Razzoli, infortunio al ginocchio sinistro a Kitzbühel
Stagione finita per il campione di Villa Minozzo

24/1/2016 – Sospetta rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro e stagione quasi certamente finita: è questo il responso della risonanza magnetica a cui è stato sottoposto in Austria  Giuliano Razzoli dopo la caduta nello speciale di Kitzbuehel. L’azzurro era partito per primo con il pettorale 1, accasciandosi subito sulla neve alla quinta porta e poi stringendo le mani al ginocchio sinistro.

Giuliano Razzoli

Giuliano Razzoli

Necessario l’intervento dell’elisoccorso  che lo ha trasportato trasporta all’ospedale di St. Johann in Tirol, dove ha svolto subito i primi accertamenti, con la risonanza magnetica che ha evidenziato la lesione, la cui entità (totale o parziale) dev’essere ancora stabilita con certezza.

Il campione di Villa Minozzo  sarà trasferito a Milano dove, se necessario, sarà operato dai medici della Fisi. Razzoli, 31 anni, era entrato nel top della forma proprio in questo periodo ed era stato secondo una settimana fa a Wengen. Oro a Vancouver nel 2010,  Razzoli in Coppa del mondo ha vinto due volte e per altre nove è salito sul podio.

 

 

Sulla doppia situata sul dosso iniziale, il campione di Villa Minozzo arretra e cade, girandosi il ginocchio in maniera innaturale. Subito si rialza, poi si accascia dal dolore tenendosi la gamba: necessario l’intervento dell’elisoccorso (nella foto Race Ski Magazine) che lo trasporta all’ospedale di St. Johann in Tirol, dove ha svolto subito i primi accertamenti, con una risonanza magnetica che ha evidenziato la lesione, la cui entità (totale o parziale) dev’essere ancora stabilita con certezza.

Ora il “Razzo” verrà trasferito alla Madonnina di Milano, dove effettuerà esami più specifici e, se necessario, l’intervento chirurgico. Quel che pare certo però è che la stagione del campione di Villa Minozzo, proprio nel suo momento migliore, si sia conclusa oggi.

A 31 anni, un infortunio che davvero non ci voleva per Giuliano, ma la speranza è che l’atleta reggiano possa riprendersi e tornare a far vedere tutto il suo talento sulle piste.

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *