“Piena fiducia in Vecchi, Maria Sergio dirigente integerrima”: il ministro Delrio difende a spada tratta il sindaco e sua moglie
Ma non spiega perchè Vecchi non parlò dopo l’arresto di Macrì

“Ho piena fiducia nel sindaco Luca Vecchi. Come avrebbe potuto sapere quando ha comprato la casa come un normale cittadino? La sua integrità l’ho verificata di persona, è sempre stato al mio fianco per ridurre i rischi di infiltrazione. Sono assolutamente al fianco sia di Vecchi sia della dottoressa Sergio che è una dirigente apprezzata e intereggerima”.

Difende a spada tratta il sindaco di Reggio e sua moglie, il ministro ed ex sindaco di Reggio Graziano Delrio , e d’altra parte difendendo Vecchi difende se stesso, visto che i cinque Stelle a livello nazionale hanno chiesto anche la sua testa quando è esplosa la vicenda della casa di Masone.

Il ministro Graziano Delrio col sindaco Luca Vecchi

Il ministro Graziano Delrio col sindaco Luca Vecchi

Delrio si è esposto apertamente ieri mattina a Bologna, rilasciando le sue dichiarazioni ai giornalisti a margine della presentazione dei nuovi  treni per la rete ferroviaria dell’Emilia Romagna.

“Sappiamo che la ndrangheta non è solo in Calabria, sappiamo che è dappertutto dove ci sono interessi politici importanti. La nostra amministrazione – ha aggiunto l’ex sindaco – ha bloccato espansioni edilizie, ha bloccato permessi facili di costruzione, abbiamo fatto quello che ritenevamo giusto fare per i cittadini. certamente mi pare che dietro le polemiche di questi giorni ci sia molta speculazione politica perchè qualcuno forse vuol fare dimenticare altri episodi avvenuti. trasparente ilriferimento al Movimento 5 stelle e alla vicenda di Quarto.

A proposito di Maria Sergio, la moglie di Vecchi che proprio Delrio volle a capo del settore urbanistico (eper un periodo anche dell’edilizia privata in comune a Reggio Emilia, il ministro non lesina parole di apprezzamento: “E’ una dirigente di cui ho avuto sempre fiducia e di cui continuo ad avere fiducia come una persona integerrima. Non credo che una persona debba essere automaticamentre esclusa dalla possibilità di essere onesta solo perchè è nata in Calabria. Sarebbe veramente una sconfitta per tutti se dicessimo che i calabresi non possono lavorare nella pubblica amministrazione”.

2009, Graziano Delrio col costruttore Antonio Rizzo a Cutro. La foto fu pubblicata alla vigilia delle elezioni comunali sul Sole 24 Ore, in una pagina a pagamento

2009, Graziano Delrio col costruttore Antonio Rizzo a Cutro. La foto fu pubblicata alla vigilia delle elezioni comunali sul Sole 24 Ore, in una pagina a pagamento

Resta il fatto che anche il ministro Delrio, come del resto tutti gli esponenti del Pd,  ha eluso il vero interrogativo che grava sulla vicenda della casa di Masone: perchè il sindaco non ha rivelato per tempo, una volta saputo dell’arresto, la vicenda dell’abitazione acquistata nel 2012 da Francesco Macrì? La trasparenza vale solo per i convegni antimafia?

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *