Qualcuno soffia sul fuoco
Spunta la lista di proscrizione dei “fascisti” in piazza. E se qualcuno si fa male?
Odioso attacco all’avvocato e storico Luca Tadolini

di Pierluigi Ghiggini

15/1/2015 – Un giornale locale ha pubblicato un dossier per dimostrare che al di là delle dichiarazione di facciata, tra i promotori della manifestazione “Orgoglio e libertà della destra reggiana“, figurano anche alcuni “figuri” fascisti o ritenuti tali.

Di tutti i mezzi per delegittimare gli avversari quello delle liste di proscrizione (perchè in fondo di questo si tratta) è il peggiore, soprattutto quando si va a ritroso negli anni senza chiedersi se le persone, putacaso, non siano cambiate nel tempo (può darsi di sì, come no) specialmente se erano molto giovani quando furono ritratte in manette.

Luca Tadolini con Renato Braccini alla croce dei caduti di Cà De Caroli

Luca Tadolini con Renato Braccini alla croce dei caduti di Cà De Caroli

E’ il peggiore perchè può provocare conseguenze nefaste a breve e anche a lungo termine: come la mettiamo se domani qualcuno dei proscritti dovesse essere aggredito? E cosa potrebbe accadere domani, visto che la lista di proscrizione continuerà a galleggiare sine die nel web?

Questo dossieraggio, inutile dirlo, puzza di fascismo di sinistra lontano molte miglia. Il più odioso è il caso di Luca Tadolini, inserito nella black list come studioso “che col suo Centro Studi Italia si dedica da anni alla storia della Repubblica Sociale Italiana”.  A lui va la nostra personale solidarietà, assicurandogli che saremo ancora al suo fianco a discutere in libertà in convegni e dibattiti, sempre che qualche tribunale speciale non ci metta a tacere.

Ma ormai la frittata è fatta, qualcuno si è sporcato ben bene le mani. Prima di lavarsele, già che c’è potrebbe utilmente scavare nei trascorsi di persone oggi irreprensibili che furono fiancheggiatori se non militanti a tutto tondo delle Brigate Rosse: persone poi tornate alla militanza “legale” o semplicemente a oneste professioni. Ex ragazzi che magari sanno tutto su pagine di sangue e di misteri, e continuano beatamente a tacere. O forse questo sarebbe solo “becero revisionismo”?

Be Sociable, Share!

2 risposte a Qualcuno soffia sul fuoco
Spunta la lista di proscrizione dei “fascisti” in piazza. E se qualcuno si fa male?
Odioso attacco all’avvocato e storico Luca Tadolini

  1. Ivaldo Casali Rispondi

    15/01/2016 alle 18:56

    Complimenti Direttore per l’intervento opportuno e sacrosanto!

  2. le bierre con i conti pasciuti e i kuletti al caldo.. Rispondi

    16/01/2016 alle 14:55

    Gli ex ragazzi e ragazze scrivi, Caro Ghiggio ?
    Tutto disgustosamente vero.
    Del resto si è ben capito che per essi
    tutto è ‘caschemire’…mica acqua…
    Loro sì che sono “fighi” da paura,indossando oggi le loro ‘oneste professioni’ e le loro faccine da tolla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *