di un lungo isolamento politico soprattutto da parte del suo partito, il Pd.

Binivaluta in maniera positiva la richiesta avanzata dall’M5s in Parlamento perchè Delrio e Vecchi siano ascoltati in commissione sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta a Reggio. Richiesta che viene affiancata dalla campagna lanciata sui social network dallo stesso Beppe Grillo.

Enrico Bini

Enrico Bini

“Penso non ci sia niente di male – ha commentato ieri pomeriggio a margine di una commissione consiliare in Comune a Bologna- nè penso che Delrio e Vecchi abbiano problemi ad andare: non hanno legami con quelle realta’”. Reggio Emilia, afferma Bini, “è complicata, ma Vecchi sta subendo una cosa che parte da lontano”. Certo è, ha aggiunto il sindaco di Castelnovo Monti, “della casa l’avrei detto l’anno scorso, quando fu arrestato Macrì. Essere sempre diretti è più importante”.
Quanto alla lettera inviata a Vecchi dal carcere da uno degli indagati di Aemilia, Bini ha commentato: “Questa gente ha un coraggio incredibile, ma non ho capito quale sia la finalità di questa lettera. Sono veleni che servono per complicare le cose”.
I 5 STELLE: PLAUSO SINCERO AL SINDACO ANTIMAFIA

“Un plauso sincero da parte del M5S di Castelnovo Monti alle parole espresse dal nostro sindaco al termine di una commissione consigliare a Bologna dove dice: «Penso non ci sia niente di male ad ascoltare Delrio e Vecchi» come chiesto da giorni dai nostri parlamentari M5S a seguito del rifiuto del ministro Alfano.

Un altro plauso per l’analisi sincera sull’operato del PD e delle cooperative che negli ultimi anni hanno permesso alle associazioni mafiose di insediarsi nel nostro territorio: «Bisogna aprire gli occhi – aggiunge – è ora di fare i conti con questa realtà. Non è un problema di colore politico, ma di salvezza del territorio» aggiungendo «il sistema delle cooperative ha aperto le porte a queste persone perché costavano meno: le imprese locali non riuscivano più a ottenere commesse».

Siamo pronti ad appoggiare ogni iniziativa che il nostro Sindaco vorrà intraprendere per alzare la guardia su questo fenomeno e soprattutto per fare la massima chiarezza riguardo ai recenti fatti di Reggio Emilia, nostro capoluogo di provincia.

Concludendo rimaniamo anche disponibili ad organizzare congiuntamente un incontro aperto con la cittadinanza invitando figure istituzionali di entrambi gli schieramenti politici al fine di dibattere su quanto si stia facendo a Roma in commissione anti-mafia per prevenire le infiltrazioni mafiose e per la sicurezza dei nostri territori”. Massimiliano Genitoni, Movimento 5 Stelle Castelnovo Monti

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Essere o NON ESSERE Rispondi

    06/02/2016 alle 11:19

    ..QUESTO E’ IL PROBLEMA
    (MORALE innanzitutto..)

    Un saluto alla Redazione 🙂

Rispondi a Essere o NON ESSERE Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *