Coppa Italia basket: Final Eight al Forum di Assago
Grissin Bon sul parquet contro Avellino

Logo 2 final-eight- basket 201619/02/2016 – (Carlo Codazzi ) – Ci siamo! Oggi alle 12 il via alla Final Eight di Coppa Italia 2016 cui prende parte la Grissin Bon. Si parte al Mediolanum Forum di Assago con il primo quarto di finale che vede opposte Pistoia e Trento. A seguire il secondo quarto (h. 15.15) Cremona-Sassari e alle 18.15, finalmente, vedremo sul parquet milanese i biancorossi che sfidano la Sidigas Avellino. A chiudere la kermesse dei quarti di finale il match Milano-Venezia (h. 20.45).

Logo final-eight- basket 2016

Ovviamente, è la terza gara di giornata a catturare l’attenzione dei tifosi reggiani che un pensierino alla conquista, da parte dei loro beniamini, della coppa nazionale l’hanno fatto sin da quando è stato predisposto il tabellone della competizione. La Grissin Bon è stata inserita nella manifestazione da testa di serie n. 1, essendo “campione di inverno”, e quando furono definiti gli abbinamenti gran parte degli addetti ai lavori avevano salutato con favore l’accoppiamento con Avellino e l’accostamento con il quarto Pistoia-Trento nella parte sinistra del tabellone.

Infatti, dall’altra parte si trovano Milano, Venezia e Sassari (con Cremona) che lo scorso anno furono semifinaliste nei play off scudetto assieme alla Reggiana (Sassari, purtroppo, poi li vinse superando al fotofinish proprio la Grissin Bon) e che erano accreditate, alla vigilia della stagione, ancora tra le maggiori favorite alla vittoria del campionato al pari della truppa di Menetti. I pronostici, però, non sono una scienza esatta e mentre Sassari e Venezia hanno accusato qualche problemino (entrambe hanno silurato il coach: Sassari ha allontanato Romeo Sacchetti rilevandolo il 24 novembre scorso con Marco Calvani, Venezia ha recentemente esonerato coach Recalcati promuovendo a head coach il vice Walter De Raffaele), Avallino, Trento e Pistoia hanno spiccato il volo (chi sin dall’avvio, chi dopo) ribaltando i valori rispetto all’avvio di season.

La presentazione della Final Eight con i coach delle 8 finaliste

La presentazione della Final Eight con i coach delle 8 finaliste

Venendo al sodo il compito dei grissini si è complicato e il loro  cammino verso la finale di domenica si è messo in ripida salita, ma a ranghi completi e con il roster in buona condizione fisica e mentale non sarebbe un Everest. A ranghi completi abbiamo scritto, ma i biancorossi arrivano al Forum un po’ “incerottati” e con assenze davvero “pesanti”. Lavrinovic, operato ad un menisco, ne avrà per un mese e Veremeenko accusa ancora i soliti problemi alla schiena che mettono in forte dubbio la sua presenza. Il centro bielorusso verrà testato appena prima del quarto con Avellino. Rispetto all’ultimo, sfortunato, match di campionato con Pesaro coach Menetti recupera Aradori e Gentile che, comunque, non sono certo al top della condizione. Sarà della partita capitan Kaukenas, tornato sul parquet proprio a Pesaro dopo un’assenza di un paio di mesi, che non avrà, forzatamente, un alto minutaggio nelle gambe. Insomma, come l’anno scorso Menetti affronta la Final Eight di coppa in un momento critico della sua formazione eliminata dall’Eurocup, sconfitta dall’ultima in classifica nell’ultimo turno di campionato e sofferente per infortuni e assenze rilevanti.

Il trofeo della Coppa Italia (da basketitaly.it)

Il trofeo della Coppa Italia (da basketitaly.it)

“Se Sparta piange Atene non ride” recita un vecchio adagio, ma in questo caso l’Atene di turno, ossia Avellino, ride eccome. Il team allenato da coach Pino Sacripanti è partito come un diesel, poi è uscito alla distanza e ha raggiunto il 4° posto della classifica di serie A a quota 24 p., sotto di 4 lunghezze alle tre capoliste Milano, Cremona e Reggio Emilia. La Sidigas è reduce da un “filotto” di 7 vittorie consecutive e tra le 7 vittime ci sono 2 delle 3 capoclassifica: L’Armani Milano (battuta in casa sua al Forum, inviolato in campionato da tempo immemorabile) e la Grissin Bon (superata il 23 gennaio scorso al Pala Del Mauro). Già, proprio la nostra Reggiana che ad Avellino è incappata in un brutto ko che potrebbe aver lasciato qualche crepa nelle certezze dei grissini già minate dai problemi di infermeria e dall’eliminazione della coppa europea in cui ha perso nettamente 2 volte su 2 con Trento possibile avversaria nell’eventuale semifinale di domani. Avellino si presenta al Forum a ranghi completi, al massimo della forma fisica e mentale, imbattuta nel 2016 e con l’ulteriore conforto di essere la n. 1 in serie A per assist di squadra (18.2). A mettere ulteriore pepe al match la presenza tra le fila irpine di 2 ex biancorossi: Riccardo Cervi e Giovanni Pini.  Entrambi daranno il massimo per farsi rimpiangere dai loro ex tifosi. A far spiccare il volo alla Sidigas  hanno decisamente contribuito gli innesti di Ragland e Green che hanno cambiato il volto della formazione campana. Aggiungiamo che nella bacheca della S.S. Felice Scardone targata Sidigas c’è già il trofeo della Coppa Italia conquistata nel 2008.

La Reggiana targata Grissin Bon, nonostante i “cerotti”, darà battaglia e cercherà di gettare il cuore oltre l’ostacolo spinta dai numerosi tifosi biancorossi che affolleranno gli spalti del Forum. Il grande calore della tifoseria reggiana sarà un fattore fondamentale che può far scivolare il match a favore di Kaukenas e soci. Se i grissini riusciranno a rompere il ghiaccio e a far fuori la Sidigas entrerebbero, come dice coach Menetti, in modalità grande impresa” e a quel punto nulla sarebbe loro vietato.Foto 2 presentazione final eight basket 2016

Riguardo le altre sfide si annunciano molto equilibrati i quarti  Pistoia-Trento e Cremona-Sassari che vedrà il secondo attacco di serie A (Sassari) impegnato contro la terza difesa (Cremona). Pistoia e Trento attraversano un momento complicato in campionato. La prima era partita a razzo e adesso paga qualcosa oltre a scontare le assenze di Filloy e Moore in regia. Trento ha sofferto per via dell’impegno di coppa in cui ha conquistato una storica qualificazione alla Top 16 di Eurocup (a spese della Grissin Bon ndr) e registra il forfait di Baldi Rossi. Il quarto che concluderà la giornata che vede opposta l’EA7 Armani Milano alla Reyer Venezia è l’unico dal pronostico apparentemente scontato (a favore dei milanesi). L’Armani è prima in classifica, ha vinto 5 delle ultime 6 partite di campionato, vanta il miglior attacco e la miglior difesa della serie A. Venezia ha perso 3 delle ultime 4 gare del massimo torneo nazionale ed è in emergenza per le assenze “pesantissime” di Mike Green e Hrvoje Peric.

La Pallacanestro Reggiana ha organizzato dei pullman per la trasferta a Milano in collaborazione con Gaspari Viaggi. Per i ritardatari precisiamo che la possibilità di prenotare i posti è scaduta alle 18 di ieri. E’ ancora possibile, invece, acquistare online i tagliandi tramite vivaticket.it e ticketone.itFoto 2 Trofeo Coppa Italia basket

Tutte le partite della Final Eight saranno trasmesse in diretta tv da Rai Sport 1 Hd.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *