Doppio appuntamento con Schubert e Beethoven al Valli
Domenica Giovanni Bietti, lunedì concerto con la grande Maria Joao Pires

Doppio appuntamento domenica 14 e lunedì 15 febbraio

A Finalmente Domenica del 14 febbraio Giovanni Bietti racconterà gli “universi paralleli” nelle opere tarde dei due compositori: lunedì 15 ore 20.30 nella Stagione dei Concerti, di nuovo Schubert e Beethoven con la grande pianista Maria Joao Pires e la sua allieva Lilit Grigoryan 

 13/2/2016 – Doppio impegno per gli  appassionati di musica al Teatro Valli di Reggio Emilia domenica 14 febbraio alle ore 11.00 e lunedì 15 febbraio alle ore 20.30.

A Finalmente Domenica, il ciclo di appuntamenti della domenica mattina in collaborazione con il Banco S.Geminiano e S.Prospero, interverrà Giovanni Bietti, uno dei migliori divulgatori musicali italiani su “Universi paralleli: le opere tarde di Beethoven e Schubert”. 

Conferenza propedeutica al concerto  lunedì 15 febbraio, ore 20.30 con Maria Joao Pires, fra i grandi pianisti del nostro tempo e Lilit Grigoryan,  sua allieva. In programma, di  Franz Schubert, Allegro in la minore “Lebensstuürme” per pianoforte a 4 mani op. 144 D 947 e Fantasia in fa minore per pianoforte a 4 mani op. 103 D 940 e di Ludwig van Beethoven, Sonata per pianoforte n. 28 in la maggiore op. 101 e Sonata per pianoforte n. 32 in do minore op. 111.

Maria Joao Pires e Lilit Grigoryan

Maria Joao Pires e Lilit Grigoryan

Nel concerto di lunedì, due generazioni si danno la mano coniugando due obiettivi della Stagione: dare spazio così ai grandi interpreti come ai nuovi talenti. Pires suonerà a 4 mani con Grigoryan, che di Pires è allieva vantando già una carriera internazionale di prim’ordine. Esse si alterneranno vicendevolmente alla tastiera nelle due Sonate in solo, dando vita a un’originale esperienza di sodalizio e scambio artistico. Il concerto fa parte di “Partitura Project” della Queen Elizabeth Music Chapel.

Con Beethoven e Schubert vengono messe a fuoco due concezioni di Classicismo musicale fra loro quasi inconciliabili, eppure entrambe così gravide di conseguenze.

Finalmente Domenica in Musica.

 Le composizioni tarde di Beethoven e Schubert sono tra i brani più complessi e al tempo stesso universalmente ammirati del repertorio. Si tratta di composizioni scritte più o meno negli stessi anni, che tuttavia non potrebbero essere più diverse; eppure entrambi i musicisti si mostrano, in questa fase estrema della carriera, straordinariamente innovativi e profetici. L’incontro con Giovanni Bietti di domenica 14 febbraio ci condurrà alla scoperta di queste fertili differenze, e del diverso sguardo al futuro lanciato dai due grandissimi compositori.

 Finalmente Domenica è a ingresso libero e fino a esaurimento dei posti disponibili.

 Per info e prezzi concerto Pires Grigoryan www.iteatri.re.it

Be Sociable, Share!

Una risposta a 1

  1. grande Rispondi

    14/02/2016 alle 11:51

    w le donne pianiste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *