Duecento gomme rubate sui binari: il treno di Don Camillo rischia di deragliare a Luzzara
Bloccata per ore la Parma-Suzzara

23/2/2016 – La ferrovia Parma-Suzzara è rimasta bloccata per alcune ore e il mitico trenino di don Camillo è deragliato a causa di un carico di pneumatici rubati da una ditta di Luzzara e finiti sui binari. E’ accaduto questa mattina poco dopo le 6: la buona notizia è che i ladri, che avevano calcolato male i tempi hanno dovuto abbandonare sul posto la refurtiva, ben duecento grossi pneumatici da trattore, e scappare a gambe levate.

Una parte delle gomme lungo la ferrovia di don Camillo a Luzzara

Una parte delle gomme lungo la ferrovia di don Camillo a Luzzara

I malviventi hanno dapprima creato un varco nella recinzione di un’azienda d’arredamenti di Luzzara, poi si sono avvicinati con un autocarro rubato, su cui dovevano caricare la refurtiva, quindi dall’azienda di arredamenti sono entrati in una ditta che vende un’attigua gomme da trattori, portandole fuori una alla volta e sistemandole provvisoriamente contro il muro di cinta che costeggia la linea ferroviaria Parma-Suzzara. I pneumatici  pronti per essere caricati erano già duecento, però i ladri ma non hanno fatto bene i conti col traffico ferroviario: forse avevano calcolato  la prima corsa parte da Suzzara intorno alle sette e pensavano  di avere ancora un po’ di tempo per portare a termine il “lavoro”, ma non hanno tenuto conto del passaggio intorno alle 6 proprio di trenino in trasferimento a Suzzara per la prima corsa del mattino,  con a bordo solo il macchinista e il capo treno.

Il convoglio ha  centrato in pieno il carico di gomme, di conseguenza i ladri sono fuggiti abbandonando  il carico sul posto, insieme all’autocarro rubato. Il treno è rimasto bloccato alcune ore.  La circolazione ferroviaria, sulla linea Parma-Suzzara, è rimasta bloccata e i pendolari (in prevalenza studenti)  hanno dovuto utilizzare corse sostitutive, effettuate con pullman, per arrivare a destinazione, ovviamente con ritardi e disagi. La refurtiva recuperata dai Carabinieri è quindi stata restituita all’azienda derubata. Sui fatti i Carabinieri di Luzzara hanno avviato le indagini a carico di ignoti in ordine al reato di tentato furto aggravato.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *