Lucciola disonesta si fa consegnare quasi mille euro dal cliente che “dura troppo”: arrestata per estorsione

4/1/2016 – Era durato “troppo” rispetto ai “tempi” degli altri clienti e così la prostituta romena con la quale si era appartato, dopo aver incassato i 70 euro pattuiti per la prestazione sessuale e avergli preso il cellulare per impedirgli di chiamare i Carabinieri, lo ha minacciato di fargli sparare da suo marito, ha preteso tutti i soldi in possesso del cliente, ben 285 euro, e non contenta gli ha imposto di consegnarli altri 500 euro prelevati dal bancomat.

Per sfortuna della prostituta, una pattuglia della Stazione dei Carabinieri di Sant’Ilario d’Enza transitando nei pressi del bancomat ha notato l’uomo che si sbracciava in segno di aiuto, ed è intervenuto arrestato la lucciola rumena per estorsione in flagranza di reato. La donna ha 20 anni e vive a Corniglio, in provincia di Parma.

Cellulare e denaro estorto venivano quindi restituiti ala vittima, un 40enne della provincia di Parma che ha formalizzato  la denuncia per estorsione.

Il fatto è accaduto poco prima dell’una di questa notte sulla via Emilia a Sant’ Ilario: l’uomo ha caricato in auto la ragazza, dopo aver concordato il corrispettivo di 70 euro per una  prestazione sessuale. Su indicazione della stessa prostituta si dirigevano in una zona appartata e, al termine, ha pagato i 70 euro pattuiti ripartendo con l’auto in direzione del distributore di benzina dove aveva caricato la donna. Ma lei durante il tragitto riceveva una telefonata, al termine della quale spaventava il cliente sostenendo che l’uomo al telefono le aveva detto che il cliente era stato troppo tempo con lei e quindi le doveva dare altri soldi. Il cliente, temendo una ritorsion, e decideva di consegnarle tutto il danaro posseduto, appunto i 285 euro, invitando poi la donna a scendere. Quest’ultima invece dopo essersi impossessata del cellulare dell’uomo, minacciava di farlo ammazzare dal marito e pretendeva 500 euro intimando al malcapitato di  fare un prelievo col bancomat. In preda al panico l’uomo acconsentiva, sino al provvidenziale arrivo dei Carabinieri.

 

 

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *