Domenica un ospite speciale in panchina per il Conad Volley Tricolore: Giuliano Razzoli a fianco di Cantagalli

17/02/2016 – (Carlo Codazzi) – Per la prossima domenica, in occasione del delicato match con Potenza Picena in programma al PalaBigi (h. 16), la Conad Volley Tricolore, nell’ambito dell’iniziativa ideata dalla Lega Volley “L’Ospite in Panchina”, si è regalato una presenza d’eccezione a fianco di coach Luca Cantagalli: il campione olimpico dello slalom speciale di sci alpino Giuliano Razzoli.

Giuliano Razzoli con Loris Migliari, dirigente del Volley Tricolore.

Giuliano Razzoli con Loris Migliari, dirigente del Volley Tricolore.

“E’ chiaro che avrei preferito essere a sciare questa domenica – ha detto Razzoli sorridendo nel corso della conferenza stampa che ha presentato l’iniziativa –. Tra l’altro è venuto a nevicare sul nostro Appennino e senza quest’infortunio avrei potuto allenarmi sulle mie montagne. Pazienza. Considerato che sono fermo, ho apprezzato tantissimo l’invito del Volley Tricolore a sedermi sulla sua panchina per la partita di domenica. Ho accettato subito. Sono curioso di vedere questo sport in un’ottica diversa dal guardarlo in televisione e di scoprirne i segreti dietro le quinte, ad un passo dal parquet. Senza dubbio, sarà un’esperienza molto interessante. Sono un reggiano doc – ha sottolineato orgoglioso – e quando c’è da sostenere e tifare una squadra della nostra città se posso dò volentieri il mio contributo. Cantagalli ha ancora l’amaro in bocca per l’Olimpiade persa e proverà un pizzico di invidia verso di me per l’oro che ho vinto? Beh, lui non ha vinto l’Olimpiade io, però, non ho vinto tutto il resto che ha vinto lui. Per la pallavolo Cantagalli è un mostro sacro. Infatti, per me sarà un immenso piacere sedermi di fianco a lui e conoscerlo. Soprattutto, sono curioso di vedere come un grande atleta di quel calibro si muoverà sulla panchina. Cari tifosi del Volley Tricolore – è stato l’appello conclusivo del campione olimpico -, ci vediamo domenica al PalaBigi. Vi aspettiamo numerosi!”.

Giuliano Razzoli mostra la medaglia d'oro olimpica (da www.discoveryalps.it)

Giuliano Razzoli mostra la medaglia d’oro olimpica (da www.discoveryalps.it)

Giuliano Razzoli, originario di Villa Minozzo, ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Vancouver 2010. Attualmente, lo sciatore reggiano di slalom ha interrotto l’attività agonistica a causa del brutto infortunio subito a Kitzbuehel, durante lo slalom speciale di Coppa del Mondo, che gli ha provocato la rottura del legamento crociato.

In panchina, dunque, ci saranno due grandi campioni dello sport mondiale e nazionale. Il primo è il coach del Conad Luca Cantagalli che in carriera ha vinto 2 mondiali, 2 europei e 1 argento olimpico con la maglia della nazionale italiana di pallavolo, oltre a 7 scudetti, 9 coppe Italia, 4 Coppe Campioni e 6 Coppe Cev e molto altro a livello di club. Il secondo è il grande campione olimpico di sci Giuliano Razzoli che, come riportato nella sua dichiarazione, non sta nella pelle e non vede l’ora di sedersi sulla panchina della Conad domenica.

Luca Cantagalli, al centro, dà istruzioni durante un tie break.

Luca Cantagalli, al centro, dà istruzioni durante un tie break.

“Essendo appassionato di sci – ha spiegato il consigliere delegato al marketing del Volley Tricolore, Loris Migliari – ero davanti al televisore quando Giuliano si è infortunato. Ho visto la caduta e stavo male quando lo hanno portato via in elicottero. Così, mi sono chiesto cosa potessi fare per fargli ritornare il sorriso, fargli sentire la mia vicinanza e quella del Volley Tricolore. Giuliano è un simbolo vincente del nostro territorio e ho deciso di andarlo a trovare e di proporgli questa opportunità creata dall’iniziativa della Lega Volley. Ho trovato un grande entusiasmo in lui e nella sua famiglia. Ha accettato e siamo felici ed onorati di ospitarlo. Lui è un campione con la faccia pulita, dentro e fuori come lo è il nostro sport e come vogliamo che sia la nostra società. Questo è il messaggio – ha rimarcato – che vorremmo lanciare al PalaBigi domenica”.

Ad inizio stagione la dirigenza del Volley Tricolore aveva parzialmente declinato l’iniziativa “L’Ospite in panchina” scegliendo di far sentire protagonisti gli sponsor del pool del club invitando a presenziare a fianco del coach, durante le gare di campionato, i membri o i rappresentanti dei partner commerciali tramutando l’idea di Lega Volley in “Lo Sponsor in Panchina”. In tal modo si è rafforzato il legame con le aziende del pool che si sono sentite maggiormente coinvolte nel progetto sportivo che sostengono. Viceversa, in occasione del match contro Potenza Picena (gara importantissima ai fini della classifica relativamente alla conquista dei playoff-promozione ndr) il Volley Tricolore ha preferito avere il sostegno di un grandissimo campione in panchina. In una partita irta di ostacoli la vicinanza, il carisma e il “tifo” di un grande campione possono contribuire a mettere in discesa (e Razzoli di discese se ne intende..) un match in salita.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *