E’ fallita la Sincre di Zini, Zambelli e dei fratelli Bari, colpita da interdittiva nel 2014

23/2/2016 -Fallimento per la Sincre srl in liquidazione, impresa di costruzioni  di Enrico Zini (ex presidente della Cna, del Rotary di Reggio Emilia  e vicepresidente dell’Ance di Unindustria), Glauco Zambelli e Salvatore e Saverio Bari della F.lli Bari srl. Il decreto porta la data del 17 febbraio ed è stato firmato dal giudice delegato Virgilio Notari.

Costituita nel 2011, la Sincre era stata colpita nel 2014 da interdittiva antimafia emessa dal prefetto Antonella De Miro perchè un procuratore speciale Raffaele Dolce, con responsabilità nei cantieri sino al 2013 e con precedenti per false fatturazioni, era  ritenuto vicino a personaggi della ndrangheta cutrese, in particolare ai Ciampà imparentati con i Dragone. L’interdittiva portò all’esclusione di Sincre dalla white list post-sisma e all’interruzione dell’attività.

Zini, Glauco Zambelli e i fratelli Bari figurano attualmente, insieme ad altri soci, nella società Costruttori che realizza il progetto ex Polveriera in capo al consorzio Oscar Romero , e il cui cantiere è stato colpito da un incendio doloso nel luglio scorso.

 

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. Mario Guidetti Rispondi

    25/02/2016 alle 12:01

    Triste epilogo. Enrico Zini, al di là del fatto che mi onoro sia mio cugino, seguendo gli insegnamenti del padre Pietro è sempre stato e sempre sarà una persona proba, onesta ed impegnato contro ogni forma di illegalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *